Devon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Devon (disambigua).
Devon
Contea cerimoniale e (più piccola) non metropolitana
Devon – Bandiera
Localizzazione
Stato Regno Unito Regno Unito
   Inghilterra Inghilterra
Regione Sud Ovest
Amministrazione
Capoluogo Exeter
Territorio
Coordinate
del capoluogo
50°43′18.48″N 3°32′01.02″W / 50.7218°N 3.533617°W50.7218; -3.533617 (Devon)Coordinate: 50°43′18.48″N 3°32′01.02″W / 50.7218°N 3.533617°W50.7218; -3.533617 (Devon)
Superficie 6 707 km²
Abitanti 1 141 600 (2008)
Densità 170,21 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC+0
ISO 3166-2 GB-DEV
Codice ONS 18
Cartografia

Devon – Localizzazione

Sito istituzionale

Il Devon (pronuncia [ˈdɛvən]), o storicamente Devonshire, è una contea del Regno Unito, sita sulla penisola di Cornovaglia, in Inghilterra.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

La contea di Devon è una delle contee più estese dell'Inghilterra. È bagnata a nord dal Mare Celtico, ad est confina con il Somerset ed il Dorset, a sud si affaccia sulla Manica ed a ovest confina con la Cornovaglia.

L'area centro meridionale della contea è dominata dall'altopiano granitico del Dartmoor. Il punto più elevato, la cui cima è denominata High Willhays, raggiunge l'altezza di 621 m s.l.m. Il Dartmoor, che è protetto da un parco nazionale, ha la tipica vegetazione della brughiera. Dall'altopiano scendono numerosi fiumi, tra cui i principali sono: Torridge, Taw, Teign, Bovey, Dart, Avon, Plym e Tavy. Il territorio drenato da questi fiumi, a valle del Dartmoor, è ondulato. La contea è percorsa da altri rilievi collinari lungo il confine orientale. In particolare nel nord-est dove si estende la propaggine occidentale delle colline dell'Exmoor. Nell'Exmoor ha origine il fiume Exe che sfocia con un largo estuario nella Manica in corrispondenza della città capoluogo di contea di Exeter. Al confine orientale con il Somerset si elevano le Blackdown Hills da cui discendono i fiumi Culm e Otter. Quest'ultimo prima di raggiungere il mare bagna i paesi Otter St. Mary e Honiton. Sia la costa sud che nord del Devon è alta e rocciosa, con poche spiagge, ed è frastagliata con profonde insenature. Il fiume Tamar, scava un largo estuario che segna quasi tutto il confine occidentale con la Cornovaglia. Sulla sponda orientale del Tamar è situata la città portuale di Plymouth, la più grande della contea. Altre città importanti della costa orientale sono il centro turistico di Torquay, Paignton ed il porto peschereccio di Brixham. Più a sud è posta Dartmouth, situata alla bocca dell'estuario del fiume Dart. A monte dello stesso estuario è posta la cittadina di Totnes. Nell'estremo sud, sull'estuario di Kingsbridge, è situato il porto di Salcombe e la cittadina di Kingsbridge posta al margine settentrionale dello stesso estuario. Nella zona centrale della contea è situata Okehampton posta al margine settentrionale del Dartmoor. Al margine occidentale del Dartmoor, sul fiume Tavy, sorge Tavistock. Sulla costa settentrionale sono situate le cittadine di Barnstaple (alla foce del fiume Taw), Bideford e Great Torrington (sul fiume Torridge) e Ilfracombe all'estremo nord sul Canale di Bristol.

Divisione amministrativa[modifica | modifica sorgente]

La contea di Devon è divisa nei distretti amministrativi di: Exeter , East Devon , Mid Devon , Torridge , West Devon , South Hams e Teignbridge. La città di Plymouth costituisce un distretto unitario dal 1998. La conurbazione urbana costituita da Torquay, Paignton e Brixham, chiamata Torbay, costituisce anch'essa dal 1998, un distretto unitario.

