Luisago

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Luisago
comune
Luisago – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Como-Stemma.png Como
Amministrazione
SindacoAdelio Frigerio (lista civica Insieme per i cittadini) dal 7-6-2009
Territorio
Coordinate45°46′N 9°03′E / 45.766667°N 9.05°E45.766667; 9.05 (Luisago)Coordinate: 45°46′N 9°03′E / 45.766667°N 9.05°E45.766667; 9.05 (Luisago)
Altitudine327 m s.l.m.
Superficie2,16 km²
Abitanti2 750[1] (31-3-2017)
Densità1 273,15 ab./km²
FrazioniPortichetto, Milanino, San Martino, Ca' dei boschi
Comuni confinantiCasnate con Bernate, Cassina Rizzardi, Fino Mornasco, Grandate, Villa Guardia
Altre informazioni
Cod. postale22070
Prefisso031
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT013135
Cod. catastaleE735
TargaCO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantiluisaghesi
PatronoBeata Vergine Addolorata
Giorno festivo15 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Luisago
Luisago
Luisago – Mappa
Posizione del comune di Luisago nella provincia di Como
Sito istituzionale

Luisago (Luisagh in dialetto brianzolo[2][3], AFI: [lyjˈzɑːk]) è un comune italiano di 2.750 abitanti[1] della provincia di Como in Lombardia. Si trova nei pressi della Brianza e a dieci chilometri da Como.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Si compone del centro di Luisago e di 4 frazioni:

  • Portichetto (Porteghett in dialetto milanese), la più grande, si trova a nord-est e dista poco più di un chilometro dal comune.[4] È il territorio dove sono presenti le più grandi industrie del paese. Pur trovandosi ben lontana del ponte che passa sopra l'autostrada A9, per convenzione, gli abitanti chiamano la parte ad ovest del cavalcavia "Luisago", mentre la parte ad est "Portichetto".
  • Ca' dei boschi, situata a centro-sud e distante 780 metri dal comune.[5] Essa rappresenta la zona boschiva del comune.
  • Milanino, situata a nord-ovest e distante 250 metri dal comune.[6] Questa è una località principalmente adibita all'agricoltura, pertanto tra gli abitanti ci sono molti contadini.
  • San Martino, collocabile a sud-ovest e distante 350 metri dal comune[7]

Tra la parte più alta (320 metri s.l.m.), a ovest, e la più bassa (307 metri s.l.m.), a est, vi è un dislivello di 13 metri.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il moderno comune di Luisago fu eretto il 17 aprile 1649 da Fino Mornasco, di cui costituiva frazione in precedenza[8]. L'etimologia del toponimo potrebbe derivare dal nome di persona Lupicius, possibile fondatore del paese, o dalla radice lues (= "liquido fluente"), per via del corso d'acqua detto Fontanino. Questa seconda ipotesi potrebbe essere la più plausibile, poiché il tipico suffisso lombardo -ago viene solitamente utilizzato proprio in presenza di un fiume.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

A Luisago si trovano due Chiese Parrocchiali:

la prima, a pianta ottagonale, è situata nella parte bassa del paese, nella frazione Portichetto, ed è intitolata alla Madonna Della Neve. Fu inaugurata nel 1959 dal vescovo Macchi[9] e negli ultimi anni è stata ristrutturata, installando internamente una struttura lignea nella parte superiore e, tra l'altro, realizzando all'esterno un grande mosaico raffigurante la narrazione del Miracolo della Madonna della Neve.

La seconda è quella della Beata Vergine Addolorata, che si trova a Luisago, nella parte più alta del Comune, fatta costruire più tardi, nel 1968 su una preesistente del 1783, dal vescovo Felice Bonomini[10]. Essa ha una struttura pressoché parallelepipeda, sulla cui facciata, in seguito ad una ristrutturazione avvenuta anch'essa negli ultimi anni, è presente un mosaico vitreo raffigurante proprio la patrona della chiesa. All'interno è presente una statua lignea della Madonna risalente al '500.

Presso il cimitero è stato realizzato un monumento dedicato ai morti di tutte le guerre, utilizzando delle lastre di rame di varie dimensioni.

Durante l'estate, precisamente a partire da metà giugno fino all'inizio di agosto, si organizzano eventi canori, teatrali e cabarettistici presso il "Luglio Portichettese", in uno spazio messo a disposizione dal Comune, composto da un'ampia area esterna con un palco, e uno spazio al coperto con cucina e tavoli, proprio per questa occasione.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Portichetto-Luisago staz ferr lato binari.JPG

Un manoscritto testimonia che nella frazione di Portichetto esisteva, almeno fino dal 1854 “…una piccola Cappella dove si venerava un affresco della Madonna, che si intitolava "Della Neve"…” Questa Cappella si trovava proprio sulla strada principale che fin dai tempi della presenza dei Romani collegava Milano a Como (l'attuale Strada Statale n. 35), quasi di fronte alla “Osteria del Porteghetto” la cui esistenza è documentata già dal 1784; questa Osteria aveva un caratteristico e prospiciente portico, che ha dato nel tempo il nome di “Portichetto” al paese, che in precedenza era chiamato “Bricola”.

