Mairago

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mairago
comune
Mairago – Stemma Mairago – Bandiera
Mairago – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Lodi-Stemma.png Lodi
Amministrazione
Sindaco Antonio Braghieri (lista civica - Solidarietà e Sviluppo) dal 27-5-2014
Territorio
Coordinate 45°15′10″N 9°34′46″E / 45.252778°N 9.579444°E45.252778; 9.579444 (Mairago)Coordinate: 45°15′10″N 9°34′46″E / 45.252778°N 9.579444°E45.252778; 9.579444 (Mairago)
Altitudine 69 m s.l.m.
Superficie 11,38 km²
Abitanti 1 420[1] (30-6-2011)
Densità 124,78 ab./km²
Frazioni Basiasco
Comuni confinanti Brembio, Cavenago d'Adda, Ossago Lodigiano, Secugnago, Turano Lodigiano
Altre informazioni
Cod. postale 26825
Prefisso 0371
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 098034
Cod. catastale E840
Targa LO
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona E, 2 579 GG[2]
Nome abitanti mairaghini
Patrono San Fermo
Giorno festivo seconda domenica di agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Mairago
Posizione del comune di Mairago nella provincia di Lodi
Posizione del comune di Mairago nella provincia di Lodi
Sito istituzionale

Mairago (Mairàgh in dialetto lodigiano) è un comune italiano di 1 420[3] abitanti della provincia di Lodi in Lombardia, circa 10 km a sud est di Lodi.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Di probabile origine romana, fu poi di proprietà dei vescovi di Lodi (XII sec.).

Ebbe come feudatari i signori di Salerano, i Simonetta, i Talenti (1480) e infine i Vaini (1703).

In età napoleonica (1809-16) al comune di Mairago fu aggregata Grazzanello, ridivenuta autonoma con la costituzione del Regno Lombardo-Veneto e aggregata definitivamente nel 1869[4].

Simboli[modifica | modifica sorgente]

Stemma[modifica | modifica sorgente]

Mairago-Stemma.png
« Di azzurro con leone rampante in oro, linguato di rosso, armato di nero ed accostato; in campo dello scudo le tre stelle a sei punte mal disposte. »

Gonfalone[modifica | modifica sorgente]

Mairago-Gonfalone.png
« Partito di giallo e di azzurro caricato dell'arma comunale. »

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Da segnalare le chiese parrocchiali di San Marco e di San Giorgio (in fraz. Basiasco), risalenti al XVII secolo.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[5]

Etnie[modifica | modifica sorgente]

Al 31 dicembre 2008 gli stranieri residenti nel comune di Mairago in totale sono 68[6], pari al 4,83% della popolazione.

Persone legate a Mairago[modifica | modifica sorgente]

Geografia antropica[7][modifica | modifica sorgente]

Frazioni[modifica | modifica sorgente]

Possiede lo status di frazione la località di Basiasco.

Altre località del territorio[modifica | modifica sorgente]

Belvignate, Belvignatino, Codazza, Grazzanellino, Grazzanello, Griona, Gudio, Mulino Nuovo, Rometta, Taiana e Vallazza.

Economia[modifica | modifica sorgente]

L'attività prevalente è l'agricoltura, in special modo legata alla coltura del mais, dell'orzo e, in misura minore, del frumento. Si stanno rivalutando attualmente le colture della soia.

Notevole e di qualità la produzione del foraggio, ricchi gli allevamenti di bovini da latte, suini, galline ovaiole e conigli.

Caratteristica è inoltre l'apicoltura, con una notevole produzione di miele di qualità. La popolazione attiva gravita in gran parte sul capoluogo lombardo, giacché l'industria meccanica e l´artigianato del legno contano modestissimi insediamenti.

Ormai è pressoché esaurito lo sfruttamento dei giacimenti di gas metano, e gli impianti dell'Agip in fraz. Basiasco hanno quindi solo funzione di serbatoi di deposito.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Segue un elenco delle amministrazioni locali.[8]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1945 Mario Ventura Sindaco
1946 1953 Gaetano Locatelli Sindaco
1953 1960 Latino Terzini Sindaco
1960 1964 Mario Granata Sindaco
1964 1974 Giuseppe Leidi Sindaco
1974 1975 Egidio Barbieri Sindaco
1975 1977 Giovanni Corrù Sindaco
1977 1980 Egidio Barbieri Sindaco
1980 1985 Paolo Fasoli Sindaco
1985 1989 Giuseppe Leidi Sindaco
1989 1991 Pasquale Colonna Sindaco
1991 1995 Giulio Terzini Sindaco
1995 2004 Elisa Spinoni Sindaco
2004 2014 Davide Tei lista civica Sindaco
2014 Antonio Braghieri Lista Civica - Solidarietà e Sviluppo Sindaco

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ ISTAT - Bilancio demografico mensile al 30-6-2011.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ ISTAT - Bilancio demografico mensile al 30-6-2011.
  4. ^ Regio Decreto 29 gennaio 1869, n. 4866
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ Dati demografici ISTAT
  7. ^ Art. 1 comma 3 dello Statuto Comunale
  8. ^ Lista pubblicata in Il Lodigiano. Quarant'anni di autonomia, Provincia di Lodi, 2008, p. 283.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]