San Diego

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi San Diego (disambigua).
San Diego
comune
(EN) City of San Diego
San Diego – Stemma San Diego – Bandiera
(dettagli)
San Diego – Veduta
Localizzazione
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato Flag of California.svg California
Contea San Diego
Amministrazione
Sindaco Jerry Sanders
Territorio
Coordinate 32°42′N 117°09′W / 32.7°N 117.15°W32.7; -117.15 (San Diego)Coordinate: 32°42′N 117°09′W / 32.7°N 117.15°W32.7; -117.15 (San Diego)
Altitudine 22 m s.l.m.
Superficie 963,60 km²
Abitanti 1 301 617 (2010)
Densità 1 350,79 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 92101-92117, 92119-92124, 92126-92140, 92142, 92145, 92147, 92149-92155, 92158-92172, 92174-92177, 92179, 92182, 92184, 92186, 92187, 92190-92199
Prefisso 619, 858
Fuso orario UTC-8
Nome abitanti San Diegan
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
San Diego
San Diego – Mappa
Sito istituzionale

San Diego è una città degli Stati Uniti d'America, situata nella California meridionale appena a nord del confine con il Messico, sulla costa dell'Oceano Pacifico. È la seconda città della California (dopo Los Angeles) per numero di abitanti e l'ottava degli Stati Uniti, nonché capoluogo dell'omonima contea.

Il clima di San Diego è particolarmente dolce, le correnti fredde provenienti dal nord mitigano l'aria calda proveniente dal vicino deserto e le montagne circostanti riescono a bloccare le perturbazioni. Il risultato è un clima mite tutto l'anno, mai troppo caldo d'estate, mai freddo d'inverno (a gennaio la temperatura media è vicina ai 15 °C).

San Diego, oltre a essere uno dei più importanti siti militari statunitensi, con numerose basi della Marina e dei Marines, è una città che vive per il turismo. Alcune attrazioni sono diventate famose nel mondo per la loro bellezza e la loro grandezza: il SeaWorld, il San Diego Zoo, il Balboa Park, il Wild Animal Park (situato nella vicina Escondido).

Chilometri e chilometri di spiagge si estendono lungo la costa, da La Jolla a Chula Vista, passando per la penisola del Coronado; le due spiagge a nord, Ocean Beach e Pacific Beach sono le più animate con numerose strutture per il surf, gli sport acquatici e i divertimenti diurni e notturni.

Etimologia del nome[modifica | modifica sorgente]

Il nome della città trae ispirazione dal nome dell’imbarcazione di uno dei primi esploratori della zona, lo spagnolo Sebastian Vizcaino. Tra le altre cose, a tale navigatore, si deve anche la prima rappresentazione grafica dettagliata, su carta, di tutta la costa occidentale degli Stati Uniti.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Prima del XX secolo[modifica | modifica sorgente]

Anche se la contea di San Diego è abitata da moltissimo tempo, pochissimi siti hanno realmente più di un secolo. La cultura dei nativi americani, che hanno abitato l'area per un lungo periodo, ha lasciato pochissimi segni tangibili, e nonostante l'abbondanza di località con nomi spagnoli e di edifici in stile missione, ben poche strutture risalgono davvero ai periodi di dominazione spagnola e messicana.

