Caselle in Pittari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Caselle in Pìttari
comune
Caselle in Pìttari – Stemma
Caselle in Pìttari – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Campania-Stemma.svg Campania
Provincia Provincia di Salerno-Stemma.png Salerno
Amministrazione
Sindaco Maurizio Tancredi (lista civica) dal 25/05/2014
Territorio
Coordinate 40°10′00″N 15°33′00″E / 40.166667°N 15.55°E40.166667; 15.55 (Caselle in Pìttari)Coordinate: 40°10′00″N 15°33′00″E / 40.166667°N 15.55°E40.166667; 15.55 (Caselle in Pìttari)
Altitudine 444 m s.l.m.
Superficie 44 km²
Abitanti 2 001[1] (31-12-2010)
Densità 45,48 ab./km²
Frazioni Botimare, Caporra, Marmore, Santi Caselle, Tempe
Comuni confinanti Casaletto Spartano, Morigerati, Rofrano, Sanza, Torre Orsaia
Altre informazioni
Cod. postale 84030
Prefisso 0974
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 065029
Cod. catastale B959
Targa SA
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti Casellesi
Patrono san Michele Arcangelo
Giorno festivo 8 maggio / 29 Settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Caselle in Pìttari
Posizione del comune di Caselle in Pittari all'interno della provincia di Salerno
Posizione del comune di Caselle in Pittari all'interno della provincia di Salerno
Sito istituzionale

Caselle in Pìttari è un comune italiano di 2.010 abitanti della provincia di Salerno in Campania.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Gonfalone comunale.

Caselle in Pìttari è un paesino del Cilento arroccato su una collina a 444 m s.l.m., sovrastato dalla torre medievale. Da qui lo sguardo del visitatore, si può liberare indisturbato verso nord per ammirare la maestosità del monte più alto in Campania, il Monte Cervati (1898 mt) dalle cui sommità sgorgano le acque del fiume Bussento che attraversa il territorio di Caselle in un primo tratto, fino al Lago Sabetta, mostrando le sue acque, per poi essere inghiottito dalle viscere della terra presso La Rupe, ad Est dell’abitato. Nel lustro 2004/2009, il paese ha subito vari restauri che lo hanno portato ad essere uno dei paesi più belli ed ammirati di tutto il Cilento.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1811 al 1860 ha fatto parte del circondario di Sanza, appartenente al Distretto di Sala del Regno delle Due Sicilie.

Dal 1860 al 1927, durante il Regno d'Italia ha fatto parte del mandamento di Sanza, appartenente al Circondario di Sala Consilina.

Ambiente[modifica | modifica wikitesto]

Verso Ovest si può osservare la cromatica bellezza delle rocce del Monte Bulgheria, o più a nord osservare d’estate le luci del Santuario di Novi Velia sulla cima del Monte Gelbison). Verso sud-est per cercare uno scorcio verso il mare (che un tempo sicuramente era scrutabile dalle sommità della torre). Infine, volgere lo sguardo al pietroso Monte Pittari, tra l’altro ha contribuito al nome del paese, che è custode del santuario di San Michele Arcangelo tanto venerato dai Casellesi.

Una superficie territoriale di 44,62 km² prevalentemente collinare, ma anche ricca di bellezze naturalistiche ed archeologiche.

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]


Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Principali arterie stradali[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Le competenze in materia di difesa del suolo sono delegate dalla Campania all'Autorità di bacino regionale Sinistra Sele.

Il comune fa parte della Comunità montana Bussento - Lambro e Mingardo

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]