Segrate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Segrate
comune
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Milano-Stemma.png Milano
Amministrazione
Sindaco Adriano Alessandrini (FI-LN) dal 28-03-2010
Territorio
Coordinate 45°29′23.89″N 9°17′43.19″E / 45.489969°N 9.295331°E45.489969; 9.295331 (Segrate)Coordinate: 45°29′23.89″N 9°17′43.19″E / 45.489969°N 9.295331°E45.489969; 9.295331 (Segrate)
Altitudine 115 m s.l.m.
Superficie 17,49 km²
Abitanti 34 611[1] (31-12-2013)
Densità 1 978,9 ab./km²
Frazioni Lavanderie, Milano 2, Novegro, Redecesio, Rovagnasco, San Felice, Tregarezzo, Villaggio Ambrosiano
Comuni confinanti Milano, Peschiera Borromeo, Pioltello, Vimodrone
Altre informazioni
Cod. postale 20090
Prefisso 02
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 015205
Cod. catastale I577
Targa MI
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti segratesi
Patrono san Rocco
Giorno festivo 16 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Segrate
Posizione del comune di Segrate all'interno della provincia di Milano
Posizione del comune di Segrate all'interno della provincia di Milano
Sito istituzionale

Segrate (Segràa in dialetto milanese) è un comune italiano di 34.745 abitanti[2] della provincia di Milano, in Lombardia.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Segrate confina con i comuni di Milano, Vimodrone, Pioltello e Peschiera Borromeo. Sul territorio comunale è presente l'idroscalo, un piccolo lago artificiale costruito fino al 1930 lungo 2,5 km, largo fino a 450 m e con un totale di 150.000 m³ di acqua.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il clima segue quello della media Pianura Padana occidentale con inverni freddi, diversi giorni di nebbia, alcune nevicate e lunghi periodi anticiclonici mentre le estati sono calde, afose e poco ventilate con alcuni giorni temporaleschi. La ventilazione comunque è scarsa tutto l'anno proprio perché la Pianura Padana, a causa della sua configurazione orlata da montagne molto alte inibisce la ventilazione favorendo l'aumento degli inquinanti.[3][4]. La primavera vede l'aumento dei temporali mentre in autunno si registra un aumento dei giorni di nebbia.

Nei pressi del territorio comunale vi è la Stazione meteorologica di Milano Linate.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il più antico documento riguardante Segrate che è stato rintracciato risale all'anno 830, ed è contenuto nel Codex Diplomaticus Longobardiae, una raccolta di atti pubblici e privati. L’oggetto del documento, redatto nel Monastero di Sant'Ambrogio, è uno scambio di terreni situati a Cologno. Tra i vari soggetti che partecipano all’operazione giuridica è citato un certo Giovanni di Rovagnasco, che può essere considerato il più antico abitante di Segrate di cui si ha sicura memoria. Il fatto che le prime documentazioni risalgano soltanto al secolo IX non ci impedisce di fare alcune considerazioni e ipotesi sulla Storia di Segrate del periodo precedente. A questo fine un grosso contributo viene dato dalla toponomastica, una disciplina che studia, nella loro origine etimologica, i nomi dei luoghi. Lo studio del toponimo Segrate mette subito in evidenza una analogia con molti altri nomi di città situate in Lombardia, tutti terminati in -ate. Questa desinenza è stata infatti aggiunta, a seconda dei casi, ai nomi dei proprietari delle terre della zona, oppure al nome di un fiume o di un tipo di coltura particolarmente frequente nel territorio. Ecco quindi che, per esempio, il toponimo Linate deriva dalla coltivazione del lino, Lambrate dal fiume Lambro, ecc.

Per quanto riguarda l'origine del nome Segrate sono state fatte diverse ipotesi. Alcune collegano il toponimo Segrate al nome proprio latino di un presente proprietario di terreni della zona, un certo Scurus. Altri lo fanno discendere sempre dal termine securus, inteso però come nome comune che significa luogo tranquillo e sicuro. L'ipotesi più accreditata propone che la desinenza -ate sarebbe stata aggiunta alla parola segalis o al verbo secare. Di conseguenza il toponimo Segrate si riferirebbe o alla coltivazione della segale oppure al taglio del fieno.

Gli studiosi di toponomastica che si sono interessati di Segrate sono giunti anche ad un’altra conclusione. L’analisi del nome ha fatto loro affermare che, con ogni probabilità, è un centro sorto dopo la conquista della Gallia Cisalpina da parte dei Romani, avvenuta in seguito alla Guerra Gallica (224-222 e 201-191 a.C.). La Gallia Cisalpina fu interamente romanizzata per mezzo delle colonie dopo il 191 a.C., ed è quindi a partire da questa data che possiamo individuare le origine di Segrate.

Prima di concludere questo paragrafo sarà opportuno soffermarsi sull’origine dei nomi delle frazioni del Comune.

Il toponimo di Novegro deriva probabilmente da novetulum o noveto, parole che si riferiscono al raccolto del fieno (è quindi possibile individuare una analogia con la probabile origine del nome di Segrate).

Per Tregarezzo gli studiosi colgono una derivazione dalla parola trewna, che significa luogo tranquillo e punto di sosta.

Per Redecesio le interpretazioni sono due: alcuni ritengono che il nome sia frutto dell’unione dei due termini Re (rivo) + de scés (di siepe), oppure Red (rete) + scés (siepe); per altri invece il toponimo si riferirebbe allo scricciolo, una specie di uccello un tempo molto diffuso nel milanese, chiamato in dialetto Re de Sces (re di siepi).

Rovagnasco è invece una derivazione dal nome gentilizio Rubenius. La denominazione assunta dal quartiere residenziale di San Felice trae origine dal fatto che in corrispondenza ad esso sorgevano un tempo una chiesetta ed una cascina intitolata a questo santo. Evidente, infine, l’origine del quartiere delle Lavanderie (quartiere) sorto negli anni trenta, per iniziativa della cooperativa lavandai di Milano, in una zona scelta per la particolare purezza delle acque.

Nel 1869, dopo un'iniziale ipotesi di unione con Pioltello,[5] si decise di annettere a Segrate i soppressi comuni di Novegro e Rovagnasco, che divennero a tutti gli effetti frazioni municipali a far data dal 1° gennaio 1870.[6]

Vicino ad un traliccio dell'alta tensione situato nei pressi della Cascina Gabbadera raggiungibile dalla Cassanese e ad est dell'area sulla quale oggi sorge la biblioteca di via degli Alpini, il 14 marzo 1972 venne ritrovato il corpo dell'editore Giangiacomo Feltrinelli, dilaniato da un'esplosione. La sua morte avvenne in circostanze misteriose.[7]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

L'ex municipio di Segrate in via XXV Aprile, di Guido Canella e M. Achilli (1963), è un'opera d'architettura importante nell'ambito del Razionalismo italiano in quanto anticipa nella rotondità quasi "romana" e monumentale dei suoi volumi la nuova forma di espressione postmodern. La piazza antistante, con la fontana monumentale, è opera di Aldo Rossi (1965).

Un'altra significativa opera architettonica è la sede di Mondadori, dell'architetto brasiliano Oscar Niemeyer (1975), già creatore della capitale sudamericana Brasilia. Il complesso, circondato da un grande lago, è formato da tre elementi: un grande parallelepipedo con le caratteristiche arcate e due corpi più bassi e sinuosi che sembrano fuoriuscire dal corpo centrale.

Contigua al territorio urbano di Segrate, ma su terreno del comune di Milano, si trovano la Moschea e il Centro Culturale dell'UCOII, generalmente chiamati Moschea di Segrate.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[8]

Stranieri[modifica | modifica wikitesto]

Al 31 dicembre 2010 gli stranieri residenti nel comune di Segrate in totale sono 3.222[9]. Tra le nazionalità più rappresentate troviamo:

Paese Popolazione (2010)
Filippine Filippine 589
Ecuador Ecuador 375
Romania Romania 253
Perù Perù 232
Sri Lanka Sri Lanka 169
Corea del Sud Corea del Sud 142
Cina Cina 127
Ucraina Ucraina 109
Marocco Marocco 86
Albania Albania 83

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Biblioteche[modifica | modifica wikitesto]

Sull territorio di Segrate è presente la Biblioteca Comunale, strutturata con una sede centrale in Segrate centro, e alcune sedi decentrate, situate nel quartieri di Milano Due, Redecesio, San Felice, Novegro, Rovagnasco. I servizi offerti includono la consultazione e il prestito di libri, quotidiani, periodici, dvd, cd musicali, cd-rom e risorse digitali. È possibile navigare in internet da postazioni multimediali fisse oppure attraverso la rete wireless gratuita e accedere alla biblioteca digitale per consultare on-line quotidiani italiani e stranieri, banche dati professionali, risorse audio e video, e-book.[10]

Scuole[modifica | modifica wikitesto]

Sul territorio di Segrate sono presenti le seguenti istituzioni scolastiche[11]:

  • 4 Asili Nido Comunali
  • 6 Asili Nido privati convenzionati con il Comune
  • 4 Asili Nido privati non convenzionati
  • 8 Scuole dell'Infanzia Statali
  • 2 Scuole dell'Infanzia Paritarie
  • 6 Scuole Primarie Statali
  • 5 Scuole Secondarie di I Grado Statali

Non sono presenti Scuole Secondarie di II Grado. Da settembre 2002 a settembre 2014 Segrate ha ospitato sul proprio territorio il Liceo Classico e di Ricerca San Raffaele[12][13], trasferitosi nel settembre 2014 nel comune di Milano, nel contesto dell'Università Vita e Salute e dell'Ospedale San Raffaele, dove aveva già avuto sede dal 1987 al 2002.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

I quartieri di Segrate sono: Segrate Centro, Rovagnasco, Milano Due, Redecesio, Lavanderie, Villaggio Ambrosiano, Novegro, Tregarezzo e San Felice.

  • Villaggio Ambrosiano, di fianco alla strada provinciale Cassanese, deve il suo nome alla presenza di una statua di sant'Ambrogio in via San Carlo. È un quartiere residenziale, con parco ed edilizia di tipo prevalentemente privato. La sua parrocchia è Sant'Ambrogio ad Fontes. Sulla facciata di molte abitazioni del Villaggio è presente una piccola icona di sant'Ambrogio. In via Papa Giovanni XXIII vi sono inoltre sia la nuova che la vecchia sede dei Carabinieri di Segrate.
  • Quartiere dei Mulini, quartiere di recente realizzazione (1992), è costituito in prevalenza da villette a schiera. Al suo interno vi si trova la residenza per anziani "San Rocco".
  • Rovagnasco, situato a ovest del Villaggio Ambrosiano è un denso quartiere residenziale; vi si trova anche la Cascina Commenda, recentemente ristrutturata, in cui è posto un teatro.
  • Segrate Centro, situato di fianco alla Cassanese, dal lato opposto rispetto a quello del Villaggio e di Rovagnasco, è il nucleo più antico di Segrate, dal momento che è documentata la presenza di un centro abitato, probabilmente da monaci, nella zona dell'attuale chiesa di Santo Stefano già dal 600 d.C. Vi è la sede sia del municipio nuovo (di recente costruzione) sia di quello vecchio, oltre alla sede della Polizia Locale. Segrate Centro è conosciuto da molti come il quartiere del "tempietto", ovvero una costruzione con le forme di un piccolo tempio greco e dei pannelli su cui esporre manifesti e locandine; questa costruzione ha però destato delle polemiche a causa della sua dubbia utilità e pertinenza con l'architettura circostante, e nel 2010 è stata infine rimossa dall'amministrazione comunale. A partire dal 2006 molte zone di Segrate centro sono state oggetto di un vero e proprio restyling per incrementare le aree verdi e l'agibilità delle strade da parte dei pedoni. Nel corso del 2013 è stata completata la sistemazione dell'area retrostante il vecchio municipio e creata quindi la Piazza San Francesco. In Via Roma si trova quello che è ritenuto il più vecchio edificio della città, un mulino del '300, purtroppo al centro di un progetto di abbattimento e costruzione di una palazzina residenziale.
  • Redecesio, situato a ovest di Segrate Centro e a sud di Lavanderie, è un quartiere quasi totalmente residenziale e vi si trova un complesso scolastico, oltre ad un laghetto e la chiesa della Madonna del Rosario. Attraverso la grande Via Rubattino è collegato direttamente con Milano. A Redecesio si trova anche la sruttura (oramai dismessa) nella quale il centro di ricerca CISE sviluppò negli anni Sessanta il primo reattore nucleare italiano funzionante ad uranio non arricchito.
  • Lavanderie, situato a sud di Milano Due e a nord di Redecesio, lungo la Cassanese, è un quartiere molto piccolo e solo residenziale; Da segnalare la presenza della Cascina Ovi, una delle più caratteristiche fra le cascine rimaste ancora integre. Era un antico monastero del XVI secolo (una parte sembra risalire al XIII) appartenuto ai padri Umiliati che iniziarono a lavorare la terra e introdussero il sistema delle marcite. All'esterno della cascina esiste tuttora un'antica cappella che si ritiene facesse parte del cimitero del convento: la Chiesetta del S. Crocifisso.[1] Attualmente la cascina è sede di diverse aziende, un ristorante e del "Centro Civico Cascina Ovi" (biblioteca, museo di Segrate, emeroteca con sala lettura, aula studenti e sala conferenze).
  • Tregarezzo, si può considerare una sottofrazione di Novegro dal momento che le sue dimensioni sono davvero ridotte rendendolo il quartiere più piccolo di Segrate.
  • Milano Due, situato a nord di Lavanderie. Centro residenziale, fu costruito negli anni settanta dalla Edilnord, società di Silvio Berlusconi. Il quartiere ospita un centro direzionale, sede delle maggiori aziende del Gruppo Fininvest fino all'inizio degli anni 2000. È tuttora presente, nel Palazzo dei Cigni, un centro di produzione TV di Mediaset.
  • San Felice, quartiere situato ad est dell'Idroscalo, al confine con i comuni di Pioltello e Peschiera Borromeo.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Idroscalo di Milano: si trova in parte nel territorio comunale di Segrate (e in parte sotto Peschiera Borromeo); è un lago artificiale originariamente pensato come aeroporto per idrovolanti e oggi dedicato alla pratica degli sport acquatici, dove sono state ospitate rassegne di livello internazionale.

Aeroporto di Linate: terzo aeroporto italiano per numero di passeggeri, è suddiviso fra i comuni di Milano, Segrate e Peschiera Borromeo.

L'Ospedale San Raffaele sorge in parte sul territorio di Segrate, in parte su quello di Milano.

Il Parco Esposizioni di Novegro si trova interamente nel territorio di Segrate, presso l'omonima frazione.

Centro Intermodale: le Ferrovie dello Stato utilizzano l'enorme fascio dei binari ferroviari che attraversa e divide in due il territorio di Segrate come centro intermodale per lo scambio dei merci camion/ferrovia.

Molte grandi aziende hanno scelto Segrate per la sua posizione strategica; tra queste Mediaset, IBM Italia, Symantec, Mondadori, TeleTu, 3M e Lexmark.

È in progetto la costruzione del Westfield Milan, secondo centro commerciale più grande d'Europa, a cura degli operatori privati Gruppo Percassi e Westfield Australia.

Esiste inoltre un sistema di radiotaxi, con sede nel territorio, che consente il collegamento tra la città e l'hinterland in brevissimo tempo. Lo stesso, grazie ad un accordo di collaborazione, offre servizio per gli anziani e disabili al comune di Peschiera Borromeo per il collegamento con ospedali e strutture sanitarie.

Il 30 aprile 2014 è stato presentato il progetto per un innovativo collegamento su monorotaia tra l'aeroporto di Milano Linate e la stazione ferroviaria di Segrate, con fermate presso il parco Esposizioni di Novegro, il quartiere di Redecesio ed il futuro centro commerciale. I tempi di progettazione e realizzazione dell'opera sono stati, forse troppo ottimisticamente, annunciati in poco più di 12 mesi, in tempo per Expo 2015.

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio di Segrate è attraversato in direzione est-ovest dal tracciato della ex-S.P. 103 "Cassanese" e della S.P. 14 "Rivoltana" ed in direzione nord-sud dalla S.P. 160 "Mirazzano-VImodrone". La ex-S.P. 103 è interessata da un'opera incompiuta denominata "viabilità speciale", che dovrebbe costituire il tracciato alternativo alla "Cassanese", collegando lo svincolo di Lambrate della tangenziale est di Milano con il centro intermodale delle ferrovie, proseguendo verso il territorio del comune di Pioltello. L'opera è stata iniziata oltre 25 anni fa e presto abbandonata. I lavori sono ripresi con la firma di un protocollo d'intesa nel 2009 e sospesi per questioni burocratiche, di mancanza di finanziamenti e di innalzamento della falda acquifera. Per il primo lotto si prevede il completamento dopo Expo 2015 mentre il secondo lotto (dal centro intermodale a Pioltello) è di competenza di un operatore privato (Percassi / Westfield) che dovrebbe realizzarlo a scomputo degli oneri di urbanizzazione di un centro commerciale e per il cui completamento non vi sono previsioni. La S.P. 14 "Rivoltana" è interessata a lavori di trasformazione in strada extraurbana a scorrimento veloce a due carreggiate separate e due corsie per ogni senso di marcia. I lavori nel territorio di Segrate sono iniziati nel 2012 e se ne prevede il completamento in tempo per Expo 2015.

