Basiglio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Basiglio
comune
Basiglio – Stemma Basiglio – Bandiera
Basiglio – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Milano-Stemma.png Milano
Amministrazione
Sindaco Eugenio Patrone (L’officina di Basiglio) dal 28/05/2013
Territorio
Coordinate 45°21′00″N 9°10′00″E / 45.35°N 9.166667°E45.35; 9.166667 (Basiglio)Coordinate: 45°21′00″N 9°10′00″E / 45.35°N 9.166667°E45.35; 9.166667 (Basiglio)
Altitudine 97 m s.l.m.
Superficie 8 km²
Abitanti 7 780[1] (28/2/2014)
Densità 972,5 ab./km²
Frazioni Cascina Colombaia, Cascina Vione, Romano Paltano (Milano 3)
Comuni confinanti Lacchiarella, Pieve Emanuele, Rozzano, Zibido San Giacomo
Altre informazioni
Cod. postale 20080
Prefisso 02
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 015015
Cod. catastale A699
Targa MI
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti basigliesi
Patrono sant'Agata
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Basiglio
Posizione del comune di Basiglio nella provincia di Milano
Posizione del comune di Basiglio nella provincia di Milano
Sito istituzionale

Basiglio (Basèi in dialetto milanese[2]) è un comune italiano di 7.780 abitanti[1] della provincia di Milano in Lombardia.

È situato nella periferia sud della città, è lambito dall'Olona e comprende anche il quartiere residenziale di Milano 3. I suoi vecchi abitanti sono di origine contadina, ma una cospicua fetta della popolazione è giunta in tempi più recenti attratta dalla tranquillità del luogo.

Basiglio conserva ancora la sua tradizione agricola. Le terre coltivate superano in superficie quelle abitate; offrono principalmente riso, più di 8 tonnellate ad ettaro ogni anno.

Toponimo[modifica | modifica sorgente]

L'ipotesi più accreditata sull'origine del nome è che derivi dal latino basis (basamento di colonna). Nell'area dell'attuale Basiglio si trovava probabilmente un cippo stradale, per cui basis deve essere inteso come "basamento di cippo di segnalazione di distanze stradali".[3]

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'origine è certamente romana, da collocare probabilmente nel III secolo d.C., quando Milano diventò sede di uno dei più importanti comandi di cavalleria dell'Impero romano. Basiglio si sviluppò lungo un'importante arteria stradale che provenendo da Quinto de' Stampi (dove si trovava il "quinto miliare", un cippo segnalatore di distanze stradali) proseguiva verso sud in direzione di Pavia.

Il paese è citato per la prima volta in un documento del XIV secolo, in cui è riportato come "loco de Baxilio". All'epoca la consonante s veniva scritta a volte con il grafema x, ma non c'è da dubitare che la pronuncia esatta sia stata in realtà Basilio. In un documento di poco posteriore la grafia risulta corretta, con la s al posto della x.

Il 26 ottobre 1524 si svolse a Basiglio, durante la quarta guerra d'Italia, una battaglia tra i francesi del maresciallo La Palice e truppe spagnole inviate da Carlo V d'Asburgo, comandate da Ferrante d'Avalos. Lo scontro avvenne nella zona dove oggi si trova la cascina Penati, e si concluse con la vittoria dei francesi.

Nei pressi di piazza Monsignor Rossi si trovava una costruzione detta "il Castello", probabilmente non un castello vero e proprio, ma una fortificazione con torre, usata per controllare la viabilità e per segnalazioni con fuochi ad altre costruzioni simili, come quella esistente fino a tempi recenti a Rozzano vecchia. I resti di questo "castello" erano presenti fino alla fine dell'Ottocento.

La Madonnina di Basiglio.

