Anzano del Parco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Anzano del Parco
comune
Anzano del Parco – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Como-Stemma.png Como
Amministrazione
SindacoAlberto Rivetti (lista civica Anzano il paese in comune) dal 26-5-2019
Territorio
Coordinate45°46′N 9°12′E / 45.766667°N 9.2°E45.766667; 9.2 (Anzano del Parco)Coordinate: 45°46′N 9°12′E / 45.766667°N 9.2°E45.766667; 9.2 (Anzano del Parco)
Altitudine320 m s.l.m.
Superficie3,25 km²
Abitanti1 828[1] (30-11-2019)
Densità562,46 ab./km²
FrazioniCavognetto, Cavogno, Lazzaretto, Monticello e Bettolino
Comuni confinantiAlserio, Alzate Brianza, Lurago d'Erba, Monguzzo, Orsenigo
Altre informazioni
Cod. postale22040
Prefisso031
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT013009
Cod. catastaleA319
TargaCO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona E, 2 537 GG[2]
Nome abitantianzanesi
Patronosan Michele Arcangelo
Giorno festivo29 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Anzano del Parco
Anzano del Parco
Anzano del Parco – Mappa
Posizione del comune di Anzano del Parco nella provincia di Como
Sito istituzionale

Anzano del Parco (Anzan in dialetto brianzolo[3], IPA: [ãˈtsãː], e semplicemente Anzano fino al 1863[4] è un comune italiano di 1 828 abitanti della provincia di Como in Lombardia. Fa parte del Parco regionale della Valle del Lambro. È un paese situato lungo la statale Como-Bergamo, poco sotto Alzate Brianza, distante da Como una dozzina di chilometri.
Il suo centro storico incappuccia un modesto colle morenico da cui svettano la chiesa parrocchiale, il palazzo Carcano, le costruzioni che facevano un tempo corona ad un castello di cui rimane ancora l'arco di ingresso, con evidenti scanalature che denuncerebbero l'esistenza di un antico ponte levatoio.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Secondo alcune teorie, il toponimo Anzano, riportati nei testi in latino ecclesiastico come Anzanum, sarebbe di origine latina e deriverebbe da Antianus, a sua volta derivante dal nome proprio di persona Antius[5]. Altri identificano in Anzano la stessa radice presente in toponimi come Anzio, Anza di Framura, Anzasco, che avrebbero un'origine preindoeuropea[5].

L'aggiunta del Parco fa invece riferimento al grande parco di Villa Carcano[5].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Anzano del Parco fu un antico insediamento delle popolazioni della cultura di Golasecca, divenuto successivamente presidio romano.
La presenza romana sul territorio è confermata dal rinvenimento di alcune tombe e lapidi all'interno dei parchi di villa Carcano e di villa del Soldo (situata nei limitrofi comuni di Orsenigo e Alzate Brianza). Di particolare interesse storico sono i reperti rinvenuti nel corso degli scavi archeologici: oltre a suppellettili e strumenti da lavoro, sono state portate alla luce due monete, una romana del 221 a.C., l'altra imitante l'emidramma di Massalia (l'antica Marsiglia).

Ai tempi della Signoria di Milano, gli “Statuti delle acque e delle strade del contado di Milano fatti nel 1346” riportano “el locho de Anzano con le cassine de Valera” tra le località che, all'interno della pieve di Incino, hanno l'onere della manutenzione della “strata de Niguarda”[6].

Moneta romana

Con il Ducato di Milano, in epoca viscontea fu concesso al condottiero Facino Cane per poi passare, nel 1441 e assieme a tutta la pieve d'Incino[6], in usufrutto ai conti Dal Verme, ai quali venne confermata in feudo intorno alla metà del XVI secolo da Carlo V.

Ai Dal Verme subentrò il conte Claudio Giussani che ne fece dono alla figlia Paola quando sposò Carlo Carcano e fu il loro figlio, il marchese Luigi, l'ultimo signore del feudo.

Nel 1751, il “Compartimento territoriale specificante le cassine” del Ducato di Milano riporta come Anzano facesse sempre parte della stessa pieve e comprendesse anche i cassinaggi di Valera, Borigo, Cavognetto, Cavogn’alto, Varzina, “dell’Arzento”, “d’Insolti”[6]. Due anni più tardi Anzano incorporò il territorio di Cassina Pugnago[6], mentre nel 1757 risultava comprendere anche le località di Monticello e porzione di Monguzzo[7].

Con la dominazione austriaca le antiche suddivisioni territoriali furono eliminate; con la rivoluzione francese prima e Napoleone poi, furono aboliti i diritti feudali. Con la riorganizzazione del Regno d'Italia napoleonico del 1807 Anzano incorporò temporaneamente il comune di Fabbrica[8].

Nel 1863 il comune, che non comprendeva più la località di Fabbrica, mutò definitivamente il proprio nome in "Anzano del Parco"[4].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[14]

Grafico popolazione residenti anzano 2016

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Anzano del Parco dispone di una stazione ferroviaria sulla linea Como-Lecco.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2019.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 31.
  4. ^ a b Comune di Anzano del Parco, 1859 - [1971] – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 22 aprile 2020.
  5. ^ a b c Comune di Anzano del Parco, su www.comune.anzano.co.it. URL consultato il 23 aprile 2020.
  6. ^ a b c d Comune di Anzano, sec. XIV - 1757 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 22 aprile 2020.
  7. ^ Comune di Anzano, 1757 - 1797 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 22 aprile 2020.
  8. ^ Comune di Anzano, 1798 - 1815 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 22 aprile 2020.
  9. ^ Chiesa di S. Michele Arcangelo - complesso, Via Roma - Anzano del Parco (CO) – Architetture – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 18 aprile 2020.
  10. ^ a b Parrocchia di San Michele, sec. XVI - [1989] – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 22 aprile 2020.
  11. ^ Chiesa della Madonna Addolorata, Piazza Oratorio - Anzano del Parco (CO) – Architetture – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 18 aprile 2020.
  12. ^ Villa Carcano - complesso, Via Piave, 4 - Anzano del Parco (CO) – Architetture – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 18 aprile 2020.
  13. ^ Con le fattorie di Cassina Pugnago e Monticello e porzione di Monguzzo.
  14. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia