Noviglio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Noviglio
comune
Noviglio – Stemma Noviglio – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Milano-Stemma.png Milano
Amministrazione
Sindaco Nadia Verduci (lista civica) dal 07/05/2012
Territorio
Coordinate 45°22′00″N 9°03′00″E / 45.366667°N 9.05°E45.366667; 9.05 (Noviglio)Coordinate: 45°22′00″N 9°03′00″E / 45.366667°N 9.05°E45.366667; 9.05 (Noviglio)
Altitudine 103 m s.l.m.
Superficie 15 km²
Abitanti 4 459[1] (31-12-2010)
Densità 297,27 ab./km²
Frazioni Santa Corinna, Conigo, Copiago, Cascina Tavernasco, Mairano, Tainate.
Comuni confinanti Binasco, Gaggiano, Rosate, Vernate, Zibido San Giacomo
Altre informazioni
Cod. postale 20082
Prefisso 02
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 015158
Cod. catastale F968
Targa MI
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti novigliesi
Patrono San Sebastiano
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Noviglio
Posizione del comune di Noviglio nella provincia di Milano
Posizione del comune di Noviglio nella provincia di Milano
Sito istituzionale

Noviglio (Novili o Novèj in dialetto milanese) è un comune sparso italiano di 4.459 abitanti della provincia di Milano.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il territorio nel quale risiede Noviglio, è stato popolato da diverse culture: i Liguri, i Galli, i Romani e i Longobardi. Il Comune risulta diviso in frazioni distanti tra di loro: Noviglio, Mairano (sede del Municipio), Santa Corinna, Tainate e diverse cascine: Conigo, Tavernasco, Conago, Domenegasco, Copiago. Ogni frazione possiede una propria chiesa, a testimonianza dell'antica divisione. Lungo la sua storia il paese ha attraversato diversi periodi di epidemia, prima fra tutti la peste nel 1630 a cui sono susseguiti anni di carestia e povertà. Il paese è riuscito tuttavia a mantenere la sua tradizione rurale, conservando alcuni edifici storici e le cascine. Proprio queste ultime si sono conservate nel tempo, mantenendo le strutture originarie. Il passato agricolo fatto di contadini e di mondine, riesce così a fondersi con il presente, caratterizzato dalla presenza di mezzi agricoli ben più moderni.

Nel 1870 venne aggregato a Noviglio il comune di Tainate[2].

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Un aspetto che ha caratterizzato Noviglio per anni, è stata la presenza delle cicogne, le quali arrivavano nel mese di aprile e nidificavano sul campanile della chiesa di San Michele a Mairano. Dopo la covata e la nascita di 2-3 piccoli, ad agosto le cicogne abbandonavano il nido per raggiungere altre mete.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Il paese ha un'economia prevalentemente agricola: vi si coltivano riso, mais e frumento; la principale forma di allevamento è di tipo bovino, dalla quale si ricavano carne e latte.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

  • 140 nel 1751
  • 325 nel 1771
  • 768 nel 1805
  • 849 nel 1811, ai tempi della prima provvisoria unione con Tainate e Copiago
  • 890 nel 1853, dopo l'annessione di Conigo
  • 850 nel 1859
  • 861 nel 1861: il dato sottostante è invece artificioso e frutto della virtuale aggregazione dei dati di Tainate, che non fu annesso che nel 1870

Abitanti censiti[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Regio Decreto 9 giugno 1870, n. 5722
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.