Nova Milanese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nova Milanese
comune
Nova Milanese – Stemma Nova Milanese – Bandiera
Nova Milanese – Veduta
Piazza Marconi
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia-Monza-Brianza-stemma.svg Monza e Brianza
Amministrazione
SindacoFabrizio Pagani (Partito Democratico) dal 25-6-2018
Territorio
Coordinate45°35′N 9°12′E / 45.583333°N 9.2°E45.583333; 9.2
Altitudine175 m s.l.m.
Superficie5,85 km²
Abitanti23 353[1] (31-8-2020)
Densità3 991,97 ab./km²
Comuni confinantiCinisello Balsamo (MI), Desio, Muggiò, Paderno Dugnano (MI), Varedo
Altre informazioni
Cod. postale20834
Prefisso0362
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT108035
Cod. catastaleF944
TargaMB
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 404 GG[3]
Nome abitantinovesi
Patronosant'Antonino Martire terza domenica di Settembre.
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Nova Milanese
Nova Milanese
Nova Milanese – Mappa
Posizione del comune di Nova Milanese nella provincia di Monza e della Brianza
Sito istituzionale

Nova Milanese (Noeuva in dialetto brianzolo[4][5] AFI: [ˈnøːa]) è un comune italiano di 23 353 abitanti della provincia di Monza e della Brianza in Lombardia.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Nova Milanese si estende per 5,81 km². è situato nell'alta Pianura Padana ad un'altitudine di 171 m s.l.m. e si trova sul confine meridionale della Brianza.

Le città più vicine sono Monza, ad una distanza di circa 7 km verso est, e Milano, distante 15 km verso sud.

Il territorio novese è attraversato dal Canale Villoresi (dal nome del suo ideatore Eugenio Villoresi), che scorre da ovest verso est mettendo in comunicazione le acque del fiume Ticino con quelle dell'Adda per irrigare la bassa Brianza.

Confina con Muggiò ad est, Desio a nord, Varedo a nord-ovest, Cinisello Balsamo a sud e Paderno Dugnano a sud-ovest.

Le strade della città ricoprono una lunghezza totale di 50 km circa ed ha territorio all'interno del parco locale di interesse sovracomunale "Parco del Grugnotorto".

Il territorio è sostanzialmente pianeggiante, anche se c'è una leggera pendenza in salita verso nord.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Nova Milanese appartiene alla zona climatica E.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nova è attraversata dalla via Mediolanum-Bellasium, che mette in comunicazione la città di Milano con la Valassina e, tramite il passo del Ghisallo, con Bellagio. Nova Milanese si trova proprio alla distanza di nove miglia dal capoluogo lombardo (Milano) lungo questa strada, dunque è stato ipotizzato che il nome del Comune abbia proprio questo significato. Secondo altre ipotesi il toponimo deriverebbe da "vicus novus", cioè nuovo villaggio rispetto ad agglomerati precedenti, oppure da "novale", cioè campo rimesso a coltura dopo un lungo periodo di riposo, o addirittura dal cognome "Novati". Non si hanno prove certe dell'esistenza di un nucleo abitato risalente all'epoca romana, mentre è certo che il territorio novese fosse interessato dalla pratica della "centuriazione".

Attività economica principale era ancora ad inizio XX secolo l'allevamento dei bachi da seta. Questa continuerà fino agli anni venti quando vi fu l'avvento della fibre sintetiche. Oltre ai cereali il terreno produceva ottima uva, infatti Nova appare insieme ad altri venti comuni, come miglior produttore di vino nella classifica stilata dal poeta milanese Carlo Porta nel 1815. I vigneti furono in seguito distrutti dalla fillossera quando già l'interesse per la coltivazione fu sostituito da quello per l'industria.

Oggi pochissimi sono rimasti gli agricoltori, importante è invece l'attività lavorativa autonoma.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa della Beata Vergine Assunta nella frazione Grugnotorto costruita nel VII secolo.

