Planisfero di Cantino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il planisfero di Cantino presso la Biblioteca Estense di Modena
Cantino rhumb line system.JPG

Il Planisfero di Cantino (o Mappa del mondo di Cantino) è la mappa più antica che mostra le scoperte geografiche portoghesi ad occidente e a oriente. Il nome viene da Alberto Cantino, un agente del Duca di Ferrara, che portò di contrabbando dal Portogallo all'Italia nel 1502. La mappa è particolarmente famosa perché ritrae la costa brasiliana, scoperta nel 1500 dall'esploratore portoghese Pedro Álvares Cabral, e per mostrare la costa africana dell'oceano atlantico e indiano con grande accuratezza e dettaglio. Al giorno d'oggi è importante perché contiene informazioni storiche sull'esplorazione marittima e l'evoluzione della cartografia nautica in un periodo particolarmente interessante. Il planisfero è la più antica carta nautica dove i luoghi (in Africa, e parte del Brasile e dell'India) sono raffigurati secondo le latitudini da loro osservate astronomicamente.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]