Baltimora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Baltimora (disambigua) e Baltimore.
Baltimora
città indipendente
(EN) Baltimore
Baltimora – Stemma Baltimora – Bandiera
Baltimora – Veduta
Localizzazione
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato Flag of Maryland.svg Maryland
Contea Non presente
Amministrazione
Sindaco Stephanie Rawlings-Blake (D)
Territorio
Coordinate 39°17′11″N 76°36′54″W / 39.286389°N 76.615°W39.286389; -76.615 (Baltimora)Coordinate: 39°17′11″N 76°36′54″W / 39.286389°N 76.615°W39.286389; -76.615 (Baltimora)
Altitudine 10 m s.l.m.
Superficie 238,5 km²
Abitanti 619 493[1] (stima 2011)
Densità 2 597,45 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 21201-21231, 21233-21237, 21239-21241, 21244, 21250-21252, 21263-21265, 21268, 21270, 21273-21275, 21278-21290, 21297-21298
Prefisso 410, 443
Fuso orario UTC-5
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Baltimora
Baltimora – Mappa
Sito istituzionale

Baltimora (in inglese Baltimore) è una città degli Stati Uniti d'America, nello stato del Maryland. Amministrativamente si tratta di una città indipendente, non afferente, cioè, ad alcuna contea, ma soggetta all'autorità amministrativa dello Stato. È la più grande città del Maryland e prende il nome da Cæcilius Calvert, secondo barone di Baltimore, fondatore e primo governatore della Colonia del Maryland.[2]

Nella città di Baltimora ha sede il campus della prestigiosa Johns Hopkins University, una delle più famose degli Stati Uniti. Della medesima università fa parte il Johns Hopkins Hospital destinato anche ad una facoltà di medicina. Entrambi gli istituti furono i primi degli USA ad essere finalizzati alla ricerca e sono considerati tra i migliori al mondo nell'ambito della fisica applicata, delle relazioni internazionali e degli studi medici. L'istituto offre numerosi corsi di laurea e di specializzazione post universitaria e comprende la sede principale di Baltimora ed altri istituti a Washington D.C., a Bologna (Italia) e in Cina. L’università è attualmente tra le 3 migliori università americane secondo la rivista US Weekly (2007). È la prima università negli Stati Uniti in quanto a fondi federali di ricerca. Il Johns Hopkins Hospital è al primo posto da 18 anni consecutivi nella classifica dei migliori ospedali d’America secondo U.S. News and World Report.

Secondo le stime del 2011 la popolazione della città contava 619.493 residenti, mentre l'area metropolitana di Baltimora-Washington arriva a 2.690.886 abitanti. Baltimora è anche il più importante porto degli Stati Uniti.

Porto di Baltimora
collina Federale di Baltimora

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Baltimora è situata nel centro-nord dello stato, sul fiume Patapsco, non lontano dalla baia di Chesapeake. Il municipio della città sorge a circa 10 m s.l.m. (34 piedi), con elevazioni del territorio che vanno da 3 a 30 metri circa al margine occidentale. La città ha un’area totale di 238,5 km², 209,3 km² di terra ed i restanti 29,2 km² di acque interne.

La città è divisa in nove regioni geografiche (Northern, Northwestern, Northeastern, Western, Central, Eastern, Southern, Southwestern, and Southeastern) tutti pattugliati da un rispettivo distretto del dipartimento di polizia di Baltimora. Per la gente del posto, comunque, è normale dividere semplicemente est ed ovest usando Charles Street con linea di separazione.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata nel 1729 da Cæcilius Calvert, secondo barone di Baltimore, primo governatore della Colonia del Maryland, crebbe abbastanza rapidamente sfruttando la sua posizione geografica ideale come porto commerciale. Durante la guerra contro gli inglesi del 1812 il Fort McHenry venne assediato dalle truppe inglesi che avevano già fatto capitolare la città di Washington. La battaglia, che prende il nome di Battaglia di Baltimora, terminò con la vittoria delle forze americane. La battaglia è ancora oggi ricordata con il famoso monumento Battle Monument.

Nel 1851 la città ottenne l'indipendenza staccandosi dalla contea alla quale apparteneva. Il 7 febbraio 1904 uno spaventoso incendio devastò il centro della città per 30 ore. Alla fine i vigili del fuoco, per circoscrivere i danni, furono costretti ad abbattere diverse costruzioni. I danni furono ingenti. Si calcola che oltre 1500 edifici andarono completamente distrutti.

