Cusano Milanino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cusano Milanino
comune
Cusano Milanino – Stemma Cusano Milanino – Bandiera
Cusano Milanino – Veduta
Via Sormani, angolo Via Marconi di Cusano Milanino
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Città metropolitana Provincia di Milano-Stemma.png Milano
Amministrazione
Sindaco Lorenzo Gaiani (Partito Democratico - liste civiche) dall'8-6-2014 (1º mandato)
Territorio
Coordinate 45°33′N 9°11′E / 45.55°N 9.183333°E45.55; 9.183333 (Cusano Milanino)Coordinate: 45°33′N 9°11′E / 45.55°N 9.183333°E45.55; 9.183333 (Cusano Milanino)
Altitudine 152 m s.l.m.
Superficie 3,08 km²
Abitanti 18 754[1] (31-3-2016)
Densità 6 088,96 ab./km²
Comuni confinanti Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano, Paderno Dugnano
Altre informazioni
Cod. postale 20095
Prefisso 02
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 015098
Cod. catastale D231
Targa MI
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti cusanesi
Patrono San Martino
Giorno festivo 11 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Cusano Milanino
Cusano Milanino
Cusano Milanino – Mappa
Posizione del comune di Cusano Milanino all'interno della città metropolitana di Milano
Sito istituzionale

Cusano Milanino (Cusan in dialetto locale, IPA: [kyˈza:n] e semplicemente Cusano fino al 1862) è un comune italiano di 18 754 abitanti[1] della città metropolitana di Milano in Lombardia. Il comune fa parte del territorio del Nord Milano[2].

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il comune sorge nell'alta pianura lombarda, a 152 m s.l.m., lungo il corso del Seveso, il fiume che attraversa l'area occidentale della città da nord a sud. Il territorio comunale è per la quasi totalità urbanizzato, a eccezione della zona agricola a settentrione del Milanino, compresa nel Parco Grugnotorto Villoresi.

Facente parte dell'area urbana della Grande Milano, e confinante con i comuni di Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano e Paderno Dugnano, Cusano Milanino è un comune della prima cintura urbana di Milano ed è situato a circa 10 chilometri a nord della Piazza del Duomo di Milano.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la classificazione climatica il comune è situato in "zona E", 2404 GR/G e dunque il limite massimo consentito per l'accensione dei riscaldamenti è di 14 ore giornaliere dal 15 ottobre al 15 aprile[3].

Situata nell'alta pianura padana, Cusano Milanino ha un clima di tipo continentale con inverni freddi e con molte giornate di gelo ed estati calde, umide e moderatamente piovose[4]; in quest'ultimo periodo, in particolare, le temperature, possono superare i 30 °C e l'umidità che può raggiungere l'80%, causando il fenomeno dell'"afa"[4]. Come nel resto della Grande Milano, al contrario, il fenomeno della nebbia, una volta tipico del periodo autunnale e invernale, sta diventando via via sempre meno frequente[5].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La storia di Cusano inizia nel 337, anno in cui giunsero in questi territori dei giudici inviati dall'imperatore Gioviano: assunsero ben presto il nome di Capuani, essendo loro originari di Capua. Mandati per svolgere funzioni amministrative, ottennero ben presto la qualifica di conti. Intorno all'anno Mille, il potere sarebbe passato alla famiglia dei Cusani, alla quale la precedente aveva devoluto i propri beni. Durante il periodo della dominazione Spagnola fu legato amministrativamente al Feudo di Desio, di cui seguì le sorti fino al 1657, quando fu scisso e ceduto alla famiglia Omodei. Il palazzo Omodei ospita gli affreschi degli anni 1654-1655 dipinti da Carpoforo Tencalla.

Un ramo della nobile famiglia Aliprandi, che discende dal nobile Giulio Cesare Aliprandi, figlio di Gaspare, ammesso nel 1584, con prove di nobiltà, nel Collegio dei Nobili Giureconsulti di Milano, fratello di Luigi Aliprandi ricevuto nel 1587, con prove di nobiltà, nell'Ordine di Santo Stefano Papa e Martire, nella seconda metà del Settecento si trasferì a Cusano dove aveva possessi terrieri e una villa. Tra i suoi membri annovera il Cav. Vincenzo Aliprandi, sindaco di Cusano sul Seveso dal 1888 al 1904[6][7].Gli Aliprandi erano proprietari della "Bernasciora de chi", cascina unica, poi divisa, risalente al 1700. Il nome deriva dalla deformazione dialettale di Guarnazzola che è la via laterale[8].

