Torraca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Torraca
comune
Torraca – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Campania-Stemma.svg Campania
Provincia Provincia di Salerno-Stemma.png Salerno
Amministrazione
Sindaco Francesco Bianco (lista civica) dal 26/05/2014
Territorio
Coordinate 40°07′00″N 15°38′00″E / 40.116667°N 15.633333°E40.116667; 15.633333 (Torraca)Coordinate: 40°07′00″N 15°38′00″E / 40.116667°N 15.633333°E40.116667; 15.633333 (Torraca)
Altitudine 452 m s.l.m.
Superficie 16,01 km²
Abitanti 1 304[1] (31-12-2010)
Densità 81,45 ab./km²
Comuni confinanti Casaletto Spartano, Sapri, Tortorella, Vibonati
Altre informazioni
Cod. postale 84030
Prefisso 0973
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 065148
Cod. catastale L233
Targa SA
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti torrachesi
Patrono san Pietro Apostolo
Giorno festivo 29 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Torraca
Posizione del comune di Torraca all'interno della provincia di Salerno
Posizione del comune di Torraca all'interno della provincia di Salerno
Sito istituzionale

Torraca è un comune italiano di 1.290 abitanti della provincia di Salerno in Campania.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Torraca è un piccolo comune situato al sud della Campania nel basso Cilento, non lontano dalla Basilicata con la quale però non confina.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il comune ha recentemente deliberato per il referendum correlato al Progetto Grande Lucania.

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Ha le caratteristiche di un antico borgo medievale con la presenza di un castello baronale. La costruzione di diverse chiese fa eco a una notevole religiosità avuta durante i secoli passati, tra cui spicca la chiesa madre dedicata al Santo Patrono S.Pietro Apostolo e la chiesetta situata a pochi chilometri dal paese eretta in onore di Maria SS dei Cordici. Si segnalano anche varie cappelle sparse nel piccolo centro, tra le quali la Cappella della Congrega, che affaccia nella medesima piazza della chiesa madre; la cappella di sant'Anna, poco distante; la cappella di sant'Antonio, in località san Rocco; la cappella di san Michele, nei pressi del castello baronale; la cappella dedicata alla Madonna di Loreto (ru Rito, in dialetto torrachese) in località "Salita Madonna del Rito". Vi sono poi, fuori dall'abitato, in località san Fantino, i resti di una chiesetta un tempo intitolata a san Fantino, monaco e santo basiliano che ha operato nel Cilento. La presenza di questa importante figura testimonia come radicata sia stata la presenza dei monaci di rito greco nella Lucania costiera: il golfo di Policastro può a giusta ragione essere considerata la propaggine più estrema della regione del Mercurion, culla del monachesimo greco orientale. Testimonianza di questa influente presenza greca nella zona sono, oltre alla detta cappella, gli imponenti resti di un monastero greco che affaccia sulla baia di Sapri, a metà strada tra l'abitato di Torraca e la vicina Sapri; i resti della importante badia di San Giovanni a Piro, di cui fu abate l'illustre umanista di Tessalonica Teodoro Gaza; la chiesa della Madonna di Grottaferrata di Rofrano. Della cappella torrachese di San Fantino oggi non restano che muri spogli, dai quali si può ancora riconoscere l'abside.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Persone legate a Torraca[modifica | modifica wikitesto]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Contrade[modifica | modifica wikitesto]

In base allo statuto comunale di Torraca[4] le contrade sono[5]:

  • Broili;
  • Coia;
  • Cordici;
  • Fenosa, 118 abitanti, 83 m s.l.m., abitato contiguo a Sapri;
  • Ferrari;
  • Nurriti;
  • Pallarete;
  • San Fantino;
  • San Leonardo;
  • San Martino;
  • San Michele;
  • Savarelli;
  • Tempe;
  • Torrette;
  • Zaccani.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Principali arterie stradali[modifica | modifica wikitesto]

  • Strada Provinciale 16 Italia.svg Strada Provinciale 16 Innesto Statale Bussentina-Caselle in Pittari-Casaletto Spartano-Torraca-Sapri.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune fa parte della Comunità montana Bussento - Lambro e Mingardo

Le competenze in materia di difesa del suolo sono delegate dalla Campania all'Autorità di bacino regionale Sinistra Sele.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Impianti sportivi[modifica | modifica wikitesto]

  • Kartodromo[6]
  • Piscina comunale

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Torraca è il primo comune al mondo ad avere il sistema di illuminazione pubblica completamente realizzato con tecnologia a LED, fortemente voluto dal sindaco Daniele Filizola. Consulente scientifico dell'iniziativa ma non collaudatore dell'impianto fu il prof. ing. Luciano Di Fraia, docente di illuminotecnica presso l'Università di Napoli Federico II. Fornitore delle tecnologie è stata la società Elettronica Gelbison S.p.A. Sull'argomento si è svolto il convegno "Pubblica illuminazione a LED. Il caso di Torraca, primo comune a LED nel mondo", che si è tenuto il 30 novembre e il 1º dicembre 2007. La tecnologia ad elevato rendimento di conversione con controllo automatico del flusso dei LED è oggetto del brevetto dell'ing. Giuseppe Maresca, direttore tecnico di Elettronica Gelbison.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Biagio Mercadante: Biografia, Opere, Quadri di Biagio Mercadante - ArsValue.com
  4. ^ Statuto comunale di Torraca
  5. ^ 14º Censimento Generale della Popolazione e delle Abitazioni
  6. ^ MTN Company | agenzia di comunicazione integrata

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]