Castelnuovo Bozzente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castelnuovo Bozzente
comune
Castelnuovo Bozzente – Stemma
Castelnuovo Bozzente – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Como-Stemma.png Como
Amministrazione
SindacoMassimo Della Rosa (lista civica Anche io Castelnuovo) dal 26/05/2019 (2º mandato)
Territorio
Coordinate45°46′N 8°57′E / 45.766667°N 8.95°E45.766667; 8.95 (Castelnuovo Bozzente)Coordinate: 45°46′N 8°57′E / 45.766667°N 8.95°E45.766667; 8.95 (Castelnuovo Bozzente)
Altitudine398 m s.l.m.
Superficie3,62 km²
Abitanti905[1] (31-3-2017)
Densità250 ab./km²
Comuni confinantiAppiano Gentile, Beregazzo con Figliaro, Binago, Tradate (VA), Venegono Inferiore (VA)
Altre informazioni
Cod. postale22070
Prefisso031
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT013059
Cod. catastaleC220
TargaCO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanticastelnuovesi
Patronosan Martino
Giorno festivo11 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Castelnuovo Bozzente
Castelnuovo Bozzente
Castelnuovo Bozzente – Mappa
Posizione del comune di Castelnuovo Bozzente nella provincia di Como
Sito istituzionale

Castelnuovo Bozzente (Castelnööf in dialetto comasco[2][3], AFI della pronuncia locale: [kɑʃtelˈnøːf]) è un comune italiano di 905 abitanti della provincia di Como, in Lombardia, ricostituito nel 1948. Si chiamò Castelnuovo Bazente dal 1863 al 1910; dal 1928 al 1948 fu aggregato a Beregazzo con Figliaro, formando un unico comune, denominato Mirabello Comasco.[4]

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Idrografia[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio è attraversato da corsi d'acqua che scorronoin prevalenza da nord a sud, identificabili nel Torrente Bozzente, nel Fosso Gradaluso e in affluenti minori riconducibili all'Olona[5].

Geomorfologia[modifica | modifica wikitesto]

Da un punto di vista morfologico, il territorio è un pianalto, caratterizzato nei quadranti sud e ovest da un'area fortemente scavata da piccoli valli con prevalente orientamento nord-sud[5]. Nei quadranti nord ed est presenta invece un andamento altimetrico più dolce[5].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Gli "Statuti delle acque e delle strade del contado di Milano fatti nel 1346” riportano “el locho da Castello Novo” tra le località che, nella pieve di Appiano, hanno in carico la manutenzione della “strata da Bolà”[6].

Sempre incluso nella stessa pieve, ai tempi del Ducato di Milano il comune di Castelnuovo venne infeudato più volte, dapprima alla famiglia Del Rio Noriega ( 1650) e in seguito, dopo alcuni passaggi di mano, alla famiglia dei conti Litta (1739), i quali mantennero le loro concessioni feudali fin'oltre la metà del XVIII secolo[6].

Un decreto di riorganizzazione del Regno d'Italia napoleonico datato 1807 sancì l'aggregazione di Castelnuovo al comune di Binago[7], annessione che fu tuttavia abrogata con la Restaurazione[8].

Successivamente alla creazione dello Stato Italiano, dal 1863 il comune di Castelnuovo utilizzò la denominazione di Castelnuovo Bazente, per assumere quella definitiva di Castelnuovo Bozzente nel 1910[9].

Un Regio Decreto del 1928 sancì l'annessione di Castelnuovo Bozzente venne al nuovo comune di Figliaro, per l'occasione ridenominato Mirabello Comasco[9]. Per il ripristino dell'autonomia comunale di Castelnuovo Bozzente bisognò attendere fino al 1948[10].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

La Chiesa di San Martino, che deve il suo aspetto attuale ad alcuni interventi realizzati tra il XVIII-XIX secolo,[11] è attestata come sede di una parrocchia della pieve di Appiano già nel XVI secolo[12].

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale di Castelnuovo Bozzente comprende una serie di cascine, casotti e roccoli che fanno parte del patrimonio edilizio rurale del Parco della pineta di Appiano Gentile e Tradate.[5]

Si tratta della Cascina Parco (ex Mayer) e della Cascina La Fagiana, strutture a corte già attestate nel Catasto Teresiano, oltre a edifici di più recente costruzione quali la Cascina Fabbrica, la Cascina Villanova, la Cascina Chiosa e l'Azienda Avicola Bosetti[5]. Dell'elenco fanno parte anche il Roccolo del Marchese e il Casotto La Torretta[5].

Presso il Roccolo del Marchese e la Cascina Fagiana si trovano due punti di vista panoramici[5].

Aree naturali[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[16]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Appartiene alla provincia di Como dal 1801.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 marzo 2017.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 172.
  3. ^ Per il dialetto comasco, si utilizza l'ortografia ticinese, introdotta a partire dal 1969 dall'associazione culturale Famiglia Comasca nei vocabolari, nei documenti e nella produzione letteraria.
  4. ^ Grande Enciclopedia, Istituto Geografico De Agostini, 1975, Volume V, p. 314
  5. ^ a b c d e f g h Comune di Castelnuovo Bozzente, Piano di Governo del Territorio - Valutazione Ambientale Strategica (PDF), Marzo 2013.
  6. ^ a b Comune di Castelnuovo, sec. XIV - 1757 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 30 aprile 2020.
  7. ^ a b c d Comune di Castelnuovo, 1798 - 1809 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 30 aprile 2020.
  8. ^ a b Comune di Castelnuovo, 1816 - 1859 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 30 aprile 2020.
  9. ^ a b Comune di Castelnuovo Bozzente, 1859 - 1928 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 30 aprile 2020.
  10. ^ Comune di Castelnuovo Bozzente, 1948 - [1971] – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 30 aprile 2020.
  11. ^ Chiesa di S. Martino - complesso, Via Chiesa - Castelnuovo Bozzente (CO) – Architetture – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 30 aprile 2020.
  12. ^ SIUSA - Parrocchia di S. Martino vescovo in Castelnuovo Bozzente, su siusa.archivi.beniculturali.it. URL consultato il 30 aprile 2020.
  13. ^ Comune di Castelnuovo, sec. XIV - 1757 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 30 aprile 2020.
  14. ^ Comune di Castelnuovo, 1757 - 1797 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 30 aprile 2020.
  15. ^ a b Comune di Castelnuovo Bozzente, 1859 - 1928 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 30 aprile 2020.
  16. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di san Martino
Municipio

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]