Suddivisioni[modifica | modifica sorgente]

Devon Ceremonial Numbered.png
  1. Exeter
  2. East Devon
  3. Mid Devon
  4. North Devon
  5. Torridge
  6. West Devon
  7. South Hams
  8. Teignbridge
  9. Plymouth (autorità unitaria)
  10. Torbay (autorità unitaria)

Economia[modifica | modifica sorgente]

L'economia della contea ha risentito notevolmente della crisi delle attività tradizionale della pesca, dello sfruttamento minerario e dell'agricoltura. In particolare l'allevamento è stato colpito gravemente dall'epidemia di afta epizootica del 2001. Le industrie principali sono quelle alimentari, meccaniche, tessili e del legno. Un ruolo importante per l'economia della città di Plymouth è svolto dalla presenza della base navale di Devonport, la più importante dell'Unione Europea. Il turismo ha un ruolo notevole nell'economia della contea, che benificia dello sviluppo turistico offerto delle due coste e dei parchi nazionali di Dartmoor e Exmoor.

Luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

Paesaggio del Dartmoor
Scorcio della riviera di Torquay con l'alta marea
  • Berry Head - promontorio sulla costa sud con resti archeologici dell'età del ferro.
  • Buckfast Abbey - abbazia cattolica ai margini del Dartmoor.
  • Buckland Abbey - casa del esploratore e navigatore Francis Drake.
  • Castello di Totnes
  • Castello di Dartmouth
  • Cattedrale di Exeter
  • Dartmoor - Parco Nazionale, ricco di flora, fauna, archeologia industriale, resti preistorici (tra cui il sito di Grimspound, risalente all'Età del Bronzo).
  • Exmoor, parco nazionale
  • Faro di Eddystone - posto su di uno scoglio a largo di Plymouth.
  • Jurassic Coast- spettacolare tratto di costa da Exmouth in Devon a Swanage in Dorset (Patrimonio dell'Umanità UNESCO).
  • Linee ferroviarie storiche a vapore:
    • Babbacombe Cliff Railway
    • Bideford & Instow Railway
    • Dartmoor Railway
    • Lynton and Barnstaple Railway
    • Paignton & Dartmouth Steam Railway
    • Plym Valley Railway
    • South Devon Railway
  • Lundy - isola sulla costa nord
  • Lynmouth - villaggio sulla costa dell'Exmoor
  • Plymouth Hoe - parco di Plymouth con magnifica vista sul Plymouth Sound, l'isola di Drake e il parco di Mount Edgcumbe in Cornovaglia. Ospita la Smeaton Tower il faro posto precedentemente sullo scoglio di Eddystone e ricostruito qui nel 1877.
  • Torquay - rinomata stazione balneare della "English Riviera", luogo di nascita di Richard Francis Burton e Agatha Christie.

Il paesaggio minerario[modifica | modifica sorgente]

I secoli diciottesimo e diciannovesimo hanno visto un fiorire dell'industria estrattiva in Cornovaglia e nel Devon. L'aspetto del territorio è stato completamente modificato da questa nuova fonte industriale e l'UNESCO, nel 2006, ne ha riconosciuto l'importanza aggiungendo il territorio ai Patrimoni dell'umanità con il nome di Paesaggio minerario della Cornovaglia e del Devon occidentale.

Tra gli ex-siti minerari, figura quello di Morwellham Quay (ora trasformato in museo all'aperto)[1].

Persone legate a Devon[modifica | modifica sorgente]

Bandiera[modifica | modifica sorgente]

La bandiera adottata nel 2003 dalla contea di Devon.

Il Devon ha adottato una propria bandiera, anche se questa non ha uno status ufficiale. La bandiera, dedicata a Petroc, un santo locale, è stata adottata nel 2003 a seguito di una consultazione organizzata dalla BBC a Devon.[3]

La bandiera scelta ha ricevuto il 49% dei consensi ma la sua adozione ha creato notevoli dibattiti, particolarmente nella contea confinante della Cornovaglia, che ha una propria bandiera, ma che contesta alla contea del Devon la necessità di averne una propria.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Morwellham Quay - Sito ufficiale
  2. ^ Cattell R.B., (1937) Under sail through red Devon: being the log of the voyage of Sandpiper. Alexander Maclehose & Co., Ibstock, Leicestershire, Great Britain.
  3. ^ (EN) Flag celebrates Devon's heritage.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Regno Unito Portale Regno Unito: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Regno Unito