Affidavit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Negli ordinamenti di common law l'affidavit (in latino diede affidamento, giurò) è una dichiarazione scritta, resa da una persona (detta affiant o deponent) attorno a uno o più fatti giuridici e confermata dal giuramento davanti a un commissioner for oaths, che può essere un notary public (figura diversa dal notaio cosiddetto latino dei paesi di civil law), avvocato, giudice di pace o altro soggetto autorizzato.

L'affidavit è ammesso dai giudici quale prova come fosse una testimonianza del deponent; in ciò si distingue dalla statutory declaration che non è confermata da giuramento e che, pertanto, non è ammessa come prova. Sebbene sia per lo più utilizzato nel processo civile, può essere utilizzato anche in quello penale.

In ordinamenti di civil law, corrispondente all'affidavit è la "dichiarazione giurata" (nell'ordinamento italiano vedi articolo 37 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445); per certi versi anche l'atto notorio (che, peraltro, è atto pubblico[senza fonte] mentre, come detto, l'affidavit ha la stessa efficacia probatoria di una testimonianza) può avere una funzione vicina quella dell'affidavit.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Diritto