Vanzaghello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vanzaghello
comune
Vanzaghello – Stemma Vanzaghello – Bandiera
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Milano-Stemma.png Milano
Sindaco Gian Battista Gualdoni (lista civica) dal 14/06/2009
Territorio
Coordinate 45°35′00″N 8°47′00″E / 45.583333°N 8.783333°E45.583333; 8.783333 (Vanzaghello)Coordinate: 45°35′00″N 8°47′00″E / 45.583333°N 8.783333°E45.583333; 8.783333 (Vanzaghello)
Altitudine 194 m s.l.m.
Superficie 5,51 km²
Abitanti 5 363[1] (31-12-2011)
Densità 973,32 ab./km²
Comuni confinanti Castano Primo, Lonate Pozzolo (VA), Magnago, Samarate (VA)
Altre informazioni
Cod. postale 20020
Prefisso 0331
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 015249
Cod. catastale L664
Targa MI
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti vanzaghellesi
Patrono sant'Ambrogio
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Vanzaghello
Posizione del comune di Vanzaghello nella provincia di Milano
Posizione del comune di Vanzaghello nella provincia di Milano
Sito istituzionale

Vanzaghello (Vanzaghèll in dialetto milanese) è un comune di 5363 abitanti della provincia di Milano situato nella sua zona ovest al confine con la provincia di Varese, nell'Altomilanese.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Il comune di Vanzaghello sorge all'estremità nord-occidentale della provincia di Milano ed è al confine con la provincia di Varese, tramite i comuni di Lonate Pozzolo, Samarate e della non fisicamente confinante ma vicinissima Busto Arsizio. Fa quindi parte del comprensorio detto dell'Altomilanese.

Il territorio comunale di Vanzaghello, come altri 46 città o paesi presenti in Lombardia, è inserito nella lista dei comuni che fanno parte del Parco naturale lombardo della Valle del Ticino.

Il territorio comunale ha un'altitudine che varia dai 186 ai 210 m.s.l.m..

Il territorio comunale è inoltre lambito, all'estremità sud-occidentale, dal torrente Arnetta.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il Comune di Vanzaghello nacque nel Medioevo in quanto sede di parrocchia. La sua prima soppressione risale al 4 novembre 1809 quando il governo di Napoleone ritenne i suoi 762 abitanti troppo poco numerosi per giustificarne l'autonomia, e annesse il territorio a Magnago. Se tale provvedimento fu annullato dagli austriaci al loro ritorno, fu riproposto da Vittorio Emanuele II il 10 marzo 1869, quando l'abitato contava 1220 residenti. L'autonomia comunale fu restaurata, un secolo dopo, il 28 maggio 1968, data a cui è stata dedicata una via, dalla scissione della frazione omonima dal comune di Magnago.

Le prime amministrazioni comunali furono composta da maggioranze facenti capo alla Democrazia Cristiana, mentre il PCI e il PSI rimasero all'opposizione.

Negli anni novanta seguirono amministrazioni di centro destra con minoranze di sinistra e leghiste. Dal 2004 una amministrazione di centro sinistra è alla guida del paese, riconfermata alle elezioni di giugno 2009.

È uno dei primi comuni della Provincia di Milano a stabilire regole per il risparmio energetico ed idrico nel Regolamento edilizio (gennaio 2007). Nel luglio 2007 ha predisposto il PGT cercando una sintesi tra crescita urbanistica, compatibilità ambientale e attenzione ai bisogni dei cittadini.

Vanzaghello insieme al limitrofo comune di Magnago sta subendo negli ultimi anni un boom edilizio, causato dal minor costo degli immobili locali rispetto a quelli di città come Busto Arsizio, dalla quale infatti proviene la maggior parte dei trasferimenti. Vanzaghello conta 2107 famiglie.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[2]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica sorgente]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 281 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Pakistan Pakistan 54 1,02%

Economia[modifica | modifica sorgente]

Negli anni anteguerra l'economia da agricola passa ad industriale grazie all'attività del "Cotonificio Valle Ticino" del Conte Treccani.

La crisi del tessile degli anni sessanta colpisce duramente l'economia locale: negli anni settanta ed ottanta Vanzaghello sviluppa una economia basata sull'artigianato tessile, di maglieria e meccanico: spesso si tratta di lavoro familiare per conto di terzi.

Negli ultimi anni l'economia è sempre più basata sui servizi e su poche industrie, infatti si potrebbe ormai dire che le più grandi aziende del comune sono quelle rappresentate dagli impiegati del municipio e dal centro commerciale Bennet, che firmò alla sua apertura un contratto con il comune, con cui si impegnava ad assumere dopo un periodo di prova qualsiasi giovane vanzaghellese che si fosse presentato a cercare lavoro.

Aree Pubbliche[modifica | modifica sorgente]

Il comune di Vanzaghello presenta 3 aree pubbliche. La prima, la più grande, è ubicata in via Roma e offre oltre a dei giochi per bambini, un bar e un campo di pallavolo, oltre ad una piccola area per serate musicali, che diventa di giorno una pista di pattinaggio, vi è inoltre esposta una locomotiva a vapore 835.163, vittima di numerosi writers. La seconda area è l'Europa Unita di via Piave, dove ogni anno si svolge la festa d'estate. La terza è ubicata in viale Milano (la ex Strada statale 341 Gallaratese) ora diventata strada comunale, è la meno frequentata e anche la più piccola.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Strade statali e provinciali[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Strade provinciali della provincia di Milano.

Superstrade[modifica | modifica sorgente]

Ferrovie[modifica | modifica sorgente]

Sul territorio comunale di Vanzaghello è ubicata la stazione di Vanzaghello-Magnago, che serve anche il comune limitrofo, sulla Ferrovia Novara-Seregno gestita da FERROVIENORD e servita da treni regionali Trenord a frequenza oraria e semioraria della direttrice Milano-Saronno-Busto Arsizio-Novara. La stazione è anche punto di passaggio dal singolo al doppio binario. Inoltre il territorio comunale, nella zona commerciale confinante con Busto Arsizio, è attraversato da un tratto della Ferrovia Busto Arsizio-Malpensa Aeroporto. Nel 2006 è stata anche costruita una bretella di binari percorribile a 100 chilometri orari che permette l'instradamento di un treno da Malpensa Aeroporto in direzione di Vanzaghello e Novara senza bisogno di effettuare alcun regresso. Tuttavia, l'assenza momentanea di traffico merci sulla linea ha fatto sì che l'unico utilizzo della bretella sia finora stato il collegamento ferroviario ad Alta Velocità fra Torino Porta Nuova e Malpensa Aeroporto, effettuato per poche settimane del 2006, in concomitanza dello svolgimento delle Olimpiadi invernali di Torino 2006.

Autolinee[modifica | modifica sorgente]

Il comune è servito dagli autobus interurbani gestiti da Movibus delle linee:

Aeroporti[modifica | modifica sorgente]

Il comune dista meno di dieci km dall'Aeroporto internazionale di Malpensa, raggiungibile utilizzando la Strada statale dell'Aeroporto della Malpensa

Sport[modifica | modifica sorgente]

Calcio[modifica | modifica sorgente]

La squadra di calcio di Vanzaghello è l' U.S. Vanzaghellese 1970 che milita attualmente nel girone N di Prima Categoria lombardo.

Personalità[modifica | modifica sorgente]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Il sindaco è dal 2004 il dottor Gian Battista Gualdoni, della lista civica.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]