Già dal 1860 gli abitanti di Portichetto si dedicano, volontariamente e senza ricompense materiali, alla costruzione di una Chiesa più grande, da erigersi proprio sopra la vecchia Cappella. Le opere durano parecchi anni ed una prima versione della nuova Chiesa si potrà benedire solo nell’anno 1892. È proprio in quel periodo che nasce e si diffonde nelle zone del comasco, ma anche oltre, il detto “Laurà par la Giesa de Purteghett”, divenuto sinonimo di un lavoro non pagato e di lunga durata. In effetti i lavori si protrarranno ancora per diversi anni ed a più riprese, sempre a cura dei volontari portichettesi che offrirono la propria opera senza compensi di denaro; è una delle dimostrazioni della grande Fede e del vero e proprio “attaccamento” che i Portichettesi da sempre hanno avuto e continuano ad avere alla loro “Madonna della Neve”. Nel corso degli anni successivi, in occasione delle varie Cerimonie di Inaugurazione, delle Benedizioni o delle varie Ricorrenze, la Chiesa della Madonna della Neve, divenuta nel frattempo Patrona di Portichetto, vede in diverse riprese la presenza del Beato Giovanni Battista Scalabrini (che aveva origini portichettesi) e del Santo Don Luigi Guanella.

Nel 1949 si decise di costruire una nuova Chiesa più grande nel prato retrostante quella vecchia; nel giugno del 1951 vengono innalzati tutti i pilastri portanti della nuova struttura. Nel frattempo diviene però disponibile un terreno più adatto in quanto posto in centro al paese , dove si decide di fare la nuova costruzione. I pilastri di cemento armato già costruiti rimangono dove sono tutt’oggi ben visibili, proprio nel luogo dove si svolge il “Luglio Portichettese". I lavori per la nuova Chiesa vedono sempre la presenza degli abitanti del luogo, che dedicano la loro opera gratuitamente per la costruzione del nuovo Tempio del proprio paese: la nuova Chiesa verrà inaugurata nel 1959, quando ritorna di nuovo alla ribalta il detto “Laurà par la Giesa de Purteghett”, che diviene un vero proprio “classico” dei proverbi popolari Comaschi.

.[11]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[12][13]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Autostrade[modifica | modifica wikitesto]

L'unica linea autostradale che interessa il territorio comasco è la A9 la Milano-Como-Chiasso, detta anche Autostrada dei Laghi. L'ingresso più vicino è quello di Fino Mornasco. Nel corso del 2012 sono terminati i lavori per la costruzione della terza corsia in entrambi i sensi di marcia[14][15][16][16]. Sono in corso di realizzazione i lavori di costruzione della Tangenziale di Como, nell'ambito dell'Autostrada Pedemontana Lombarda, in particolare il primo lotto che comprende svincoli di ingresso/uscita e connessione con la A9.[17]

Strade statali[modifica | modifica wikitesto]

Lungo il territorio il Comune viene attraversato dalla SS35 dei Giovi che mette in collegamento con Como e Milano e dalla S.P. 28 (Luisago-Senna-Lipomo).

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

Nella frazione di Portichetto si trova la stazione ferroviaria Portichetto-Luisago della linea regionale Milano Cadorna - Saronno - Como Lago, gestita da Trenord.[18]

Aeroporti[modifica | modifica wikitesto]

Gli aeroporti più vicini sono quelli di Lugano e di Milano Malpensa che distano rispettivamente 42 km e 52 km. Per raggiungere l'aeroporto di Milano Malpensa si può raggiungere tramite la linea ferroviaria (Le Nord) con interscambio a Saronno. Altri aeroporti sono quello di Orio al Serio (BG) che dista 84 km e quello di Milano Linate 72 km.

Mobilità urbana[modifica | modifica wikitesto]

La rete dei trasporti pubblici urbani è dotata di 2 linee di autobus gestite da ASF Autolinee (ex SPT Linea). Una linea C62 (Como-Mozzate) che collega con il Comune di Como e con il Comune di Mozzate e la linea C60 (Como-Bregnano).

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Sindaco Adelio Frigerio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 marzo 2017.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 364.
  3. ^ ortografia classica
  4. ^ frazione di Portichetto del comune di LUISAGO della provincia di Como regione Lombardia
  5. ^ frazione di Ca' dei Boschi del comune di LUISAGO della provincia di Como regione Lombardia
  6. ^ frazione di Milanino del comune di LUISAGO della provincia di Como regione Lombardia
  7. ^ frazione di San Martino del comune di LUISAGO della provincia di Como regione Lombardia
  8. ^ Comune di Luisago, Statuto art. 2
  9. ^ Dettaglio Produttore di archivi - Sistema Archivistico Nazionale
  10. ^ Dettaglio Produttore di archivi - Sistema Archivistico Nazionale
  11. ^ La Chiesa di Portichetto, su giornalismi.info. URL consultato il 31 agosto 2013 (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2015).
  12. ^ OECD, Statistiche Istat, su dati.istat.it. URL consultato il 9 luglio 2016.
  13. ^ ITALIAPEDIA | Comune di Luisago - Statistiche, su www.italiapedia.it. URL consultato il 9 luglio 2016.
  14. ^ Viabilità - A9 più larga con la terza corsia | Saronno/Tradate | Varese News, su www3.varesenews.it. URL consultato il 13 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 21 febbraio 2014).
  15. ^ Regione :: A9, pronta in anticipo la terza corsia per Como, su regione.lombardia.it. URL consultato il 13 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  16. ^ a b Stop al tempo perso sull'A9 Tra un anno la terza corsia - Cronaca Como La Provincia di Como - Notizie di Como e provincia
  17. ^ Percorso - Autostrada Pedemontana Lombarda, su pedemontana.com. URL consultato il 13 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 22 febbraio 2014).
  18. ^ Stazione di Portichetto-Luisago

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia