Mar Rosso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la regione del Sudan, vedi Mar Rosso (stato).
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Mar Rosso
Mer rouge1b.jpg
Il Mar Rosso dal satellite (è possibile anche scorgere il Nilo)
Parte di Oceano Indiano
Stati Arabia Saudita, Egitto, Eritrea, Gibuti, Israele, Yemen, Sudan
Coordinate 22°N 38°E / 22°N 38°E22; 38Coordinate: 22°N 38°E / 22°N 38°E22; 38
Dimensioni
Superficie 438.000 km²
Lunghezza 2250 km
Larghezza 355 km
Profondità massima 2211 m
Profondità media 490 m
Volume 233.000 km³
Red Sea.png

Il Mar Rosso (in arabo: البحر الأحمر, al-Baḥr al-Aḥmar; ebraico: ים סוף, Yam Suf; tigrino: ቀይሕ ባሕሪ, Qeyḥ baḥri) è un mare compreso tra l'Africa e la Penisola arabica comunicante con il Mar Mediterraneo attraverso il canale di Suez, e con l'Oceano Indiano tramite lo stretto di Bab el-Mandeb.

Il Mar Rosso si biforca in corrispondenza della penisola del Sinai, dando luogo al Golfo di Aqaba ad oriente, e al Golfo di Suez ad occidente. Su di esso si affacciano numerosi Stati: Egitto, Israele, Giordania, Arabia Saudita, Yemen, Gibuti, Eritrea e Sudan.

Conosciuto nell'Antico Egitto con il nome di Verdissimo, oggi il Mar Rosso è particolarmente importante in quanto consente l'accesso al canale di Suez di enorme importanza strategica e commerciale.

Sul mar Rosso si affacciano alcune importanti località di villeggiatura egiziane, (Sharm el-Sheikh, Hurghada, Marsa Alam, Berenice) e Aqaba che ospitano ogni anno moltissimi turisti, soprattutto europei.

Importanti geopoliticamente anche il porto di Elat, che costituisce l'unico sbocco su questo mare di Israele, e lo stato dell'Eritrea che impedisce l'accesso al mare all'Etiopia.

Nel libro dell'Esodo dell'Antico Testamento è narrato il passaggio del mar Rosso da parte degli Ebrei guidati da Mosè in fuga dall'Egitto. In questa occasione si racconta che Dio aprì le acque di fronte agli Ebrei per poi richiuderle nel momento in cui lo attraversavano le truppe egizie che li inseguivano.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]