Ogliastro Cilento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ogliastro Cilento
comune
Ogliastro Cilento – Stemma
Ogliastro Cilento – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Campania-Stemma.svg Campania
Provincia Provincia di Salerno-Stemma.png Salerno
Amministrazione
Sindaco Michele Apolito (lista civica) dal 30/05/2006
Territorio
Coordinate 40°21′00″N 15°03′00″E / 40.35°N 15.05°E40.35; 15.05 (Ogliastro Cilento)Coordinate: 40°21′00″N 15°03′00″E / 40.35°N 15.05°E40.35; 15.05 (Ogliastro Cilento)
Altitudine 365 m s.l.m.
Superficie 13 km²
Abitanti 2 274[1] (31-12-2010)
Densità 174,92 ab./km²
Frazioni Eredita, Finocchito
Comuni confinanti Agropoli, Cicerale, Prignano Cilento
Altre informazioni
Cod. postale 84061
Prefisso 0974
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 065081
Cod. catastale G011
Targa SA
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti ogliastresi
Patrono Madonna del Buon Consiglio
Giorno festivo 26 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Ogliastro Cilento
Posizione del comune di Ogliastro Cilento all'interno della provincia di Salerno
Posizione del comune di Ogliastro Cilento all'interno della provincia di Salerno
Sito istituzionale

Ogliastro Cilento è un comune italiano di 2.261 abitanti della provincia di Salerno in Campania.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Clima[modifica | modifica wikitesto]

La stazione meteorologica più vicina è quella di Capaccio. In base alla media trentennale di riferimento 1961-1990, la temperatura media del mese più freddo, gennaio, si attesta a +6,8 °C; quella del mese più caldo, agosto, è di +24,4 °C[2].

CAPACCIO Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Inv Pri Est Aut
T. max. mediaC) 9,9 9,9 12,6 16,0 19,8 24,3 28,7 29,2 25,4 20,9 15,8 12,0 10,6 16,1 27,4 20,7 18,7
T. min. mediaC) 3,7 4,0 5,7 8,6 11,7 15,6 19,1 19,6 16,5 13,0 9,1 5,9 4,5 8,7 18,1 12,9 11,0

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le prime attestazioni storiche si hanno nell’anno 1059, nonostante il luogo parrebbe abitato da epoca più remota. L’etimologia è duplice[3]. In prima istanza, Ogliastro derivebbe dal nome “Olliastrum” (a sua volta dal termine “aystron”, ovvero “città” unito al verbo “òllymi”, cioè “distruggere”: Ogliastro sarebbe in tal caso stata edificata in seguito alla devastazione della vicina Agropoli). La seconda ipotesi ci conduce al sostantivo latino (medioevale) “oleastrum”: in apparenza il richiamo all’olivo appare più probabile. Ogliastro era pertinenza di Agropoli, feudo del Vescovo di Paestum sino al 1556, anno in cui venne alienato alla famiglia Spigadore. I passaggi di proprietà del feudo furono numerosi: Bonito, de Clario, Altomare, de Conciliis, sino ai marchesi de Stefano (1741).[4]

Dal 1811 al 1860 ha fatto parte del circondario di Torchiara, appartenente al Distretto di Vallo del Regno delle Due Sicilie.

Dal 1860 al 1927, durante il Regno d'Italia ha fatto parte del mandamento di Torchiara, appartenente al Circondario di Vallo della Lucania.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Le frazioni maggiori di Ogliastro sono Eredita e Finocchito.

  • Eredita (dal greco “erèido”, ovvero “poggiare saldamente” in ricordo della caduta di Agropoli e come auspicio di lunga vita al borgo[3]);
  • Finocchito (seu “de Fineclito” dal greco “fyo ek lìtos”, ovvero “nato da una pietra”[3]), è ricordato nel lontano 1078. Era dei principi Sanseverino, dai quali passò per vendita a varie famiglie nobili napoletane, tra le quali i baroni Rizzo, i baroni de Conciliis ed i nobili de Clario (feudatari di Finocchito sino all’eversione della feudalità nel 1806), tuttora insigniti del titolo di baroni di Finocchito.[4].

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio fa parte della Comunità montana Alento-Monte Stella.

Le competenze in materia di difesa del suolo sono delegate dalla Campania all'Autorità di bacino regionale Sinistra Sele.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ erg7118.casaccia.enea.it/profili/tabelle/517%20%5BCapaccio%5D%20capoluogo.Txt Tabella climatica
  3. ^ a b c Ogliastro Cilento, Ogliastro Cilento
  4. ^ a b Pietro Ebner, “Chiesa baroni e popolo nel Cilento”, Edizioni di Storia e Letteratura – Roma.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]