Casarile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Casarile
comune
Casarile – Stemma Casarile – Bandiera
Casarile – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Città metropolitana Provincia di Milano-Stemma.png Milano
Amministrazione
Sindaco Antonio Maria Civardi (lista civica) dal 12/06/2014
Territorio
Coordinate 45°19′N 9°06′E / 45.316667°N 9.1°E45.316667; 9.1 (Casarile)Coordinate: 45°19′N 9°06′E / 45.316667°N 9.1°E45.316667; 9.1 (Casarile)
Altitudine 97 m s.l.m.
Superficie 7,33 km²
Abitanti 4 069[1] (28/2/2014)
Densità 555,12 ab./km²
Frazioni Zavanasco
Comuni confinanti Binasco, Giussago (PV), Lacchiarella, Rognano (PV), Siziano (PV), Vernate
Altre informazioni
Cod. postale 20080
Prefisso 02
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 015055
Cod. catastale B938
Targa MI
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti Casarilesi
Patrono San Biagio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Casarile
Casarile
Casarile – Mappa
Posizione del comune di Casarile nella città metropolitana di Milano
Sito istituzionale

Casarile (Casaril in dialetto milanese) è un comune italiano di 4.069 abitanti[1] della città metropolitana di Milano ai confini con la provincia di Pavia, in Lombardia.

Il nome del comune deriva dal latino casearile, luogo dove si fa e si conserva il formaggio. Un'altra scuola di pensiero invece fa risalire il nome del paese alla prima casa che era presente sul territorio, più precisamente su un Rile, in dialetto un fiumiciattolo.

Il comune di Casarile possiede quattro storiche frazioni: Colombera, Melone, Porchera e Zavanasco, quest'ultima unita al territorio comunale dagli austriaci nel 1842, rimanendo da quel momento la sede municipale fino all'arrivo dei Savoia.

Il santo patrono è San Biagio, protettore della gola.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]


Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 317 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Romania 52 1,33%

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
14 giugno 2014 Antonio Maria Civardi Lista Civica Sindaco

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Fra il 1880 e il 1936 la località ospitò una fermata della Tranvia Milano-Pavia[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Statistiche demografiche ISTAT, Istituto nazionale di statistica. URL consultato il 30 luglio 2014.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Giovanni Cornolò, Fuori porta in tram. Le Tranvie extraurbane milanesi 1876-1980, Parma, Ermanno Albertelli Editore, 1980.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia