Mare delle Andamane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Coordinate: 10°28′33″N 95°41′40″E / 10.475833°N 95.694444°E10.475833; 95.694444

Mare delle Andamane
Parte di Oceano Indiano
Stati Birmania Birmania
India India
Thailandia Thailandia
Dimensioni
Superficie 797 700 km²
Lunghezza 1200 km
Larghezza 650 km
Idrografia
Isole Andamane, Arcipelago di Mergui
LocationAndamanSea.png

Il mare delle Andamane (birmano: မုတ္တမ; IPA: [moʊʔtəma̰]) è un mare al sud-est della baia del Bengala, al sud della Birmania, ad ovest della Thailandia e ad est delle isole Andamane; fa parte dell'Oceano Indiano.

È lungo approssimativamente 1200 chilometri (nord-sud) e largo 650 chilometri (est-ovest), con una superficie di 797.700 km². Nel sud-est il mare delle Andamane forma lo stretto di Malacca, che separa la penisola Malese dall'isola di Sumatra.

l'attività sismico/vulcanica del mare delle Andamane.

Placche tettoniche[modifica | modifica sorgente]

Nel fondo oceanico del mare delle Andamane corrono da nord a sud due placche tettoniche: La placca della Birmania e la placca di Sunda, che si crearono con im continui scontri fra la placca euroasiatica e quella indiana. Come risultato il fondo marino si espanse formando una conca marginata che cominciò la sua formazione fra i 3 e i 4 milioni di anni fa.

Attività vulcanica[modifica | modifica sorgente]

A est della principale isola dell'arcipelago delle Andamane, la grande Andamana, si trova l'isola Barren su cui c'è un vulcano attivo (l'unico del subcontinente indiano), Quest'attività vulcanica è provocata per la subduzione della placca indiana sull'arco delle isole Andamane che fa emergere magma nella placca della Birmania.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Immagine satellitare del mare delle Andamane