San Giuliano Milanese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Giuliano Milanese
comune
San Giuliano Milanese – Stemma San Giuliano Milanese – Bandiera
San Giuliano Milanese – Veduta
Piazza Vittoria
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Città metropolitanaProvincia di Milano-Stemma.png Milano
Amministrazione
SindacoMarco Segala (Forza Italia) dal 20-06-2016
Territorio
Coordinate45°24′N 9°17′E / 45.4°N 9.283333°E45.4; 9.283333 (San Giuliano Milanese)Coordinate: 45°24′N 9°17′E / 45.4°N 9.283333°E45.4; 9.283333 (San Giuliano Milanese)
Altitudine98 m s.l.m.
Superficie30,87 km²
Abitanti38 132[1]
Densità1 235,24 ab./km²
FrazioniBorgolombardo, Carpianello, Civesio, Mezzano, Pedriano, Rancate, Santa Brera, Sesto Ulteriano, Viboldone, Videserto, Zivido
Comuni confinantiCarpiano, Colturano, Locate di Triulzi, Mediglia, Melegnano, San Donato Milanese
Altre informazioni
Cod. postale20098
Prefisso02
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT015195
Cod. catastaleH930
TargaMI
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantisangiulianesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
San Giuliano Milanese
San Giuliano Milanese
San Giuliano Milanese – Mappa
Posizione del comune di San Giuliano Milanese all'interno della città metropolitana di Milano
Sito istituzionale

San Giuliano Milanese (San Giuliàn in dialetto milanese, e semplicemente San Giuliano fino al 1893) è un comune italiano di 38.132 abitanti[1] della città metropolitana di Milano, in Lombardia. È situato a circa 15 chilometri a sud-est dal centro di Milano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il piccolo borgo di San Giuliano si sviluppò in età medievale intorno all'omonima pieve, posta sulla strada da Milano a Lodi.

In età Napoleonica, anno 1809, furono aggregati a San Giuliano i comuni di Carpianello e Zivido. Due anni dopo il comune di San Giuliano venne a sua volta soppresso e aggregato a Viboldone. Tutti i centri recuperarono l'autonomia dopo la costituzione del Regno Lombardo-Veneto, anno 1816.

All'unità d'Italia, anno 1861, San Giuliano contava 394 abitanti. Nel 1869 il comune di San Giuliano venne aggregato, insieme con Sesto Ulteriano e Zivido, al comune di Viboldone.[2] Nel 1870 a Viboldone venne aggregata anche Pedriano.[3]

Nel 1893 il comune di Viboldone assunse la denominazione di "San Giuliano Milanese".[4]

Dopo la seconda guerra mondiale, San Giuliano ha conosciuto un impetuoso sviluppo demografico ed edilizio, favorito dalla vicinanza a Milano e dalla posizione lungo la Via Emilia. Fra le frazioni di Civesio e Sesto Ulteriano, presso l'uscita dell'autostrada, è sorta una vasta zona adibita ad insediamenti produttivi e logistici.

All'inizio degli anni Sessanta ospitava il Laboratorio di Ricerche Elettroniche di Olivetti[5]: proprio qui la società vide i suoi primi sviluppi verso l'elettronica, in collaborazione con la sede della provincia pisana di Barbaricina.

Nel 2000 San Giuliano Milanese è stata insignita del titolo di città.[6]

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Stemma

« Troncato azzurro, diviso da una fascia di color argento sulla partizione; nella prima partizione la cuspide del campanile dell'Abbazia di Viboldone uscente dalla fascia; nella seconda partizione due spade di color argento, decussate con manici d'oro con le punte all'ingiù. »

Gonfalone

« Drappo di colore azzurro con scritta in oro convessa verso l'alto "Città di San Giuliano Milanese"; Corona in oro con cinque torri; fronda di alloro con color verde con le bacche d'oro e fronda di quercia di color verde con le ghiande d'oro, ritenute da nastro tricolore in centro; sulla base del gonfalone arabeschi ricamati in oro e finiture con frangia d'oro. Tutte le parti metalliche cromate in oro, cravatta tricolorata, cordone e fiocco d'oro, asta ricoperta di velluto del colore del drappo con bullette d'oro. »

Fonte:[7]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Titolo di Città - nastrino per uniforme ordinaria Titolo di Città
— D.P.R. del 24 aprile 2000

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Comune di San Giuliano

Abitanti censiti[9]

Etnie[modifica | modifica wikitesto]

Al 31 dicembre 2014 gli stranieri residenti nel comune di San Giuliano Milanese sono 5912 e costituiscono il 15,6% della popolazione totale[10]. Tra le nazionalità più rappresentate troviamo:[10]

  1. Romania, 1160 3,05%
  2. Egitto, 791 2,08%
  3. Perù, 519 1,37%
  4. Ecuador, 460 1,21%
  5. Marocco, 396 1,04%
  6. Filippine, 333 0,88%
  7. Ucraina, 316 0,83%
  8. Albania, 217 0,57%
  9. Cina, 187 0,49%
  10. Sri Lanka, 152 0,4%

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

L'odierno territorio comunale di San Giuliano Milanese è il frutto del più intenso fenomeno di razionalizzazione amministrativa nella Provincia di Milano dopo quello del capoluogo. Sotto il governo austriaco infatti, dentro quelli che sono oggi i moderni confini municipali, esistevano ben 11 comuni diversi ed autonomi fra loro, che si ridussero a 5 nel 1841, e si unificarono nel 1870.[11]

Secondo lo statuto comunale, il territorio comunale comprende le frazioni, nuclei e agglomerati di Borgolombardo, Carpianello, Civesio, Mezzano, Pedriano, San Giuliano, Sesto Ulteriano, Viboldone e Zivido.[12]

Secondo l'ISTAT, il territorio comunale comprende il centro abitato di San Giuliano Milanese, le frazioni di Civesio, Pedriano, Sesto Ulteriano e Viboldone e le località di Cascina Cantalupo, Cascina Castelletto, Cascina Occhiò, Cascina Rancate, Cascina Rocca Brivio, Cascina Santa Brera e Montone-Primavera.[13]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

La Via Emilia a San Giuliano

San Giuliano è attraversata da nord-ovest a sud-est dalla strada statale 9 Via Emilia, percorsa da un intenso traffico diretto in gran parte al capoluogo lombardo. Dalla via Emilia si dipartono due strade provinciali, dirette rispettivamente a Locate di Triulzi e Mediglia.

Parallelamente alla via Emilia, alcuni chilometri più ad ovest, corre l'Autostrada del Sole, sulla quale, in località Civesio, è posta l'uscita autostradale di San Giuliano Milanese.

Dall'Autostrada del Sole si dirama, in località Viboldone, la Tangenziale Ovest di Milano, anch'essa con caratteristiche autostradali.

Ferrovie e tranvie[modifica | modifica wikitesto]

Parallelamente e limitrofa alla Via Emilia corre la ferrovia Milano-Bologna, aperta al traffico nel 1861.
Sulla linea sono poste due fermate: quella di San Giuliano Milanese, aperta nel 1931, è posta in prossimità dell'antico centro; quella di Borgolombardo, più recente, serve l'omonimo quartiere, e il quartiere Certosa di San Donato Milanese.
Entrambe le fermate sono servite dai treni della linea S1 (Saronno-Milano-Lodi) del servizio ferroviario suburbano di Milano.

Il territorio comunale di San Giuliano è attraversato anche dalla linea ad alta velocità Milano–Bologna, attivata nel 1997 e in parte parallela alla linea storica.

Dal 1880 al 1931 San Giuliano fu servita dalla tranvia interurbana Milano-Lodi, che correva lungo la Via Emilia.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1980 1992 Egidio Gilardi PDS Sindaco
1992 1999 Virginio Bordoni PDS Sindaco [14]
1999 2009 Marco Toni DS Sindaco [15][16]
2009 2010 Luigia Greco PD Sindaco [17]
2010 2011 Francesca Iacontini Commissaria
2011 2016 Alessandro Lorenzano PD Sindaco
2016 in carica Marco Segala FI Sindaco [18]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Statistiche demografiche ISTAT, Istituto nazionale di statistica. URL consultato il 25 ottobre 2016.
  2. ^ Regio Decreto 14 febbraio 1869, n. 4903
  3. ^ Regio Decreto 9 giugno 1870, n. 5722
  4. ^ Regio Decreto n° 312 del 15 giugno 1893, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia n° 151 del 28 giugno 1893
  5. ^ Olivetti: Qui Olivetti Elea, 1961, di Renato Betti, unibocconi.it
  6. ^ D.P.R. 24 aprile 2000
  7. ^ Art. 3, comma 4 dello Statuto Comunale [1].
  8. ^ Cecilia De Carli (a cura di), Le nuove chiese della diocesi di Milano. 1945-1993, Milano, Edizioni Vita e Pensiero, 1994, p. 122, ISBN 88-343-3666-6.
  9. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  10. ^ a b Statistiche demografiche ISTAT Stranieri al 31 dicembre 2014, Istituto nazionale di statistica. URL consultato il 17 giugno 2015.
  11. ^ Lombardia Beni Culturali
  12. ^ Art. 3 comma 2 dello Statuto Comunale
  13. ^ ISTAT - Dettaglio località abitate
  14. ^ Corriere della Sera, 5 marzo 1999
  15. ^ Ministero dell'Interno - Archivio storico delle elezioni - Comunali del 13 giugno 1999
  16. ^ Ministero dell'Interno - Archivio storico delle elezioni - Comunali del 12 giugno 2004
  17. ^ Ministero dell'Interno - Archivio storico delle elezioni - Comunali del 7 giugno 2009
  18. ^ Elezioni 2016, comunali del 19 giugno - ballottaggio, su elezioni.interno.it. URL consultato il 20 giugno 2016 (archiviato il 20 giugno 2016).
  19. ^ a b http://www.sangiulianonline.it/citta/storia/pagina3.html Gemellaggi

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN147834782
Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia