Capiago Intimiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Capiago Intimiano
comune
Capiago Intimiano – Stemma Capiago Intimiano – Bandiera
Capiago Intimiano – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Como-Stemma.png Como
Amministrazione
SindacoEmanuele Cappelletti (lista civica Progetto Insieme) dal 26/05/2019
Territorio
Coordinate45°46′N 9°07′E / 45.766667°N 9.116667°E45.766667; 9.116667 (Capiago Intimiano)Coordinate: 45°46′N 9°07′E / 45.766667°N 9.116667°E45.766667; 9.116667 (Capiago Intimiano)
Altitudine472 (min 387-max 624)[1] m s.l.m.
Superficie8,72[1] km²
Abitanti5 530[2] (31-3-2017)
Densità634,17 ab./km²
FrazioniOlmeda
Comuni confinantiCantù, Como, Lipomo, Montorfano, Orsenigo, Senna Comasco
Altre informazioni
Cod. postale22070
Prefisso031
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT013043
Cod. catastaleB653
TargaCO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona E, 2 667 GG[3]
Nome abitanticapiaghesi e intimianesi
Patronosan Vincenzo, sant'Anastasio (Capiago);
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Capiago Intimiano
Capiago Intimiano
Capiago Intimiano – Mappa
Localizzazione del comune di Capiago Intimiano nella provincia di Como
Sito istituzionale

Capiago Intimiano (Capiàgh e Intimiàn in dialetto locale[4][5], AFI: [kapjˈɑːk e ĩtimjˈãː]) è un comune italiano di 5 530 abitanti[2] della provincia di Como in Lombardia.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Capiago Intimiano si trova a circa 8 km da Como in direzione SE. Il comune è collinare, con un'altitudine di 624 a Capiago, mentre 387 in quello più basso corrispondente alla frazione di Olmeda, culturalmente legata a Capiago, dove si trova la chiesetta di san Carlo. Le aree non abitate sono prevalentemente boschive, in quello che rimane uno dei prolungamenti della Spina Verde, principale area boschiva del comasco. Nel 2019 il territorio di Capiago Intimiano entra a far parte del Parco Valle del Lambro.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Capiago Intimiano è un comune relativamente recente, ottenuto dalla fusione, nel 1928, di due comuni fino ad allora separati non solo dal punto amministrativo ma anche da quello storico e religioso. Nello specifico, in età comunale, Capiago era il primo dei comuni comaschi favorevoli a Federico Barbarossa, mentre Intimiano era l'ultimo comune nell'orbita di Milano sotto il profilo sia dell'amministrazione politica sia di quella ecclesiastica. Un retaggio di queste differenze si ritrova ancora nella suddivisione dell'amministrazione ecclesiastica e nella liturgia cattolica: Capiago appartiene infatti alla diocesi di Como ed è di rito romano, mentre Intimiano appartenendo all'arcidiocesi di Milano è di rito ambrosiano.

Storia d'Intimiano[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Intimiano.

Storia di Capiago[modifica | modifica wikitesto]

Dalle origini alla fusione con Intimiano[modifica | modifica wikitesto]

I primi insediamenti di Capiago sono in un lazzaretto (casa delle piaghe, in forma dialettale cà di piàgh > Capiàgh, da cui il nome Capiago) situato nei pressi di dove oggi si trova il lavatoio.

Negli annessi agli Statuti di Como del 1335, Capiago viene elencato tra i comuni della pieve di Zezio incaricati della manutenzione della rete stradale compresa tra il fiume Aperto e il campanile dell'oratorio di Trecallo[6].

Sempre inserito nella pieve di Zezio, nel 1751 il territorio di Capiago comprendeva già ii cassinaggi di Castelletto, “San Giorgio”, Salvadera, Bregnaso, Mottarello, Roncacio, Saghetto, Olmeda e Palazzetta[6]. Due anni più tardi si registrò l'incorporazione di Cassina Franca[6].

La riorganizzazione amministrativa del Regno d'Italia napoleonico sancì, nel 1807, l'aggregazione di Capiago ed uniti al comune di Montorfano[7]. L'accorpamento, divenuto effettivo nel 1809, fu tuttavia abrogato successivamente alla caduta di Napoleone e al conseguente passaggio della Lombardia in mano austro-ungarica nel Regno lombardo-veneto[8].

Dalla fusione con Intimiano ai giorni nostri[modifica | modifica wikitesto]

In seguito alla riforma dell'ordinamento comunale disposta nel 1926, nel 1928 i comuni di Capiago e d'Intimiano, scarsamente popolati, venivano aggregati in un unico comune chiamato Salvadera[9]. Nel 1929 infine prendeva definitivamente il nome di Capiago Intimiano.

Il municipio si trova lungo il rettilineo che unisce i due ex-comuni aggregati nel 1928.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

A Capiago[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa parrocchiale di Capiago, dedicata ai santi Vincenzo e Anastasio[10], risulta nell'elenco delle dipendenze del capitolo della cattedrale di Como già dalla fine del XIII secolo.[11]

Poco fuori dal centro abitato, in località Faleggia, si trova la "Casa incontri cristiani", che al suo interno ospita una cappella decorata da un ciclo di mosaici realizzati nel 2006 da Marko Ivan Rupnik.[12]

A Olmeda[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

L'oratorio di San Carlo Borromeo[13] è attestato entro i confini della parrocchia di Capiago già nel 1768, in occasione della visita del vescovo Giambattista Mugiasca.[11]

A Intimiano[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Intimiano.
  • Chiesa di San Leonardo il confessore
  • Oratorio dei Santi Pietro e Paolo
  • Villa Castelli e Villa Soave

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Prima dell'unità d'Italia:

Dopo l'unità d'Italia

Abitanti censiti[19]

Tradizioni e folclore[modifica | modifica wikitesto]

In dialetto comasco, gli abitanti d'Intimiano sono soprannominati ratìtt (topolini) mentre quelli di Capiago bœuf (buoi).

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1898 è attivo nel comune il Corpo Musicale Alessandro Volta, corpo bandistico composto da una quarantina di elementi. Ogni anno il Corpo Musicale propone numerosi concerti e accompagna diverse manifestazioni civili e religiose, sul territorio comunale e in trasferta, anche all'estero.

Nel corso del 2018 il Corpo Musicale ha festeggiato il 120º anno di fondazione, con numerose attività tra cui 2 concerti-evento con le corali parrocchiali.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2014 2019 Sandro Vergani lista civica

Prospettiva Comune

Sindaco [20]
2019 in carica Emanuele Cappelletti lista civica

Progetto Insieme Capiago Intimiano

Sindaco [21]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Tra gli sport di squadra più praticati vi sono il calcio e la pallavolo discipline praticate grazie alla società sportiva ASD Serenza. Anche gli sport invernali trovano adesione tra i cittadini del comune. Lo testimonia la presenza attiva della sezione locale del CAI e del gruppo di giovani Intimianoski che propone gite e gare.

Da diversi anni si tiene nel mese di maggio-giugno, nell'oratorio San Luigi di Intimiano, il torneo calcistico dedicato alla memoria di Mirko Pontiggia, riservato ai più piccoli.

Subito dopo la fine di questo torneo, si tiene il Torneo delle Classi, che vede impegnate le varie classi di età, a partire dai neo-diciottenni. Requisito fondamentale per partecipare è l'aver risieduto, almeno per un certo periodo, a Capiago o a Intimiano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Tuttitalia.it
  2. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 marzo 2017.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 134-135.
  5. ^ ortografia classica
  6. ^ a b c d Comune di Capiago, sec. XIV - 1757 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 27 aprile 2020.
  7. ^ a b c Comune di Capiago, 1798 - 1809 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 27 aprile 2020.
  8. ^ a b Comune di Capiago, 1816 - 1859 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 27 aprile 2020.
  9. ^ Comune di Capiago, 1859 - 1928 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 27 aprile 2020.
  10. ^ Chiesa di SS. Vincenzo e Anastasio - complesso, Piazza Chiesa - Capiago Intimiano (CO) – Architetture – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 29 gennaio 2020.
  11. ^ a b SIUSA - Parrocchia dei SS. Vincenzo e Anastasio in Capiago di Capiago Intimiano, su siusa.archivi.beniculturali.it. URL consultato il 29 gennaio 2020.
  12. ^ CAPPELLA DELLA “CASA INCONTRI CRISTIANI” A CAPIAGO [2006], su Centro Aletti. URL consultato il 29 gennaio 2020.
  13. ^ Chiesa di S. Carlo, Via S. Carlo - Capiago Intimiano (CO) – Architetture – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 29 gennaio 2020.
  14. ^ Comune di Intimiano, sec. XIV - 1757 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 27 aprile 2020.
  15. ^ Comune di Capiago, 1757 - 1797 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 27 aprile 2020.
  16. ^ Comune di Intimiano, 1757 - 1797 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 27 aprile 2020.
  17. ^ a b Comune di Intimiano, 1798 - 1809 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 27 aprile 2020.
  18. ^ Comune di Intimiano, 1816 - 1859 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 27 aprile 2020.
  19. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  20. ^ https://elezionistorico.interno.gov.it/index.php?tpel=G&dtel=25/05/2014&tpa=I&tpe=C&lev0=0&levsut0=0&lev1=3&levsut1=1&lev2=24&levsut2=2&lev3=420&levsut3=3&ne1=3&ne2=24&ne3=240420&es0=S&es1=S&es2=S&es3=N&ms=S
  21. ^ https://elezioni.interno.gov.it/comunali/scrutini/20190526/scrutiniGI030240420

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AAVV, Storia di Capiago, 7 vol., edito da Comune di Capiago e Società archeologica comense, Litotipografia Malinverno 1981 -1997

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN124442942 · BNF (FRcb13745474g (data) · WorldCat Identities (ENviaf-12145542581596642050