Servizio ferroviario metropolitano di Bari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il servizio ferroviario metropolitano di Bari è costituito da due sistemi, gestiti da Ferrotramviaria (linee FM1 e FM2) e Trenitalia. È inoltre in costruzione un'altra linea ferroviaria da adibire a servizio metropolitano, il cui esercizio sarà affidato alle Ferrovie Appulo Lucane.

Il servizio ferroviario metropolitano (Ferrotramviaria)[modifica | modifica sorgente]

Ferrovia metropolitana di Bari
Servizio di trasporto pubblico
Metro bari.jpg
Stati Italia Italia
Città Bari
Apertura 2008
Gestore Ferrotramviaria
Mezzi utilizzati ELT 200

FLIRT

Tracciato della linea
Trasporto pubblico


La cosiddetta ferrovia metropolitana di Bari è un servizio ferroviario urbano esercito da Ferrotramviaria, che collega la stazione di Bari Centrale al quartiere San Paolo e alla città di Bitonto passando per l'aeroporto di Bari.

Negli schemi della rete della Ferrotramviaria le due linee sono indicate come FM (FM1 e FM2), acronimo di "ferrovia metropolitana"[1].

Storia e linee[modifica | modifica sorgente]

Nel 1999 l'amministrazione comunale di Bari approvò un piano di riordino ferroviario, comprendente la costruzione di alcune linee ferroviarie urbane[2].

La prima opera completata fu la cosiddetta metropolitana San Paolo-FM1, una diramazione della ferrovia Bari-Barletta diretta al quartiere San Paolo.

La linea venne inaugurata il 24 giugno 2008[3] e aperta all'esercizio il 22 dicembre dello stesso anno[4].

Nel maggio del 2009 iniziano i lavori per la costruzione della nuova infrastruttura di 7 km a servizio dell'aeroporto di Bari per un costo di 77 milioni di euro[5]. I lavori sono terminati nel 2013.[5] La linea, in concessione per conto della Regione Puglia[6], è utilizzata dal servizio metropolitano FM2 dal 20 luglio 2013.[7]

Linea FM1 [modifica | modifica sorgente]

I treni in servizio sulla FM1 partono dalla stazione di Bari Centrale della Ferrotramviaria, attigua all'omonima stazione FS, e percorrono il primo tratto della linea per Barletta, toccando le fermate urbane di Quintino Sella, Brigata Bari e Francesco Crispi; tale tratto è a binario unico.

Alla stazione di Fesca-San Girolamo ha inizio la tratta di nuova costruzione, in viadotto e a doppio binario; dopo la fermata di Tesoro, posta sul viadotto, la linea scende al piano di campagna e si interra, toccando le fermate sotterranee di Cittadella della Polizia e San Gabriele, fino alla stazione capolinea di Ospedale San Paolo[8]. Alla fine del 2013 sono iniziati i lavori di prolungamento del servizio metropolitano alla stazione Cecilia, in fase di costruzione.

La lunghezza totale della linea FM1 è di 9,286 km[9]. Il servizio prevede un treno ogni 40 minuti[10]. Sono utilizzati gli elettrotreni ELT 200 (tipo Alstom Coradia), gli unici in grado di servire le stazioni della nuova tratta, caratterizzate da marciapiedi alti[9].

Linea FM2 [modifica | modifica sorgente]

La linea FM2 collega,[11], la stazione di Bari Centrale a Bitonto passando per una nuova tratta ferroviaria di 7,7 km di lunghezza, che serve l'aeroporto di Bari-Palese[12] e Europa, un nuovo insediamento residenziale[13]. Le corse FM2 sono 7 coppie al giorno ma integrate dal servizio FR2[14] che ha lo stesso percorso della FM2 ma prolungato a Barletta. Il materiale rotabile è composto dagli ELT 200, e dai più moderni Stadler FLIRT che consentiranno in futuro di rendere interoperabili il passante aeroportuale con l'intera rete regionale di RFI.

Il servizio ferroviario metropolitano (Trenitalia)[modifica | modifica sorgente]

Servizio ferroviario urbano di Bari
Servizio di trasporto pubblico
Stati Italia Italia
Città Bari
Apertura 1991
Gestore Trenitalia
Mezzi utilizzati ALn 668, ALe 582
Tracciato della linea
Trasporto pubblico

Il servizio ferroviario urbano delle Ferrovie dello Stato venne istituito il 30 settembre 1991, sulla tratta urbana della ferrovia Adriatica, da Bari Santo Spirito a Bari Parco Sud, con frequenza semioraria; erano utilizzate automotrici diesel ALn 668[15]. Dopo pochi mesi, in seguito all'aumento dell'utenza, il servizio fu prolungato da Bari Parco Sud a Bari Torre a Mare[16].

Il 31 maggio 1992 vennero aggiunte le nuove fermate intermedie di Marconi, Magna Grecia e Liside (Parco Sud)[17].

Il 10 ottobre 1993 venne attivata l'elettrificazione fra Bari Parco Sud e Mola di Bari, e contemporaneamente il raddoppio del binario fra Bari Torre a Mare e Mola di Bari[18]; il servizio urbano fu così prolungato a quest'ultima località, e gestito con automotrici elettriche ALe 582.

Alla fine del 1993 il servizio venne prolungato da Bari Santo Spirito alla nuova fermata di Enziteto, ricavata da un'asta di manovra[19].

Il 14 dicembre 2004 all'interno della stazione di Bari Parco Sud vennero attivati due marciapiedi per servizio viaggiatori, e contestualmente vennero soppresse le due fermate di Liside e Magna Grecia[20].