Ai primi dell'Ottocento il Comune - retto da deputati, dei quali uno fungeva da presidente - era molto efficiente e possedeva già un archivio, i cui primi atti risalgono al 1816. Nel 1860 venne istituito il Consiglio Comunale e fu anche nominato il primo sindaco, nella persona di Giovanni Panizzoni, farmacista. Due anni dopo, Cusano divenne Cusano sul Seveso e nel 1869 vi si aggregano Cormano e Brusuglio, ma appena un anno dopo si staccarono di nuovo. Nel 1875 si acquistò il terreno per la costruzione della prima Casa Comunale, che venne terminata nel 1879.

Panoramica storica di Milanino

Col Novecento si ebbero i primi momenti di vera svolta nella storia del paese, a cominciare dall'edificazione della città-giardino di Milanino, la prima costruita in Italia sul modello di quelle realizzate in Inghilterra. Suo ideatore, il bresciano Luigi Buffoli, tra i primi nel mondo a capire l'importanza ed il valore sociale delle Cooperative, non solo quelle di consumo ma anche nel campo dell'edilizia, vista soprattutto come esperienza sociale. Nel 1915 nacque quindi la Cusano Milanino che oggi conosciamo.
Milanino è nato quindi per soddisfare i "bisogni abitativi" della classe media, riunitisi nella cooperativa fondata da Luigi Buffoli nel 1886: l'Unione Cooperativa,che si arricchì fra il 1909 e il 1923 di eleganti ville e villette, in stile Liberty ed eclettico, inframezzate da numerose zone a verde sia private sia pubbliche, una particolare rarità nell'urbanizzatissimo hinterland settentrionale milanese. Negli ultimi decenni, Milanino è divenuto oggetto di una specifica tutela da parte del Comune mentre la Regione Lombardia ha posto il vincolo di tutela ambientale.

Nei documenti, già nel Medioevo, il territorio dell'attuale Cusano veniva indicato come Cusanum o Cuxanum (prima fonte certa, un documento del 1689), ma non vi sono fonti specifiche che ne indichino una possibile derivazione. Rimasto fino al 1862, il toponimo Cusano, divenne poi Cusano sul Seveso. Tale richiesta, proveniente dall'ente chiese, nasceva dalla larga presenza di altri comuni del Regno d'Italia con lo stesso nome. Il regio decreto risale al 14 dicembre 1862. Lo stesso ente optò in seguito, nel 1914, ad un ulteriore mutamento del nome, divenuto Cusano Milanino, in riconoscimento anche alla costruenda città-giardino. Tale altro regio decreto risale invece al 1º agosto 1915.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[9]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo le statistiche ISTAT[10] al 1º gennaio 2016 la popolazione straniera residente nel comune metropolitano era di 1.369 persone, pari al 7% della popolazione. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:[10]

Cusano Milanino è, tra i comuni metropolitani del Nordmilano, quello con la minore percentuale di stranieri (il 7%, contro l'8% di Paderno Dugnano, il 9% di Cormano, l'11% di Bresso e il 17% di Cinisello Balsamo e di Sesto San Giovanni).

Persone legate a Cusano Milanino[modifica | modifica wikitesto]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Un'elettromotrice OEFT al Bivio Cusano, nel 1990, impiegata in una corsa locale per Milanino.

Il territorio comunale è lambito a sud dall'autostrada A4 Milano-Venezia e dalla superstrada SP 44 Milano-Meda.

La località è servita dalla stazione ferroviaria di Cormano-Cusano Milanino, posta sulla linea Milano–Asso e gestita da FerrovieNord. La stazione, servita da collegamenti gestiti da Trenord tramite il servizio ferroviario suburbano di Milano, è stata aperta il 26 aprile 2015, contestualmente alla chiusura della vecchia stazione di Cusano Milanino, situata 200 metri più a nord.[11]

I trasporti urbani di Cusano Milanino vengono svolti con autoservizi di linea gestiti ATM, i collegamenti interurbani sono assicurati dalla stessa ATM e dalla società Brianza Trasporti.

Lungo la Vecchia Valassina scorreva la tranvia Milano-Desio, che dal 2011 è stata sostituita da una linea gestita da ATM che copre la stessa tratta. Il ramo che attrarsava il quartiere del Milanino di tale tranvia, è stato chiuso nel 1999 e di conseguenza il servizio Milano-Milanino è stato soppresso.[12]

Fra il 1890 e il 1918 era inoltre attiva la tranvia Cusano-Cinisello-Monza.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1860 1867 Giovanni Panizzeni Sindaco
1868 1882 Zucchi Giuseppe Sindaco
1883 1886 Giuseppe Maderna Sindaco
1886 1887 Giosuè Aliprandi Sindaco
1887 1905 Vincenzo Aliprandi Sindaco
1905 1913 Adolfo Ferrari Sindaco
1914 1914 Pietro Maderna Sindaco
1914 1924 Angelo Ghezzi Sindaco
1924 1926 Torquato Carnevali Commissario prefettizio
1926 1931 Ercole Masera Commissario prefettizio
1932 1934 Alessandro Cunietti PNF Podestà
1934 1935 Ugo Morosi Commissario prefettizio
1935 1936 Federico Della Chiesa Commissario prefettizio
1935 1943 Antonio Moneta PNF Podestà
1943 1944 Felice Erba PFR Podestà
1944 1945 Antonio Grillo Commissario prefettizio
1945 1951 Gaetano Sangalli Sindaco
1951 1955 Vittorio Zanelli Sindaco
1955 1970 Giovanni Tanzi Sindaco
1970 1975 Antonio Zanelli Sindaco
1975 1980 Adelino Tagliabue Sindaco
1980 1982 Aldo Gavioli Sindaco
1982 1985 Giovanni Biglietti Sindaco
1985 1986 Rino Alberti Sindaco
1986 1986 Domenico Lerro Commissario prefettizio
1986 1986 Paolo Tronca Commissario prefettizio
1986 1990 Giuseppe Maserati PCI Sindaco
1990 1995 Enea Cerquetti PDS Sindaco
1995 1999 Giuseppe Maserati PDS Sindaco
1999 2004 Pietro Garbagnati DS Sindaco
2004 2009 Lino Volpato DS Sindaco
2009 2014 Sergio Ghisellini LN Sindaco
2014 in carica Lorenzo Gaiani PD Sindaco

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Cusano Milanino (città natale di Giovanni Trapattoni e anche prima squadra del "Trap" perché giocò nell'U.S. Cusano Milanino, nella squadra Juniores, fino al 1955-56) vanta molte associazioni culturali e sportive.
L'ex "Juve Cusano" ora Cusano Milanino per il calcio (risultato della fusione di tutte le società calcistiche cittadine di cui la prima, la Pro Milanino, nata nel 1913); la società cestistica "CSC basket Cusano Milanino" che da numerosi anni milita in serie C2 con una piccola parentesi in C1 (nel 2008 raggiunge il titolo provinciale milanese con ben due squadre: gli U19 e gli U14. Nel 2008 la prima squadra della Juve Cusano è stata promossa dal campionato di Promozione a quello di Eccellenza). Anche la Parrocchia San Martino, tramite l'Oratorio, propone una serie di attività sportive: Calcio a 5-7-11, Volley femminile e, dal 2009 anche il Tennis Tavolo. Inoltre negli ultimi anni è nato anche il Club di minigolf Golf su Pista Cusano Milanino che sta ottenendo notevoli risultati nel panorama minigolfistico nazionale.
[Sono tutte enciclopediche? Fonti?]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat
  2. ^ Zona omogenea Nord Milano
  3. ^ Classificazione climatica Lombardia, dati Confedilizia, confedilizia.it. URL consultato il 21 febbraio 2015.
  4. ^ a b Il clima della Lombardia, centrometeoitaliano.it. URL consultato il 21 febbraio 2015.
  5. ^ Clima Italia, climieviaggi.it. URL consultato il 21 gennaio 2015.
  6. ^ AA.VV. "Libro d'oro della nobiltà italiana" Roma Collegio Araldico 2010-2014 Edizione XXIV vol. XXIX pag. 41-42 e Andrea Borella "Annuario della Nobiltà Italiana" Edizione XXXI Teglio (SO) 2010 S.A.G.I. Casa Editrice vol. 3 pag. 268
  7. ^ Aliprandi
  8. ^ Ezio Cuppone, "Le corti di Cusano Milanino", 1995
  9. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28 dicembre 2012.
  10. ^ a b Popolazione straniera residente per età e sesso al 31 dicembre 2015
  11. ^ Domenica 26 aprile aperta la nuova stazione di CORMANO-CUSANO
  12. ^ Alex Sala, Tram dimezzati, protesta dei pendolari brianzoli, 20 aprile 1999. URL consultato il 2 aprile 2011 (archiviato dall'url originale il ).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN242766646