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

La stazione di Segrate (in realtà tecnicamente una fermata, in quanto trattasi di struttura impresidiata e senza servizi) è stata inaugurata nel maggio 2003 nell'ambito dei lavori di quadruplicamento della tratta Milano-Treviglio della ferrovia Milano-Venezia.

Dal dicembre 2004, con l'istituzione delle LineeLinee S di Milano.svg del Servizio ferroviario suburbano di Milano la stazione di Segrate è servita dalla linea:

  • S5 (Treviglio – Gallarate/Varese)

Dal 13 dicembre 2009 a Segrate è attiva anche la linea:

  • S6 (Treviglio/Pioltello – Novara)

Insieme alla linea S5 collega Segrate con Pioltello e Milano con una frequenza di 15 minuti. In direzione di Milano le due linee da Segrate raggiungono direttamente la Stazione di Porta Vittoria, proseguendo per le stazioni milanesi di Dateo, Porta Venezia, Repubblica e Porta Garibaldi. È in fase di discussione la proposta di istituire la fermata "Redecesio", in Piazza Molise, sulla linea S5-S6.

Trasporti pubblici[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Segrate è servito dalle autolinee:

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2005 2010 Adriano Alessandrini centrodestra Sindaco
2010 in carica Adriano Alessandrini centrodestra Sindaco

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La città di Segrate è caratterizzata da un considerevole numero di società sportive di diverso tipo quali calcio, pallavolo, pallacanestro, nuoto, pallanuoto, canoa/kayak, canottaggio e judo. Alcune società hanno raggiunto una certa notorietà grazie alle loro prestazioni sportive. Tra le tante i maggiori successi sono stati conseguiti da Volley Segrate 1978 e dall'Idroscalo Club. Nella stagione stagione 2011/2012 il Volley Segrate 1978 ha partecipato al campionato maschile di pallavolo A2 classificandosi sesto e giungendo alle semifinali dei Playoff. Segrate contava ben tre società di calcio nel suo territorio, ovvero l'Accademia Segrate calcio, l'A.C. Segrate e la Fulgor, le ultime due militano in Seconda e Terza categoria. Dalla stagione 2009/2010 Accademia Segrate e A.C. Segrate si sono fuse in un'unica squadra chiamata Città di Segrate. L'Idroscalo Club è invece tra le società più importanti di canottaggio, canoa e kayak in Italia. In questi ultimi sport ha ottenuto il primo posto nella classifica nazionale FICK 2006 per risultati. La Gammabasket Segrate (società cestistica) è stata recentemente promossa al campionato di fascia superiore. Per quanto riguarda il Judo, la società A.S.D. Judo Club Segrate si è aggiudicata dal 2001 al 2007 per 7 anni consecutivi il titolo di società campione regionale in base ai punti guadagnati nel ranking regionale dai suoi atleti nelle competizioni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 marzo 2012.
  2. ^ Dato Istat all'1/1/2009.
  3. ^ ATLANTE EOLICO ITALIA
  4. ^ DISTRIBUZIONE INQUINAMENTO IN ITALIA
  5. ^ Regio Decreto n° 4837 del 17 gennaio 1869, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia n° 53 del 22 febbraio 1869
  6. ^ Regio Decreto n° 5167 del 21 giugno 1869, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia n° 199 del 23 luglio 1869
  7. ^ Feltrinelli 40 anni dopo la morte: tragico incidente o omicidio politico?
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  9. ^ Statistiche demografiche ISTAT
  10. ^ Sito ufficiale del Comune. URL consultato l'11 dicembre 2012.
  11. ^ Sito ufficiale del Comune. URL consultato l'8 dicembre 2012.
  12. ^ sito ufficiale Liceo Classico e di Ricerca San Raffaele
  13. ^ video di presentazione Liceo Classico e di Ricerca San Raffaele

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]