Dopo la seconda guerra mondiale il boom economico e la ricchezza della popolazione portò moltissimi esponenti della classe media a lasciare il centro ed a trasferirsi in più comode abitazioni della periferia. Questo movimento portò ben presto il centro ad essere territorio di teppisti e delinquenti. Il problema raggiunse dimensioni preoccupanti fino a quando nel 1971 la municipalità decise di intraprendere un ambizioso piano di ammodernamento del centro. Vennero costruiti centri culturali, musei ed anche l'assetto urbanistico mutò lentamente ma costantemente. Oggi il centro di Baltimora è meta di numerosi turisti e la delinquenza è decisamente diminuita, riportandosi ai livelli delle altre città statunitensi.

Tra i principali monumenti che testimoniano il passato della città si ricordano la Colonna di Washington e soprattutto la Cattedrale cattolica, la più antica degli Stati Uniti e sede dell'Arcidiocesi di Baltimora.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il clima di Baltimora si classifica come umido subtropicale, secondo la Classificazione Köppen, con moderate influenze dalla vicinanza all’oceano. L’estate è relativamente calda ed umida, invece l’inverno è freddo ed umido. Le stagioni sono però meno estreme di quelle di città alla stessa latitudine come ad esempio Denver o Kansas City. Luglio è tipicamente il mese più caldo, con una temperatura massima di 33 °C ed una minima di 23 °C. L’estate è inoltre la stagione con maggiore umidità, sono frequenti i temporali pomeridiani. Il record di temperatura massima si è toccato nel 2012, con 44 °C; la minima invece è stata raggiunta nel 1934 con −22 °C. Raramente si toccano temperature inferiori ai −12 °C o superiori ai 40 °C. Come accade in molte città della East Coast, le precipitazioni sono diffuse durante tutto l’anno, con una media mensile di 10 cm. Le precipitazioni nevose sono moderate, con una media annuale di circa 46 cm di neve. Nei sobborghi a nordovest il clima assume caratteristiche continentali, le precipitazione nevose aumentano e le temperature minime si abbassano. I monti Appalachi proteggono il Maryland centrale da molti dei venti nordici e la Delmarva Peninsula ripara la città dalle tempeste tropicali che affliggono la costa.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La città è servita dall'Aeroporto Internazionale di Baltimora-Washington. La città è dotata di un servizio metropolitano.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Metropolitana di Baltimora.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Musei[modifica | modifica wikitesto]

Crimine[modifica | modifica wikitesto]

Morgan Quitno classifica Baltimora come la dodicesima città più pericolosa degli Stati Uniti. La città è seconda solo a Detroit tra i centri con più di 500.000 abitanti. Secondo le statistiche, pur se gli omicidi sono in calo, il loro numero rimane comunque sette volte maggiore della media nazionale.

Persone legate a Baltimora[modifica | modifica wikitesto]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Malgrado la fama negativa causata dall’elevato numero di crimini, Baltimora mantiene comunque una distintiva cultura locale. Essendo una città portuale, è stata spesso riconosciuta come città di quartieri, con differenti distretti tradizionalmente occupati da distinti gruppi etnici. Oggi sono più notevoli le tre aree lungo il porto: Inner Harbor, frequentata da turisti per via di hotel, musei e negozi; Fells Point, una volta punto di intrattenimento per i marinai, ora rinnovato; e Little Italy, collocata in mezzo alle altre due, dov'era basata la comunità italoamericana e in cui crebbe la Portavoce del Congresso degli Stati Uniti Nancy Pelosi. Più all’interno, si trova Mount Vernon, il tradizionale centro culturale ed artistico della città. Il tradizionale accento locale è stato a lungo notato e celebrato come “Baltimorese” o “Bawlmorese”.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Baltimora attualmente ha solo due squadre professionistiche nei maggiori sport:

Città gemellate[modifica | modifica wikitesto]

Baltimora è gemellata con:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 2 690 886 l'area metropolitana
  2. ^ Il titolo "barone di Baltimore" fu dato per la prima volta a suo padre, George Calvert, dal re Carlo I d'Inghilterra. Baltimore a cui è attribuita la baronia è un villaggio nell'estremità meridionale dell'Irlanda.
  3. ^ città gemellate dal sito di Genova. URL consultato il 30 dicembre 2010.
  4. ^ Rapporto di partnership
  5. ^ Gemellaggio culturale

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Stati Uniti d'America Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Stati Uniti d'America