Il centro storico di Basiglio è unito a Milano 3 da una pista ciclabile e pedonale che fiancheggia la roggia Speziana. Lungo di essa si incontra una bella statua della Madonna, nota come "Madonnina di Basiglio". Negli anni '50 dove ora c'è la pista ciclabile c'era una strada vera e propria e accadde che un pullman con numerosi pendolari che tornavano a casa dopo il lavoro uscì di strada e si rovesciò nella roggia Speziana. Fu considerato un miracolo che non ci furono vittime o feriti gravi e per ringraziamento alla Madonna i parrocchiani fecero erigere una statua ex voto sul luogo dell'incidente.

In maggio 2005 la statua è stata completamente rinnovata a cura dell'associazione culturale "ViviBasiglio" con la collaborazione del comune di Basiglio. I fiori freschi e le candeline accese che la adornano continuamente testimoniano dell'affetto che gli abitanti di Basiglio e di Milano 3 nutrono per questa Madonnina.[4]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

La popolazione era di 290 anime nel 1751, salì a 796 abitanti nel 1771, e scese a 560 residenti nel 1805. Nel 1809 fu annessa a Basiglio la località di Romano Paltano, e nel 1811 incorporò d'un botto Pieve, Fizzonasco, Pizzabrasa e Tolcinasco: tutti questi cambiamenti furono però annullati al ritorno degli austriaci nel 1815, che tuttavia tornarono sui loro passi nel 1841 per quanto riguarda il primo caso. Nel 1853 Basiglio aveva 674 abitanti.

Il boom avvenne con la costruzione di Milano 3 negli anni '80 del Novecento, decuplicando gli abitanti in pochi anni.[5]

Abitanti censiti[6]


Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2009, la popolazione straniera residente era di 884 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Filippine Filippine 260 (3,2%)

Corea del Sud Corea del Sud 130 (1,6%)

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2003 2013 Marco Flavio Cirillo Il Popolo della Libertà Sindaco
2013 in carica Eugenio Patrone Lista civica “L’officina di Basiglio” Sindaco

Trasporti pubblici[modifica | modifica sorgente]

Basiglio e Milano 3 sono collegate a Milano tramite l'autolinea di "Area urbana" n.230 (H532) della Società AMP: Milano Abbiategrasso M2, Rozzano (dove c'è il capolinea della metrotranvia 15 dell'ATM) - Istituto Clinico HumanitasMilano 3 – Basiglio. È un'autolinea integrata nel SITAM (Sistema Integrato tariffario Area Milanese) per cui con un solo biglietto si può raggiungere Milano e i comuni circostanti. Dal 2 maggio 2011 è attivo un servizio di bus a chiamata (su prenotazione) (gestito da ATM) dalle ore 8.30 alle 13.30 e dalle 15 alle 18.[7]

Persone legate a Basiglio[modifica | modifica sorgente]

Sport[modifica | modifica sorgente]

Pallacanestro[modifica | modifica sorgente]

Nasce nel 1986 l’Associazione Sportiva Dilettantistica Milano 3 Basket.[8] Punto di riferimento della pallacanestro del Sud Milano coinvolge più di 200 giovani e la prima squadra milita nel campionato DNC. Nel 2000 ha conquistato lo scudetto nazionale di categoria Cadetti.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Statistiche demografiche ISTAT, Istituto nazionale di statistica. URL consultato il 30 luglio 2014.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, Garzanti, 1996, p. 66.
  3. ^ Mario Traxino, Breve storia del sito storico di Basiglio, in "La Chiesa di Gesù Salvatore a Milano 3", Basiglio, 1990.
  4. ^ Associazione ViviBasiglio
  5. ^ AA. VV., La chiesa di Gesù Salvatore a Milano 3, Basiglio, Stamperia Rotalfoto, 1990.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Bus a chiamata, atm-mi.it.
  8. ^ Sito ufficiale, milano3basket.com.
  9. ^ La classifica dei redditi 2009
  10. ^ Basiglio (Milano) è il Comune con il reddito medio più alto d'Italia (53.589 euro). Milano supera Roma per 6mila euro - Il Sole 24 ORE

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia