Praiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Praiano
comune
Praiano – Stemma Praiano – Bandiera
Praiano – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Campania-Stemma.svg Campania
Provincia Provincia di Salerno-Stemma.png Salerno
Amministrazione
Sindaco Giovanni Di Martino (Lista civica di Centro-sinistra "Insieme in Libertà")
Territorio
Coordinate 40°36′40″N 14°32′00″E / 40.611111°N 14.533333°E40.611111; 14.533333 (Praiano)Coordinate: 40°36′40″N 14°32′00″E / 40.611111°N 14.533333°E40.611111; 14.533333 (Praiano)
Altitudine 120 m s.l.m.
Superficie 2,67 km²
Abitanti 2 081[1] (31-12-2010)
Densità 779,4 ab./km²
Frazioni Vettica Maggiore, Marina di Praia
Comuni confinanti Agerola (NA), Furore, Positano
Altre informazioni
Cod. postale 84010
Prefisso 089
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 065102
Cod. catastale G976
Targa SA
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti praianesi
Patrono san Luca, San Gennaro, Madonna Annunziata
Giorno festivo 25 marzo, Prima domenica di Maggio, Prima domenica di Luglio, 19 settembre, 18 ottobre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Praiano
Posizione del comune di Praiano all'interno della provincia di Salerno
Posizione del comune di Praiano all'interno della provincia di Salerno
Sito istituzionale

Praiano è un comune italiano di 2.069 abitanti della provincia di Salerno in Campania, appartenente geograficamente alla Costiera Amalfitana.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Clima[modifica | modifica wikitesto]

La stazione meteorologica più vicina è quella di Amalfi. In base alla media trentennale di riferimento 1961-1990, la temperatura media del mese più freddo, gennaio, si attesta a +10,7 °C; quella del mese più caldo, agosto, è di +26,8 °C.

Le precipitazioni medie annue superano i 1.700 mm, distribuite mediamente in 96 giorni, e presentano un minimo estivo, un picco in autunno-inverno ed un massimo secondario in primavera[2].

Etimologia (origine del nome)[modifica | modifica wikitesto]

Il nome probabilmente deriva dal termine praia, ossia spiaggia, dal greco plagion (piano inclinato). Anche qui si aggiunge il suffisso di pertinenza -anus.

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • Festività di Maria SS. Annunziata, in frazione Marina di Praia, alla fine di marzo.
  • Luminaria di San Domenico, con annessa festività, in frazione Vettica Maggiore, nei primi di agosto
  • Festival della tradizione
  • Festa di San Luca Patrono di Praiano, la prima domenica di luglio e il 18 ottobre
  • Festa di San Gennaro Patrono di Vettica Maggiore, la seconda domenica di maggio e il 19 settembre
  • Processione via mare del quadro bizantino della Madonna Posa Posa, che viene portato a Praiano da Positano attraverso una lunghissima processione via mare che dura giorni. Da Positano si ferma nella cappella dell'isola di Gallo Lungo, nell'arcipelago de Li Galli. Poi va a Marina di Praia e si ferma per qualche giorno nella chiesa di Maria SS. Annunziata, da dove dopo viene riportata a Positano attraverso una (lunghissima) processione via mare.
  • Festività Pasquali e Natalizie, nelle frazioni di Vettica Maggiore e Marina di Praia e nel paese

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Religione[modifica | modifica wikitesto]

La maggioranza della popolazione è di religione cristiana di rito cattolico appartenenti all'Arcidiocesi di Amalfi-Cava de' Tirreni.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Principali arterie stradali[modifica | modifica wikitesto]

  • Strada Statale 163 Italia.svg Strada statale 163 Amalfitana, principale asse viario di accesso al territorio comunale.
  • Strada Provinciale 285 Innesto SS 163-Abitato di Praiano.

Mobilità urbana[modifica | modifica wikitesto]

I trasporti urbani sono effettuati dalla società Flavio Gioia; i trasferimenti per le altre località della Costiera amalfitana sono effettuati dalla società Sita Sud.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Le competenze in materia di difesa del suolo sono delegate dalla Campania all'Autorità di bacino regionale Destra Sele.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella climatica mensile e annuale (TXT) in Archivio climatico DBT, ENEA.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]