Le prime notizie ufficiali risalgono al 1233. Tale edificio rimase la chiesa principale di Nova fino alla seconda metà del ‘200 quando venne costruita la chiesa parrocchiale di S. Antonino. Il declino iniziò nel XX secolo quando vi si iniziarono a svolgere solo messe minori e quella dei bambini a Natale. Negli anni settanta con l'avvio dei cantieri della nuova chiesa di Grugnotorto la Gesèta venne chiusa, sconsacrata ed utilizzata come magazzino per l'attrezzatura del campeggio. Alla fine degli anni ottanta la struttura venne rivalutata e restaurata dal locale gruppo degli Alpini. Riconsegnata e riconsacrata il 20/5/1990, oggi viene impiegata per la Messa quotidiana in inverno, per alcune messe di Suffragio e per la domenica delle palme.

La pala sopra l'altare rappresenta S. Grato (patrono di Grugnotorto) durante un suo miracolo. Una violenta grandinata minacciava le campagne e lui pregò la tempesta, deviandola dentro un pozzo risparmiando così i raccolti. Di pregio è la porta d'ingresso completamente in legno, con formelle raffiguranti episodi del Vangelo scolpite da Costantino Conti. Vi è anche un antico confessionale, ormai in disuso. Il piccolo campanile possiede tre piccole campane in Fa4 Fuse da Luigi D'Adda di Crema nel 1949.

  • Chiesa di Sant'Antonino Martire risalente al XIII secolo con all'interno pitture del Vespasiano Bignami. Possedeva tre campane fuse nel 1928. Nel 1972 a causa di un danno irreparabile alla struttura campanaria, si procedette alla rimozione di due campane e alla completa elettrificazione del sistema campanario.
  • Chiesa di San Bernardo risalente al 1604 e ubicata alla cascina Meda, il cui campanile possiede lo stesso concerto della vicina chiesetta di Santa Maria Assunta in Grugnotorto.

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

  • Villa Vertua Masolo dei primi del Novecento oggi ristrutturata e sede della Collezione permanente arti del fuoco e della donazione del pittore Vittorio Viviani
  • Villa Brivio

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

All'inizio del secolo vi erano meno di 3 000 abitanti poi vi fu un graduale e contenuto incremento demografico fino al boom degli anni cinquanta e sessanta dovuto all'immigrazione dal Veneto e dal Meridione.

Istituzioni, enti e associazioni[modifica | modifica wikitesto]

A Nova Milanese è presente una piccola comunità delle Figlie della Carità (Canossiane).

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

La Biblioteca civica popolare di Nova Milanese fa parte del Sistema Bibliotecario BrianzaBiblioteche[7]. Sul territorio comunale è presente un osservatorio astronomico (Osservatorio astronomico di Nova Milanese - A25).[8]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • Concorso intern. "Arti del Fuoco" Premio Città di Nova
  • Fiera campionaria di Nova Milanese
  • Nova Gospel Festival
  • Premio letterario "I racconti della memoria"
  • Premio di pittura Bice Bugatti e Premio di disegno Giovanni Segantini
  • Premio di poesia "Ad Novam"

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Il centro del comune è situato nei pressi dell'intersezione tra la SS 527 "Bustese" e la SP 9 "Vecchia Valassina". La superstrada Milano-Meda-Lentate è ubicata a ovest e nord del paese, ai confini con Paderno Dugnano e Varedo.

Il territorio è servito da autobus interurbani gestiti da Brianza Trasporti, con linee verso Monza e altri comuni della Brianza, e da Autoguidovie, con una linea che collega Nova alla stazione della metropolitana di Sesto 1º Maggio. Fino al 2011 era attiva la linea tranviaria Milano-Desio in seguito sostituita da autobus in attesa della riqualificazione.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1915 1917 Carlo Pessi PSI Sindaco
1921 1926 Carlo Pessi PSI Sindaco
1926 1931 Achille Prada Partito Nazionale Fascista Podestà
1931 1945 Podestà
1945 1962 Carlo Fedeli PSI Sindaco
1962 1970 Mario Spreafico PSI Sindaco
1970 1971 Commissario prefettizio
1971 1985 Giorgio Fedeli PSI Sindaco
1985 1990 Antonio Colombo PSI Sindaco
1990 1993 Renato Parma PDS Sindaco
1993 1999 Laura Barzaghi PPI Sindaco
1999 2003 Ermanno Brioschi Forza Italia Sindaco
2003 2013 Laura Barzaghi Partito Democratico Sindaco
2013 2018 Rosaria Longoni Partito Democratico Sindaco
2018 2023 Fabrizio Pagani Partito Democratico Sindaco

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1970 la Polisportiva di Nova si occupa di calcio, pallavolo, ciclismo e pattinaggio.[9][10][11]

Oltre alla Polisportiva di Nova è presente anche la squadra di calcio dell'USCD Novese[12], la cui squadra milita in Terza Categoria.

Nella stagione 2021-2022 si è aggiunta una terza squadra di calcio, il Sangiuliano City Nova Football Club, militante in serie D. Squadra originaria di San Giuliano Milanese, ha dovuto disputare a titolo transitorio le gare interne della prima squadra e degli Juniores nazionali nel centro sportivo comunale di Nova Milanese, per ragioni di contiguità territoriale con la vecchia società di cui ha rilevato il titolo (il NibionnOggiono), ai sensi del regolamento della FIGC.[13][14]

Sul territorio è presente anche una società di pallacanestro: la USSA Centro Basket Nova Milanese, la cui prima squadra milita in Serie D. I colori della squadra sono il giallo e il verde.

Il gruppo sportivo G.S. San Carlo è la società sportiva degli oratori novesi.

Dal 1974 è presente sul territorio una scuola di Judo che negli anni ha ampliato la propria offerta con altre discipline marziali: la ASD Martial Arts Academy[15]

Dal 2015 a Nova, solo per i bambini, si può giocare a baseball e a softball sul campo di via Locatelli gestito dalla Amatori Softball ASD.[16]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2020 (dato provvisorio).
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ L'Italia dialettale-Clemente Merlo / Fonte verificabile
  5. ^ Clemente Merlo, L'Italia dialettale, Arti Grafiche Pacini Mariotti, 1975.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Officine Digitali s.r.l., Centro di Cultura Villa Brivio - Comunicazione, Cultura e Biblioteca - Guida ai servizi e modulistica - Il Comune - Comune di Nova Milanese, su comune.novamilanese.mb.it. URL consultato il 24 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2017).
  8. ^ Osservatorio Astronomico di Nova Milanese, su massimobanfi.it. URL consultato il 24 gennaio 2017.
  9. ^ POLISPORTIVA DI NOVA - FCI, su federciclismo.it. URL consultato il 24 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2017).
  10. ^ www.volleypoldinova.it, su volleypoldinova.it. URL consultato il 24 gennaio 2017.
  11. ^ Scheda squadra Polisportiva Di Nova - Tuttocampo.it, su tuttocampo.it. URL consultato il 24 gennaio 2017.
  12. ^ Scheda squadra Novese - Tuttocampo.it, su tuttocampo.it. URL consultato il 12 marzo 2021.
  13. ^ Ora è ufficiale: è nato il Sangiuliano City Nova Football Club, su Be.Pi TV - La casa delle minors, 11 agosto 2021. URL consultato il 17 gennaio 2022.
  14. ^ Sangiuliano City – #wearesangiu, su cittadisangiuliano.it. URL consultato il 17 gennaio 2022.
  15. ^ ASD Martial Arts Academy, su martialartsacademy.it. URL consultato il 24 luglio 2017.
  16. ^ Controllo di sicurezza richiesto, su it-it.facebook.com. URL consultato il 24 gennaio 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN244274242 · WorldCat Identities (ENviaf-244274242
  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia