Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Fino Mornasco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fino Mornasco
comune
Fino Mornasco – Stemma Fino Mornasco – Bandiera
Fino Mornasco – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Como-Stemma.png Como
Amministrazione
Sindaco Giuseppe Napoli (lista civica Progetto per Fino) dall'8-6-2009
Territorio
Coordinate 45°45′N 9°02′E / 45.75°N 9.033333°E45.75; 9.033333 (Fino Mornasco)Coordinate: 45°45′N 9°02′E / 45.75°N 9.033333°E45.75; 9.033333 (Fino Mornasco)
Altitudine 334 m s.l.m.
Superficie 7,24 km²
Abitanti 9 844[1] (31-3-2017)
Densità 1 359,67 ab./km²
Frazioni Andrate-Valle Mulini, Fiorenzuola, Socco
Comuni confinanti Cadorago, Casnate con Bernate, Cassina Rizzardi, Cucciago, Guanzate, Luisago, Vertemate con Minoprio
Altre informazioni
Cod. postale 22073
Prefisso 031
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 013102
Cod. catastale D605
Targa CO
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti finesi
Patrono santo Stefano (S. Bartolomeo - Andrate) (S. Maria Immacolata - Socco)
Giorno festivo 26 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Fino Mornasco
Fino Mornasco
Fino Mornasco – Mappa
Posizione del comune di Fino Mornasco nella provincia di Como
Sito istituzionale

Fino Mornasco (Fin Mornasch in dialetto brianzolo[2][3], AFI: [fi:ŋ murˈnask]) è un comune italiano di 9.844 abitanti della provincia di Como in Lombardia.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il termine confine e limite sono la chiave dell'origine del toponimo finese. L'ipotesi più accreditata dell'origine del nome è legata a un fatto d'indicazione territoriale: essere un territorio al limite o al confine.

Il termine Mornasco viene aggiunto dopo l'unità d'Italia. Il Consiglio Comunale del 23 novembre 1862, su proposta del consigliere Primavesi, delibera che a Fino si aggiunga Mornasco, per non confonderlo con Fino del Monte presso Bergamo. Il termine "Mornasco" deriva da Murné che in dialetto comasco significa mugnaio. Il nome venne dato a causa della lunga tradizione di questo paese legati ai mulini ad acqua. Il sindaco si chiama Giuseppe Napoli.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architettura religiosa[modifica | modifica wikitesto]

  • La chiesa parrocchiale di Santo Stefano.
  • La chiesa parrocchiale di Santa Maria Immacolata.
  • La chiesa Cristiana Evangelica.
  • La chiesa di San Bartolomeo di Andrate.

Architettura civile[modifica | modifica wikitesto]

  • Villa comunale di Fino (ex Villa Mambretti) e Villa Odescalchi.

La Villa comunale di Fino Mornasco nasce sulla villa dell'industriale Francesco Mambretti che aveva riunito diverse proprietà e terreni per avere una dimora sontuosa. Per la nota famiglia comasca Simone Cantoni edificò la Villa Odescalchi tra il 1802 e il 1810.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2009 la popolazione straniera residente era di 820 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Persone legate a Fino Mornasco[modifica | modifica wikitesto]

  • Augusto Introzzi (1913-1954), ciclista
  • Francesco Mambretti è legato a Fino Mornasco perché investì i suoi cospicui guadagni nella costruzione della Villa di Fino dove risiedette fino alla sua morte e per aver creato a Fino Mornasco la sua azienda: la "Mambretti Elettrica". Fu anche membro del Consiglio comunale di Fino, partecipando a numerose commissioni. L'anno seguente, a testimonianza del suo impegno civico, decideva di presentarsi come candidato alle elezioni amministrative di Milano. È sepolto nella cappella di famiglia del cimitero di Fino.
  • Giovanni Battista Scalabrini (Fino Mornasco, 8 luglio 1840 - Piacenza, 1º giugno 1905), beato della Chiesa Cattolica, vescovo di Piacenza, fondatore della Congregazione dei missionari di San Carlo - "Scalabriniani". Nasce nel 1839 in una casa all'angolo della piazza del sagrato del borgo dei "mulinari de Fini", dove il padre Luigi gestiva una bottega di vini. L'edificio è tutt'oggi esistente, ben conservato, all'incrocio della via Garibaldi con la via che porta il suo nome. È noto per la sua attività pastorale volta a creare società di soccorso e strutture sociali in aiuto degli operai.
  • Stefano Casiraghi (1960-1990), consorte della principessa Carolina di Monaco, tragicamente deceduto durante una gara di off shore.
  • Erika Fasana, Martina Rizzelli e Sofia Busato, ginnaste nazionale sono tesserate presso la Polisportiva Carnini; gareggiano in Serie A1 come prestito alla Brixia Brescia.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Artigianato[modifica | modifica wikitesto]

Nel settore dell'artigianato è diffusa e pregiata la lavorazione dell'argento, finalizzata alla produzione di oggetti in stile tradizionale.[5]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La stazione di Fino Mornasco è posta sulla ferrovia Saronno-Como, attivata nel 1878 come trasformazione della preesistente tranvia Como-Fino-Saronno[6]; tale impianto è servito da treni regionali e treni RegioExpress svolti da Trenord nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Lombardia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 marzo 2017.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 274.
  3. ^ ortografia classica
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Atlante cartografico dell'artigianato, vol. 1, Roma, A.C.I., 1985, p. 14.
  6. ^ Giovanni Cornolò, Cento anni di storia... delle Ferrovie Nord Milano, Globo edizioni, Trento, 1979.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Adriano Caprioli, Antonio Rimoldi, Luciano Vaccaro (a cura di), Diocesi di Como, Editrice La Scuola, Brescia 1986.
  • Luciano Vaccaro, Giuseppe Chiesi, Fabrizio Panzera, Terre del Ticino. Diocesi di Lugano, Editrice La Scuola, Brescia 2003.
  • Fino Mornasco, scampoli di storia, opuscolo, Associazione Pensionati e Anziani di Fino Mornasco, Fino Mornasco.
Controllo di autorità VIAF: (EN246352043
Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia