Graffignana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Graffignana
comune
Graffignana – Stemma Graffignana – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Lodi-Stemma.png Lodi
Amministrazione
Sindaco Giuseppe Enrico Galetta (lista civica Sviluppo e Partecipazione per cambiare Graffignana) dal 25/05/2014
Territorio
Coordinate 45°12′27″N 9°27′19″E / 45.2075°N 9.455278°E45.2075; 9.455278 (Graffignana)Coordinate: 45°12′27″N 9°27′19″E / 45.2075°N 9.455278°E45.2075; 9.455278 (Graffignana)
Altitudine 67 m s.l.m.
Superficie 10,75 km²
Abitanti 2 634[1] (30-01-2013)
Densità 245,02 ab./km²
Comuni confinanti Borghetto Lodigiano, Miradolo Terme (PV), San Colombano al Lambro (MI), Sant'Angelo Lodigiano, Villanova del Sillaro
Altre informazioni
Cod. postale 26813
Prefisso (+39) 0371
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 098028
Cod. catastale E127
Targa LO
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona E, 2 441 GG[2]
Nome abitanti graffignanini
Patrono SS. Pietro e Paolo
Giorno festivo 29 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Graffignana
Posizione del comune di Graffignana nella provincia di Lodi
Posizione del comune di Graffignana nella provincia di Lodi
Sito istituzionale

Graffignana (Grafignàna in dialetto lodigiano) è un comune italiano di 2.634 abitanti[1] della provincia di Lodi in Lombardia.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Popolata già in epoca romana, Graffignana fu teatro di vicende storiche importanti, fra cui il convegno tenutosi nel 1176 fra i membri della Lega Lombarda per scongiurare uno scontro frontale con il Barbarossa.

Nel medioevo fu attivo porto sul fiume Lambro. Appartenne nel 1396 a Gian Galeazzo Visconti, che lo donò alla Certosa di Pavia. Nel 1785 il feudo fu assegnato ai Barbiano di Belgioioso.

In età napoleonica (1809-16) Graffignana fu frazione di Borghetto, recuperando l'autonomia con la costituzione del Regno Lombardo-Veneto.

Il nome ha probabilmente origini longobardo-romane.

Simboli[modifica | modifica sorgente]

Stemma

« Scaccato di rosso e d'argento, alla fascia d'argento caricata delle sillabe GRA e CAR maiuscole di nero. »

Lo stemma fa riferimento al convento certosino della Certosa di Pavia, Gratiarum Cartusia, al quale il territorio fu infeudato.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

A Graffignana si può trovare la parrocchiale, dedicata ai SS. Pietro e Paolo, risale al XIV secolo; tuttavia durante i secoli ha subito numerosi interventi di ampliamento (XVII e XIX).

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[3]

Etnie[modifica | modifica sorgente]

Al 31 dicembre 2008 gli stranieri residenti nel comune di Graffignana in totale sono 278[4], pari al 10,46% della popolazione. Tra le nazionalità più rappresentate troviamo:

Paese Popolazione (2008)
Albania Albania 84
Romania Romania 45
Egitto Egitto 33
Marocco Marocco 27
Tunisia Tunisia 21
Togo Togo 18
Ecuador Ecuador 15

Persone legate a Graffignana[modifica | modifica sorgente]

Geografia antropica[5][modifica | modifica sorgente]

Il territorio comunale comprende il capoluogo e le località Accuse, Molina, Vimagano e Zerbi.

Economia[modifica | modifica sorgente]

A sud del comune di Graffignana cominciano le colline suddivise in tre sezioni: colline di Graffignana, colline di San Colombano al Lambro e colline di Miradolo Terme.

L'agricoltura prospera in una decina di aziende, anche con allevamenti di bestiame; da citare un allevamento di selvaggina a Villa Petrarca, sulla collina di Graffignana.

A Graffignana l'industria si è sviluppata soprattutto nel settore meccanico, con numerose imprese minori e di medie dimensioni specializzate. Una discreta attività edilizia ed una popolazione in moderata crescita fanno di Graffignana un centro in espansione.

Vanno infine segnalate le attrezzature sportive realizzate nel Parco Spadazze, comprendenti, tra l'altro, una piscina e le attrezzature per servizi socialmente utili quali asilo nido e centro diurno per anziani nell'importante struttura del centro polivalente situato in paese

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Segue un elenco delle amministrazioni locali.[6]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1946 1949 Pasquale Lombardini Sindaco
1949 1951 Enrico Ferrari Sindaco
1951 1954 Giovanni Jon Sindaco
1954 1964 Baldassarre Ceresa Sindaco
1964 1970 Angelo Codecasa Sindaco
1970 1974 Mario Franco Riva Sindaco
1974 1994 Angelo Mazzola Democrazia Cristiana Sindaco
1994 1999 Anna Vignali Democrazia Cristiana Sindaco
1999 2009 Giovanni Scietti Sindaco
2009 2014 Marco Ravera lista civica (centrodestra) Sindaco
2014 Giuseppe Galetta lista civica Sindaco

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2012.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Dati demografici ISTAT
  5. ^ Art. 5 comma 1 dello Statuto Comunale
  6. ^ Lista pubblicata in Il Lodigiano. Quarant'anni di autonomia, Provincia di Lodi, 2008, p. 279.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]