Annie Besant

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Annie Besant, da giovane

Annie Wood Besant (Londra, 1º ottobre 1847Adyar, 20 settembre 1933) è stata un'attivista, saggista ed esoterista inglese.

Annie Besant, foto scattata a Sidney (Australia) nel 1922

È stata fondatrice dell'Ordine Mistico del Tempio della Rosacroce.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si impegnò per i diritti dei lavoratori ma soprattutto delle donne, mettendosi a capo di azioni di protesta e scrivendo articoli di propaganda. Riuscì a portare a termine con successo uno sciopero di fiammiferaie contro la fabbrica in cui lavoravano in condizioni disumane. È conosciuta per i suoi numerosi scritti esoterici. Fece parte della Fabian Society.

Dopo aver letto la Dottrina segreta della Blavatsky entrò nella Società Teosofica e nel 1891 le succedette nelle direzione della sezione esoterica.

Nel 1907, alla morte del colonnello Olcott, venne eletta presidente della Società.

Fu anche affiliata all'obbedienza massonica della Gran Loggia Unita d'Inghilterra; caso eccezionale, poiché in essa, le donne non possono essere ammesse.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Tra le sue opere, I sette principi dell'uomo (1892), La struttura del cosmo (1894), La morte e dopo (1895), La sapienza antica (1897), Il Cristianesimo esoterico (1901), Genova, I Dioscuri 1988, Il potere del pensiero (1901), Unità essenziale di tutte le religioni (1909), Genova, I Dioscuri 1990, La venuta dell'Istruttore mondiale (1925), Autobiografia (1955) Reincarnazione (Marco Valerio, 2008).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 68925562 LCCN: n50011124