Il servizio[modifica | modifica sorgente]

Il servizio Bari Torre a Mare-Bari Centrale-Bari S. Spirito, assieme a quello Bari Centrale-Modugno Città, al 2013 è catalogato nel quadro orario M85 dell'orario ufficiale e viene definito servizio metropolitano. Non ci sono treni che percorrono le singole tratte. La maggioranza dei treni provengono/proseguono da altre destinazioni. L'orario non è cadenzato e le corse sono in media ogni mezz'ora (Bari Torre a Mare-Bari S. Spirito).[21]

Il servizio è accessibile con un biglietto a tariffa speciale (tariffa metropolitana 14/BA)[22].

Percorso[modifica | modifica sorgente]

  • Bari Torre a Mare
  • Bari Parco Sud
  • Marconi
  • Bari Centrale
  • Bari Zona Industriale
  • Bari Palese Macchie
  • Bari Santo Spirito

Bari-Bitritto (Ferrovie Appulo Lucane)[modifica | modifica sorgente]

Vista del viadotto in costruzione nei pressi della fermata Lamasinata

Nel 1989 viene progettata e finanziata la costruzione della ferrovia Bari-Bitritto[23] I lavori, successivamente iniziati, sono rimasti bloccati dal 1998 al 2012[24] quando con un nuovo stanziamento di 28 milioni di euro è stato raggiunto un accordo tra le Ferrovie Appulo Lucane (soggetto attuatore) e RFI: la prima si occuperà di armare la linea e della trazione elettrica mentre la seconda si occuperà dei lavori di segnalamento.[25]

L'11 settembre 2013 sono ripresi ufficialmente i lavori.[26]

È previsto che la linea Bari-Bitritto sarà coperta in 15 minuti e i treni saranno 24 coppie al giorno e viaggeranno con una frequenza di 30 minuti nelle ore di punta.

La linea sarà lunga 9,2 chilometri, a trazione elettrica a singolo binario, e collegherà Bari a Carbonara, Loseto e Bitritto, lambendo lo stadio San Nicola e confluendo sulla nuova Bari-Taranto all'altezza di via Santa Caterina dove verrà scavata una trincea sotto via Massimi-Losacco e la linea Fal Bari-Matera. Per la gestione della stessa è stata annunciata la sottoscrizione di un accordo tra Ferrovie Appulo Lucane e Ferrotramviaria.[senza fonte]

Stazione Apertura Note
Bari Centrale
Lamasinata 2015 Italian traffic signs - lavori.svg
Carbonara-Santa Rita 2015 Italian traffic signs - lavori.svg
Loseto 2015 Italian traffic signs - lavori.svg
Bitritto 2015 Italian traffic signs - lavori.svg

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Schema della rete FT
  2. ^ Bari con più realismo, in "I Treni" n. 202 (marzo 1999), p. 5
  3. ^ Nuova ferrovia a Bari, in "I Treni" n. 307 (settembre 2008), p. 9.
  4. ^ Suburbana a Bari, in "I Treni" n. 312 (febbraio 2009), p. 7
  5. ^ a b http://www.ferrovienordbarese.it/progetti/passante-ferroviario-per-l-aeroporto
  6. ^ FOL - All'aeroporto di Bari in treno
  7. ^ http://www.agi.it/bari/notizie/201307161319-cro-rt10116-bari_aeroporto_dal_20_nuovo_collegamento_ferrotramviaria
  8. ^ Ferrovie.it La metropolitana di Bari
  9. ^ a b Hans Jürgen Rosenberger, Gian Guido Turchi, Puglia: lavori da Nord a Sud-Est, in "I Treni" n. 294 (giugno 2007), p. 29
  10. ^ Orario ufficiale FT
  11. ^ Ferrotramviaria: attivata la variante via Bari Aeroporto
  12. ^ Hans Jürgen Rosenberger, Gian Guido Turchi, Puglia: lavori da Nord a Sud-Est, in "I Treni" n. 294 (giugno 2007), p. 30
  13. ^ Hans Jürgen Rosenberger, Gian Guido Turchi, Puglia: lavori da Nord a Sud-Est, in "I Treni" n. 294 (giugno 2007), p. 28
  14. ^ FERROTRAMVIARIA SPA - Ferrovie del Nord Barese - Autolinee
  15. ^ "Notizia flash" su "I Treni Oggi" n. 118 (settembre 1991), pp. 5-6
  16. ^ "Notizia flash" su "I Treni Oggi" n. 122 (gennaio 1992), p. 4
  17. ^ Impianti FS, in "I Treni Oggi" n. 131 (novembre 1992), p. 6
  18. ^ Lavori sull'Adriatica, in "I Treni" n. 143 (dicembre 1993), p. 9
  19. ^ Oltre Santo Spirito, in "I Treni" n. 144 (gennaio 1994), pp. 6-7
  20. ^ Impianti FS, in "I Treni" n. 256 (febbraio 2004), p. 6
  21. ^ Orario ufficiale Trenitalia 2013 pp. 1228-1233
  22. ^ http://www.trenitalia.com/cms-file/allegati/trenitalia/normativa/TARIFFA_14_BA.pdf
  23. ^ Per la Bari-Bitritto fine lavori dopo 24 anni - la Repubblica.it
  24. ^ Bari-Bitritto, l'ultima firma prima dei lavori - Attualita' Bari
  25. ^ PressRegione - Metropolitana Bari - Bitritto. Firmato accordo per innesto verso Bari Centrale
  26. ^ Ferrovie: inaugurato cantiere ferrovia Bari-Bitritto, fine lavori prevista in due anni | Bari la Repubblica.it

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Massimiliano Cantoni, Il servizio metropolitano FS a Bari, in "Ferrovie", anno IV, n. 15 (novembre 1993), pp. 213–217.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]