Viboldone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Viboldone
frazione
L'abbazia
L'abbazia
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Milano-Stemma.png Milano
Comune San Giuliano Milanese-Stemma.png San Giuliano Milanese
Territorio
Coordinate 45°23′13″N 9°16′38″E / 45.386944°N 9.277222°E45.386944; 9.277222 (Viboldone)Coordinate: 45°23′13″N 9°16′38″E / 45.386944°N 9.277222°E45.386944; 9.277222 (Viboldone)
Altitudine 97 m s.l.m.
Abitanti 87 (2001)
Altre informazioni
Cod. postale 20098
Prefisso 02
Fuso orario UTC+1
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Viboldone

Viboldone (Viboldon in dialetto milanese) è una frazione della città lombarda di San Giuliano Milanese, celebre per l'omonima abbazia.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La località è un borgo agricolo di antica origine.

In età napoleonica (1809) furono aggregati a Viboldone i comuni di Civesio e Rancate, e due anni dopo San Donato[1], San Giuliano[2] e Sesto Ulteriano. Tutti i centri recuperarono l'autonomia con la costituzione del Regno Lombardo-Veneto (1816).

Dopo alcuni anni (1841), Civesio e Rancate furono di nuovo annesse, definitivamente, a Viboldone, insieme a Videserto.

All'Unità d'Italia (1861) il comune di Viboldone contava 1.209 abitanti.

Nel 1869 al comune di Viboldone vennero aggregati i comuni di Sesto Ulteriano, San Giuliano e Zivido[3], e l'anno successivo il comune di Pedriano[4].

Nel 1893 la sede comunale fu spostata a San Giuliano, posta sulla strada Milano-Lodi, e il comune assunse la denominazione di San Giuliano Milanese[5]. Viboldone fu degradata al rango di frazione.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ che nel 1809 aveva aggregato Bolgiano
  2. ^ che nel 1809 aveva aggregato Carpianello e Zivido
  3. ^ Regio Decreto 14 febbraio 1869, n. 4903
  4. ^ Regio Decreto 9 giugno 1870, n. 5722
  5. ^ Regio Decreto 15 aprile 1893, n. 312

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]