Zibido San Giacomo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zibido San Giacomo
comune
Zibido San Giacomo – Stemma
Zibido San Giacomo – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Milano-Stemma.png Milano
Amministrazione
Sindaco Pierino Garbelli (Lista Civica "Obbiettivo Comune") dal 15/04/2008 (2º mandato)
Territorio
Coordinate 45°22′00″N 9°07′00″E / 45.366667°N 9.116667°E45.366667; 9.116667 (Zibido San Giacomo)Coordinate: 45°22′00″N 9°07′00″E / 45.366667°N 9.116667°E45.366667; 9.116667 (Zibido San Giacomo)
Altitudine 111 m s.l.m.
Superficie 24,60 km²
Abitanti 6 734[1] (31-12-2010)
Densità 273,74 ab./km²
Frazioni Mandrugno, Moirago, San Giacomo, San Novo, San Pietro Cusico, Viano, Vigonzino
Comuni confinanti Assago, Basiglio, Binasco, Buccinasco, Gaggiano, Lacchiarella, Noviglio, Rozzano, Trezzano sul Naviglio
Altre informazioni
Cod. postale 20080
Prefisso 02
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 015247
Cod. catastale M176
Targa MI
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti zibidesi
Patrono San Giacomo il Maggiore
Giorno festivo 25 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Zibido San Giacomo
Posizione del comune di Zibido San Giacomo nella provincia di Milano
Posizione del comune di Zibido San Giacomo nella provincia di Milano
Sito istituzionale

Zibido San Giacomo (Zìbid in dialetto milanese[2]) è un comune italiano di 6.517 abitanti della provincia di Milano, in Lombardia.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nel luogo in cui oggi sorge il comune di Zibido San Giacomo un tempo vi erano numerosi borghi distinti. Per questo motivo il comune ha tante frazioni e località. Il centro principale di Zibido San Giacomo è l'antico comune che porta il medesimo nome. Tale comune s'è sempre basato su 2 borgate distinte: Zibido e San Giacomo. Il primo borgo è il più antico dei due. Zibido risale all'epoca dei longobardi, infatti sul suo territorio risiedeva la tribù longobarda dei Gepidi.

Il primo testo che menziona il villaggio di Zibido risale al 1176, anche se vi sono documenti risalenti ad un secolo precedente che nominano luoghi oggi frazioni di Zibido San Giacomo. Dal 1484 al 1794 i luoghi del comune passano da un feudatario all'altro. Nel 1757 il catasto teresiano segna nei territori dell'odierno comune una quindicina di comuni autonomi: Zibido e San Giacomo con 130 abitanti, San Novo, San Pietro, Cusico, Vigonzino, Cassina Pelucca, Moirago, Pioltino, Mandrugno, Femegro e Viano[3][4]. Alcuni di questi erano formati solo da una o più cascine. Un primo tentativo di razionalizzazione amministrativa fu operato da Napoleone che unì Zibido, allora popolata da 290 persone, e molti altri comuni a San Pietro Cusico.

Nel 1844 questi comuni vengono ridotti a 4: Zibido San Giacomo[5], San Novo, San Pietro Cusico e Vigonzino. All'unità d'Italia nel 1859, Zibido San Giacomo aveva ai confini dell'epoca 588 abitanti, mentre al primo censimento nazionale del 1861 ne venivano registrati 583[6]. Nel 1870 i comuni di San Novo, San Pietro Cusico e Vigonzino vengono soppressi ed inglobati in quello di Zibido San Giacomo.[7] Il comune, che è sempre stato di carattere rurale, è oggi inserito nel Parco Agricolo Sud Milano. Il territorio di Zibido San Giacomo è sempre stato prettamente agricolo e ricco di cascine.

Nel 1965 cedette la frazione di Badile al comune di Binasco.[8]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Chiese[modifica | modifica sorgente]

Chiesa di Santa Maria Assunta[modifica | modifica sorgente]

La Chiesa di Santa Maria Assunta, edificio religioso parrocchiale dell'abitato, è una graziosa chiesa edificata nel Quattrocento e di cui conserva ancora buona parte della struttura. L'interno fu decorato successivamente con affreschi del '700. È situata in località Zibido.

Chiesa di San Giacomo[modifica | modifica sorgente]

La parrocchiale di San Giacomo, presso la piazza del municipio, è la presenza artistica ed architettonica più importante della zona. Un edificio religioso era qui presente già dal XII secolo, ma l'edificio attuale è opera di un ignoto quanto notevole architetto del Rinascimento. L'interno rileva una cospicua decorazione a fresco d'epoca.

