Mare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Mare (disambigua).
Il mare a Capo Testa, in Sardegna
Barca a vela che solca il mare di fronte alle coste dell'isola di Procida
Mare messicano

Il mare è una vasta distesa di acqua salata convergente con i continenti e connessa con un oceano. Lo stesso termine è alle volte usato per indicare laghi, normalmente salati o molto voluminosi, che non hanno sbocchi sull'oceano come ad esempio il Mar Caspio, il Mar Morto ed il Mar di Galilea. Il termine mare è usato anche come sinonimo di oceano quando esprime un concetto generico, per esempio quando si parla dei mari tropicali o dell'acqua marina riferendosi a quella oceanica in generale.

Mar Ionio, sulla costa di Catanzaro

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il confine tra acqua e terra è denominato costa, litorale o "bacino". Il mare, non essendo solido, presenta vari movimenti delle acque che lo compongono e i principali movimenti sono:

Altri fenomeni marini che determinano dei movimenti delle acque sono gli uragani e le trombe marine.

La condizione del mare è determinata dalla scala Douglas.

Mari[modifica | modifica wikitesto]

Sono suddivisi secondo l'oceano di appartenenza.

Oceano Pacifico[modifica | modifica wikitesto]

Oceano Atlantico[modifica | modifica wikitesto]

Oceano Indiano[modifica | modifica wikitesto]

Mare Glaciale Artico[modifica | modifica wikitesto]

Mari Antartici[modifica | modifica wikitesto]

Mari interni[modifica | modifica wikitesto]

Un mare si definisce "interno" quando è completamente racchiuso da un continente e non è collegato con altri mari se non grazie a fiumi. Mari interni sono:

Mari extraterrestri[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Mare (esogeologia).

La Luna è caratterizzata da varie configurazioni morfologiche chiamate mari. Sono stati chiamati mari perché il colore più scuro faceva presupporre la presenza di acqua, nonostante si tratti in verità di pianure basaltiche. Sulla Luna è presente dell'acqua sotto forma di ghiaccio; l'origine di tale ghiaccio dovrebbe essere dovuta a comete che si sono scontrate con il satellite in posizioni poco o per nulla irradiate dai raggi del Sole. Acqua liquida potrebbe essere presente sulla superficie o nel sottosuolo di molti satelliti, tra cui ricordiamo principalmente Europa, una delle lune di Giove. Si pensa che Europa ospiti al suo interno un vero e proprio oceano sotto la superficie ghiacciata, circondante tutto il satellite. Si pensa che sulla superficie di Titano siano presenti idrocarburi liquidi, anche se sarebbe più esatto descriverli come "laghi" al posto di "mari".

Studio del mare[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Moto ondoso.

Lo studio del comportamento del mare, e dei suoi fenomeni è sempre stato collegato con la navigazione, lasciata spesso alle considerazioni basate sull'esperienza dei marinai. Tuttavia a livello scientifico il suo studio non è mai stato troppo sviluppato finché non c'è ne stato l'interesse. Una prima grande campagna di ricerca venne fatta per poter prevedere le migliori condizioni per lo sbarco in Normandia della seconda guerra mondiale, altri fondi di ricerca furono stanziati dalle multinazionali nelle campagne di trivellazione delle piattaforme petrolifere dagli anni cinquanta ad oggi. Ancora oggi, gran parte delle ricerche si basano su considerazioni sperimentali e probabilistiche. Il movimento delle onde si definisce come moto ondoso e con le dovute approssimazioni il loro studio è stato suddiviso in diversi tipi di onde, che si possono definire regolari[1] o irregolari[2].

Costa[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi costa.

La costa o litorale è la linea di confine tra la terra e l'acqua di un oceano, golfo, mare o grande lago. Comprende sia la spiaggia sommersa che quella emersa e termina quando cambia l'assetto vegetativo o fisiologico. Le onde marine, il moto ondoso, le maree sviluppano fenomeni di trasporto dei sedimenti, che può essere longitudinale o trasversale alla linea di riva. Sotto il profilo della pendenza di una spiaggia, essa può essere divisa in dissipativa, intermedia o riflettente.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Onde regolari progressive. URL consultato il 4 agosto 2013.
  2. ^ Onde irregolari. URL consultato il 4 agosto 2013.
  3. ^ Processi costieri. URL consultato il 5 agosto 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]