Tribiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tribiano
comune
Tribiano – Stemma Tribiano – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Milano-Stemma.png Milano
Amministrazione
Sindaco Franco Lucente (lista civica Insieme per Tribiano) dall'08/06/2009
Territorio
Coordinate 45°25′00″N 9°23′00″E / 45.416667°N 9.383333°E45.416667; 9.383333 (Tribiano)Coordinate: 45°25′00″N 9°23′00″E / 45.416667°N 9.383333°E45.416667; 9.383333 (Tribiano)
Altitudine 93 m s.l.m.
Superficie 7 km²
Abitanti 3 422[1] (1-1-2013)
Densità 488,86 ab./km²
Frazioni S. Barbaziano, Lanzano, Zoate
Comuni confinanti Colturano, Dresano, Mediglia, Mulazzano (LO), Paullo
Altre informazioni
Cod. postale 20067
Prefisso 02
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 015222
Cod. catastale L415
Targa MI
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti tribianesi
Patrono SS. Vito, Modesto e Crescenzia
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Tribiano
Posizione del comune di Tribiano nella provincia di Milano
Posizione del comune di Tribiano nella provincia di Milano
Sito istituzionale

Tribiano (Tribiàn in dialetto milanese) è un comune italiano di 3.422 abitanti[2] della provincia di Milano in Lombardia.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Tribiano si trova a circa 2 km dal centro di Paullo, a 19 da Lodi, 15 da Milano e 8 da Melegnano.

Il territorio è disposto in modo da costeggiare le principali vie di traffico del sud-est milanese, e si estende su una superficie di 4,150 km di lunghezza e quasi 3 km di larghezza.

Paese storico ad economia principalmente agricola, ha visto intorno agli anni ’60, l’installazione sul territorio di circa 70 fabbriche/ industrie, che assicurano il lavoro a migliaia di operai provenienti dai comuni limitrofi.

Il paesaggio è tipico della Pianura Padana: bello e suggestivo con i campi circondato da rogge, fossati e canali, atti all’irrigazione, lunghi viali resi eterei dai filari di pioppi, platani e salici che ne costeggiano i margini.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Tribiano era un piccolo borgo agricolo di antica origine, storicamente parte del territorio lodigiano.

In età napoleonica 1809 Paullo divenne frazione di Tribiano[3].

Dopo la seconda guerra d'indipendenza, in seguito all'emanazione del Decreto Rattazzi (1859), il comune fu assegnato alla provincia di Milano (circondario di Lodi).

Nonostante i legami storici con il lodigiano, alla costituzione della provincia di Lodi (1992) il comune di Tribiano decise di non farne parte, restando così in provincia di Milano.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

  • Stemma:
« D'azzuro, ha un fascio di tre spighe di grano, sormontate ciascuna da una stella (6), con in capo la scritta "trebianum", il tutto d'oro. »

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Al 31 dicembre 2008 gli stranieri residenti nel comune di Tribiano in totale sono 146[5]. Tra le nazionalità più rappresentate troviamo:

Paese Popolazione (2008)
Romania Romania 44
Egitto Egitto 20
Marocco Marocco 14
Tunisia Tunisia 12

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Lanzano[modifica | modifica wikitesto]

Famosa per la sua chiesetta dedicata ai Santi Gervasio e Protasio. Feudo passato di possesso da varie mani ma con il veto di preservare e curare terreni e chiesina.

Zoate[modifica | modifica wikitesto]

Anch’essa fu feudo, ma divenne contea solo nell’anno 1668. Da segnalare la presenza di un campo da golf

S. Barbaziano[modifica | modifica wikitesto]

Nel suo piccolo fu Feudo dei conti Melzi e degli Alari, gli stessi che ebbero il feudo di Tribiano fino all’estinzione.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Segue un elenco delle amministrazioni locali.[6]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1945 Ernesto Locatelli Sindaco
1946 1949 Pietro Guglielmetti Sindaco
1949 1951 Giuseppe Levati Sindaco
1951 1956 Giulio Vaiani Sindaco
1956 1975 Antonio Sesone Sindaco
1975 1990 Gaudioso Forbiti Sindaco
1990 2004 Carlo Degradi Sindaco
2004 2009 Renato Mazzetti Sindaco
2009 Franco Lucente Sindaco

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra di calcio della città è l' U.S.D. Tribiano che milita nel girone E lombardo di Promozione. È nata nel 1981.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 1º gennaio 2011.
  2. ^ Dato Istat all'1/1/2011.
  3. ^ Decreto 4 novembre 1809
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Dati demografici ISTAT
  6. ^ Lista pubblicata in Il Lodigiano. Quarant'anni di autonomia, Provincia di Lodi, 2008, p. 300.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]