Juan Rodríguez Cabrillo fu il primo europeo a solcare le acque della baia di San Diego, nel 1542: le sue navi furono costrette a riparare nella baia durante una tempesta. Il secondo europeo a vedere San Diego fu Sebastián Vizcaíno, che entrò nella baia nel 1602 nel giorno della festa di San Diego de Alcalà e battezzò così il luogo. Nel tardo Settecento gli spagnoli decisero finalmente di occupare la California settentrionale. Padre Junípero Serra arrivò nel 1769, accompagnato dal comandante militare Gaspar de Portola, e fondò subito la prima missione in California, sulla collina ora conosciuta come Presidio. In breve sorse un villaggio. E subito dopo nacque un piccolo pueblo (villaggio) anche ai piedi della collina, nell'area oggi chiamata Old Town State Historic Park. San Diego rimase un villaggio senza pretese, con appena qualche centinaio di abitanti, fino al 1867, quando entrò in scena Alonzo E. Horton, speculatore e affarista di San Francisco. Horton riconobbe il potenziale della città come porto e, attraverso alcune creative trattative immobiliari, acquistò 385 ettari di terreni sul mare e li pubblicizzò come la "Nuova Città". Il suo non era il primo tentativo del genere, ma stavolta la nuova lottizzazione funzionò, specialmente dopo un incendio che nel 1872 devastò buona parte dell'originario insediamento della Old Town.

Certamente aiutò anche, nel 1869, la scoperta dell'oro nelle colline a est della città, che portò anche la ferrovia. Ma il frenetico boom delle miniere si esaurì presto, precipitando la nascente cittadina nella depressione e riducendone la popolazione della metà, a circa 2 000 abitanti. Nonostante gli sforzi dei promotori della città, San Diego non acquisì mai, durante il XIX secolo, una solida base industriale. L'attività economica principale rimase la speculazione edilizia, che alternò numerose fasi di espansione e caduta.

Il XX secolo[modifica | modifica sorgente]

La chiesa della parrocchia Nostra Signora del Rosario, amministrata dai Barnabiti.

Dopo che San Francisco ospitò nel 1914 la Panama-Pacific International Exposition, San Diego tenne la sua Pacific-California Exposition nel 1915-16, nella speranza di attirare gente e investimenti. Nel tentativo di promuovere un'immagine originale, gli edifici dell'esposizione furono volutamente progettati in un romantico stile spagnolo-messicano. Promotori, architetti e pubblico si affezionarono a questa moda e oggi lo stile mediterraneo, l'architettura in stile missione e la toponomastica spagnola, tipici della città, derivano più da questo che dalla sua reale eredità di piccolo e remoto avamposto coloniale.

Con l'arrivo dell'industria aeronavale, negli anni venti e trenta, l'economia di San Diego ricevette finalmente un impulso significativo. Gli introiti stabili provenienti dalle basi della Marina e dell'esercito aiutarono San Diego a superare la Grande Depressione, così come i progetti della WPA (Work Projects Administration), come la San Diego State University e l'ippodromo di Del Mar. Nel 1935, mentre la Depressione si andava allentando, San Diego ospitò il suo secondo grande evento: la California-Pacific Exposition, che vide la comparsa di altre costruzioni in stile spagnolo a Balboa Park.

Dopo l'attacco di Pearl Harbor, il quartier generale della flotta statunitense del Pacifico fu trasferito a San Diego. La forte espansione dell'attività avvenuta in tempo di guerra trasformò la città: apparvero ampi tratti di alloggi prefabbricati; molti spazi pubblici furono trasformati in campi di addestramento, depositi e ospedali; la popolazione raddoppiò in pochi anni. Il ruolo della città durante la guerra, e la pubblicità che ne derivò, contribuirono più di tutto il resto a mettere San Diego sulla mappa degli Stati Uniti. Dopo la guerra, la presenza della Marina e dell'esercito rappresentò un forte elemento di sviluppo, arrivando a occupare un quarto della popolazione attiva della città.

Economia Cittadina[modifica | modifica sorgente]

Mission Boulevard, a San Diego.

L'economia cittadina si basa su:

Abitanti[modifica | modifica sorgente]

  • Nel 2000 risultava avere una popolazione di 1 223 400 abitanti.
  • Nel 2005 il Dipartimento delle Finanze della California ha stimato la popolazione cittadina in 1 305 736 persone.
  • Nel 2008 risultava avere 1 279 329 abitanti.
  • Nel 2010 (gennaio) viene stimata una popolazione pari a 1 359 132 abitanti.

Luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

In Downtown[modifica | modifica sorgente]

Spiagge/Mare[modifica | modifica sorgente]

  • Pacific Beach
  • Mission Beach
  • Coronado

Da visitare[modifica | modifica sorgente]

Cultura[modifica | modifica sorgente]

La cattedrale di San Giuseppe

Chiesa[modifica | modifica sorgente]

Musei[modifica | modifica sorgente]

Università[modifica | modifica sorgente]

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Freeways e Highways[modifica | modifica sorgente]

Essendo l'automobile il principale mezzo di trasporto per l'80% dei residenti, San Diego è servita da un elevato numero di Freeways (strade statali) e di Highways (autostrade). Le principali sono:

  • I-5 (CA).svg Interstate 5
  • I-8 (CA).svg Interstate 8
  • I-15 (CA).svg Interstate 15
  • I-805 (CA).svg Interstate 805
  • California 15.svg State Route 15
  • California 52.svg State Route 52
  • California 54.svg State Route 54
  • California 56.svg State Route 56
  • California 67.svg State Route 67
  • California 75.svg State Route 75
  • California 76.svg State Route 76
  • California 78.svg State Route 78
  • California 79.svg State Route 79
  • California 94.svg State Route 94
  • California 125.svg State Route 125
  • California 163.svg Historic State Route 163
  • California 188.svg State Route 188
  • California 282.svg State Route 282
  • California 905.svg State Route 905

Trasporto pubblico[modifica | modifica sorgente]

Trolley in stazione a San Diego

Nella città di San Diego il trasporto pubblico è garantito dai trolley, dagli autobus (gestiti dal Metropolitan Transit Service - MTS), dai treni Coaster e Amtrak.

Il trolley serve, principalmente, la downtown e le zone circostanti quali Mission Valley, la zona est della città e la zona sud della baia. Sono in fase di progettazione due nuove linee: la prima dovrà servire la parte della Mid-Coast, (in modo da garantire il collegamento tra la Old Town e la Città Universitaria, lungo la Interstate 5) mentre la seconda linea, denominata linea "Silver", è destinata a collegare esclusivamente le varie zone della downtown.

I treni Amtrak e Coaster forniscono attualmente un servizio lungo costa e collegano San Diego con Los Angeles, Orange County, Riverside, San Bernardino, e Ventura. Esistono due stazioni Amtrak a San Diego, situate in Old Town e in Downtown.

Il servizio autobus è disponibile lungo tutte le strade principali; ovviamente è garantito un elevato numero di fermate in centro città.

Esiste infine un servizio via mare, garantito da traghetti che ogni quarto d'ora collegano il Broadway Pier a Coronado.

Trasporto aereo[modifica | modifica sorgente]

Aereo in arrivo all'aeroporto Lindbergh

L'Aeroporto Internazionale di San Diego, conosciuto anche come Lindbergh International Airport o "Lindbergh Field", è l'aeroporto commerciale più importante di San Diego. È il più trafficato aeroporto statunitense tra quelli dotati di unica pista di atterraggio/decollo e garantisce il servizio a più di 18 milioni di passeggeri ogni anno. È posizionato sulla San Diego Bay, a 4,8 km dalla Downtown. Tale aeroporto garantisce collegamenti con il resto degli Stati Uniti, col Messico, con le Hawaii e con il Canada. Esistono, inoltre, aeroporti minori quali il Brown Field Municipal Airport (Brown Field) e il Montgomery Field. Si sta infine discutendo circa il posizionamento di un nuovo aeroporto internazionale dato che l'operatività del Lindbergh Field è limitata a causa di oggettivi limiti di ampiezza.

Sport[modifica | modifica sorgente]

San Diego è rappresentata da due squadre nelle principali leghe professionistiche statunitensi:

Città gemellate[modifica | modifica sorgente]

San Diego è gemellata con le seguenti città:

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

California Portale California: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di California