Banco Desio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Banco di Desio e della Brianza Spa
Stato Italia Italia
Tipo Società per azioni
Borse valori Borsa di Milano (Borsa Italiana: BDB )
Fondazione 1909 a Desio
Fondata da Egidio Gavazzi
Sede principale Desio (MB)
Filiali Banco Desio Spa, Banca popolare di Spoleto
Persone chiave Agostino Gavazzi (P), Stefano Lado (VP),Tommaso Cartone (AD), Luciano Colombini (DG)
Settore Finanziario
Prodotti servizi bancari e assicurativi
Sito web www.bancodesio.it

Il Banco di Desio e della Brianza S.p.A. è un istituto di credito italiano con sede a Desio (MB). Ha filiali prevalentemente in Lombardia e controllate in Lazio, Toscana e Veneto.

Fondata nel 1909 dall'ingegner Egidio Gavazzi ha assunto la denominazione Banco Desio solo nel 1926. Incorporando la Banca della Brianza nel 1967 ha aumentato la presenza sul territorio italiano portandosi a 21 filiali.

Nel 1995 è stata quotata alla Borsa di Milano (Borsa Italiana: BDB ).

Al 4 febbraio 2011 risultava essere la quindicesima banca italiana[1] nella classifica delle 15 banche più capitalizzate quotate sulla borsa italiana. L'amministratore delegato dal 19 giugno 2012 è Tommaso Cartone.

Gruppo Banco Desio[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente Banco di Desio e della Brianza S.p.A. è la capogruppo del Gruppo Banco Desio composto da:

  • Banca Popolare di Spoleto (99 filiali nel centro Italia e sede a Spoleto)
  • Fides S.p.A;
  • Rovere Société de Gestion SA (società lussemburghese)
  • Credito Privato Commerciale S.A. in liquidazione (società svizzera)

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata nel 1909 come Cassa Rurale di Desio, assume la denominazione di Banco di Desio nel 1925, trasformandosi in società anonima e aprendo la prima filiale a Nova Milanese.

Nel 1967 raddoppia la propria presenza sul territorio, arrivando a 21 filiali per effetto della fusione per incorporazione della Banca della Brianza Sp.A. di Carate Brianza.

Nella seconda metà degli anni ’80, abbandonata la sede storica per il nuova struttura di via Rovagnati in Desio, il Banco occupa oltre 600 dipendenti con 29 filiali in Lombardia   

Nel 1995, Banco Desio viene quotata alla Borsa di Milano (Borsa Italia: BDB). Quattro anni dopo assume il controllo della società di gestione del risparmio Anima ed inaugura a – a Firenze – la prima filiale fuori dalla Lombardia, la sessantaduesima complessiva.

Nel 2005, a Piacenza, viene aperta la centesima filiale del Banco, mentre il Gruppo cresce vedendo – nel 2007 - l’ingresso di Fides SpA, società specializzata nella cessione del quinto.

Nel 2014, con l’ingresso della Banca Popolare di Spoleto, Il Gruppo Banco Desio ha una rete distributiva di circa 280 filiali in dieci regioni nel Centro e nel Nord d'Italia.

Corporate Governance[modifica | modifica wikitesto]

Consiglio di Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Nome e cognome Ruolo
Agostino Gavazzi Presidente
Stefano Lado Vice Presidente
Tommaso Cartone Amministratore delegato
Egidio Gavazzi Amministratore
Paolo Gavazzi Amministratore
Tito Gavazzi Amministratore
Gabriella Bologna Amministratore
Cristina Finocchi Mahne* Amministratore
Gerolamo Pellicanò* Amministratore
Sandro Appetiti* Amministratore
Gigliola Zecchi Balsamo* Amministratore

Collegio sindacale[modifica | modifica wikitesto]

Nome e cognome Ruolo
Eugenio Mascheroni Presidente
Rodolfo Anghileri Sindaco effettivo
Giulia Pusterla Sindaco effettivo
Paolo Pasqui Sindaco supplente
Elena Negonda Sindaco supplente
Giovanni Cucchiani Sindaco supplente

Direzione[modifica | modifica wikitesto]

Luciano Colombini:  Direttore generale 

Ippolito Fabris:  Vice Direttore generale

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dati in miliardi di euro, aggiornati al 26 marzo 2010 e forniti da Borsa Italiana SpA. La classifica non tiene conto quindi di alcune grandi banche italiane come BNL e Antonveneta non più quotate perché rilevate da gruppi stranieri e di Mediolanum e UGF, in quanto gruppi comprendenti anche attività assicurative

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]