Chiesa dei Santi Vincenzo e Bernardo[modifica | modifica sorgente]

La piccola chiesa dei Santi Vincenzo e Bernardo è uno dei gioielli del comune. Costruita ai primi del Seicento, presenta un interno suggestivamente affrescato. Una lapide ricorda i benefattori di un restauro eseguito nel 1829, fra cui si ricordano i Salterio, i Melzi d'Eril ed i Visconti di Modrone.

Chiesa della Natività[modifica | modifica sorgente]

La piccola chiesa della Natività (edificata nel 1533), in località Badile, è divenuta famosa localmente soprattutto per annoverare tra le proprie opere anche una Sacra Famiglia della cerchia del Botticelli.

Chiesa di San Pietro[modifica | modifica sorgente]

Situata in località San Pietro, conserva uno splendido portale del Settecento.

Edifici notevoli[modifica | modifica sorgente]

Palazzina Pusterla Busca Pozzi detta "Ca' Grande"[modifica | modifica sorgente]

La Palazzina Pusterla Busca Pozzi si trova all'interno di una riserva naturale ed è costituita da un elegante edificio del '400, nato probabilmente come casino di caccia. L'interno conserva affreschi del primo Cinquecento raffiguranti scene di caccia e gli emblemi della famiglia Pusterla che ne fu la prima proprietaria.

Castelletto[modifica | modifica sorgente]

In località San Pietro si trova il cosiddetto Castelletto, una costruzione vecchia almeno sei secoli costituita da due corpi di fabbrica piuttosto curati che il nome popolare suggerisce edificati sopra una struttura medioevale preesistente.

Cascina Femegro[modifica | modifica sorgente]

La Casina Femegro, situata fra Zibido e Noviglio, è una costruzione rinascimentale sorta sulle rovine del XII secolo di quello che doveva essere un edificio fortificato. Quattro torrette delimitano gli angoli della corte della cascina, in cui si trova un graffito che porta la data 1426. Essa costituisce un buon esempio di cascina fortificata. Nel 1700 era comune autonomo.

Le Cascine di Zibido San Giacomo[modifica | modifica sorgente]

Zibido San Giacomo, data la sua storia agricola, è sempre stata molto ricca di mulini e Cascine. Molte di esse oggi sono oggetto di un piano di recupero[9], tra esse ricordiamo:

  • Cascina Ca' Grande: Si trova a Zibido San Giacomo. Al suo interno è presente la Palazzina Pusterla Busca Pozzi detta appunto Ca' Grande. Da oltre cinquant'anni è sede dell'azienda agricola ZIPO, che vende direttamente prodotti a filiera corta.
  • Cascina Santa Marta: è una delle cascine più antiche. Oggi è una cooperativa ed in essa vive una comunità di Memores Domini. Questa cascina è una "farmer market" poiché ha uno spaccio che vende al dettaglio direttamente al consumatore i prodotti dell'azienda. Si trova presso Moirago.
  • Cascina Pioltino: è attiva.
  • Cascina Salterio: È oggetto di un piano di recupero e ristrutturazione.
  • Cascina Carcana: si trova presso San Pietro Cusico.
  • Cascina Stolfina: si trova presso Badile.
  • Cascina Moggio: si trova presso San Novo.
  • Cascina Cento pertiche: si trova presso Zibido.
  • Cascina Camuzzana: si trova presso San Novo.
  • Cascine Vigonzino - Vigonzone: erano 2 grosse cascine che un tempo formavano il comune autonomo di Vigonzino che nel 1870 s'unì a Zibido San Giacomo.
  • Cascina Viano: nel 1700 era comune autonomo.
  • Cascina Negri.
  • Cascina Luisa: si trova presso Zibido ed è stata oggetto di un piano di recupero residenziale

Personalità illustri[modifica | modifica sorgente]

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[10]

Geografia antropica[modifica | modifica sorgente]

Secondo l'ISTAT, il territorio comunale comprende il centro abitato di Zibido San Giacomo, le frazioni di Moirago e San Pietro Cusico, e le località di Carcana, Casiglio, Gabirano, Pioltino, San Francesco, San Novo e Viano.[11].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 719.
  3. ^ Toponimi nel comune di Zibido San Giacomo
  4. ^ Le frazioni di Zibido San Giacomo sul sito del comune
  5. ^ Zibido annesse Mandrugno e Viano con dispaccio governativo 23 gennaio 1841, raggiungendo un totale di 575 abitanti.
  6. ^ Zibido San Giacomo sul Repertorio toponomastico lombardo
  7. ^ Regio Decreto 9 giugno 1870, n. 5722
  8. ^ Decreto del presidente della Repubblica 29 aprile 1965, n. 676, in materia di "Distacco della frazione Badile del comune di Zibido San Giacomo, con aggregazione al comune di Binasco (Milano)."
  9. ^ Attività svolte dal comune di Zibido San Giacomo
  10. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  11. ^ ISTAT - Dettaglio località abitate

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]