Liscate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Liscate
comune
Liscate – Stemma
Liscate – Veduta
Chiesa Parrocchiale di S. Giorgio
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Città metropolitanaProvincia di Milano-Stemma.png Milano
Amministrazione
SindacoAlberto Fulgione (lista civica) dall'8-6-2009
Territorio
Coordinate45°29′N 9°25′E / 45.483333°N 9.416667°E45.483333; 9.416667 (Liscate)Coordinate: 45°29′N 9°25′E / 45.483333°N 9.416667°E45.483333; 9.416667 (Liscate)
Altitudine115 m s.l.m.
Superficie9,41 km²
Abitanti4 095[1] (31-12-2015)
Densità435,18 ab./km²
Comuni confinantiComazzo (LO), Melzo, Settala, Truccazzano, Vignate
Altre informazioni
Cod. postale20060
Prefisso02
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT015122
Cod. catastaleE610
TargaMI
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantiLiscatesi
PatronoSan Giorgio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Liscate
Liscate
Liscate – Mappa
Posizione del comune di Liscate nella città metropolitana di Milano
Sito istituzionale

Liscate (Liscàa in dialetto milanese) è un comune italiano di 4 095 abitanti[1] della città metropolitana di Milano in Lombardia. Il comune fa parte del territorio della Martesana.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Liscate è un piccolo comune a meno di 3 chilometri a sud di Melzo, lungo l'asse della strada provinciale Rivoltana, che oltre al nucleo storico originario e ad alcune cascine comprende una recente zona residenziale.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Liscate, secondo Flechia e Olivieri, prende il nome dalla pianta lisca: trattasi di una pianta di palude che ancora oggi cresce sui territori del paese,[2] utilizzata per la produzione della parte vegetale dei fiaschi di vino. Da qui l'adozione del nome di Liscate. Antiche popolazioni nordiche hanno scoperto e utilizzato questa pianta durante il loro passaggio sul territorio liscatese. Secondo Gerhard Rohlfs deriverebbe anche dal nome di persona Luscus, con suffisso -ate.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Araldica[modifica | modifica wikitesto]

Non sono note le origini di questo stemma. Si pensa che possa essere stato creato per differenziarsi dagli emblemi degli altri comuni.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa dei Santi Giorgio e Lorenzo presenta un caratteristico campanile, posto nel sito di un precedente edificio sacro alto-medievale, preceduto a sua volta da un insediamento romano.

Nel paese si trova pure un monumento di ringraziamento, da parte dei Liscatesi, alla memoria del letterato Alessandro Manzoni che, nella sua opera "I promessi sposi", citò il comune milanese.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

« "Ma voi non venite da Milano?" "Vengo da Liscate," rispose lesto il giovine, che intanto aveva pensata la sua risposta. »

  • Presso i territori Liscatesi sono stati trovati resti di un'area dedicata alla dea Giunone

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Statistiche demografiche ISTAT, Istituto nazionale di statistica. URL consultato il 16 gennaio 2017.
  2. ^ a b Dizionario di toponomastica, Torino, UTET, 1990, p. 419.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN244777748