Montesano sulla Marcellana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Montesano sulla Marcellana
comune
Montesano sulla Marcellana – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Campania-Stemma.svg Campania
Provincia Provincia di Salerno-Stemma.png Salerno
Amministrazione
Sindaco Donato Fiore Volentini (lista civica) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate 40°17′00″N 15°42′00″E / 40.283333°N 15.7°E40.283333; 15.7 (Montesano sulla Marcellana)Coordinate: 40°17′00″N 15°42′00″E / 40.283333°N 15.7°E40.283333; 15.7 (Montesano sulla Marcellana)
Altitudine 850 m s.l.m.
Superficie 110,22 km²
Abitanti 6 683[1] (31-12-2010)
Densità 60,63 ab./km²
Frazioni Arenabianca, Cessuta, Magorno, Montesano Scalo, Prato Comune, Tardiano
Comuni confinanti Buonabitacolo, Casalbuono, Grumento Nova (PZ), Lagonegro (PZ), Moliterno (PZ), Padula, Sanza, Tramutola (PZ)
Altre informazioni
Cod. postale 84033
Prefisso 0975
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 065076
Cod. catastale F625
Targa SA
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Cl. climatica zona E, 2 259 GG[2]
Nome abitanti montesanesi
Patrono san Nicola
Giorno festivo 6 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Montesano sulla Marcellana
Posizione del comune di Montesano sulla Marcellana all'interno della provincia di Salerno
Posizione del comune di Montesano sulla Marcellana all'interno della provincia di Salerno
Sito istituzionale

Montesano sulla Marcellana è un comune italiano di 6.663 abitanti[3] della provincia di Salerno in Campania.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

II Comune, il più orientale dell'intera Regione Campania, è posto su un monte della catena della Maddalena (Appennino meridionale) a circa 850 m s.l.m. L'altitudine massima in tutto il comune è di 1447 m, la minima di 480. Ha una superficie di 109,36 km², compresa fra la piana del Calore ad occidente e la piana della Maddalena ad oriente. Il suo territorio si presenta montuoso interrotto dalle pianure di Magorno, Tardiano e Spigno.Il centro più importante è la frazione Scalo. Sull'intero territorio è molto sviluppata la superficie boschiva, che con un'estensione superiore ai 4000 ettari, è tra le più consistenti del Vallo di Diano. È situato a Sud-Est del capoluogo di Provincia e da esso dista 115 km.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il clima è temperato caldo, umido a valle, e secco in quota. Vi sono inverni brevi, con temperature che possono essere molto basse, soprattutto nella zona degli altopiani. Le estati sono calde, ma raramente le temperature si presentano afose.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1811 al 1860 è stato capoluogo dell'omonimo circondario appartenente al Distretto di Sala del Regno delle Due Sicilie.

Dal 1860 al 1927, durante il Regno d'Italia è stato capoluogo dell'omonimo mandamento appartenente al Circondario di Sala Consilina.

Il comune ha recentemente deliberato per il referendum correlato al Progetto Grande Lucania.

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

Si narra che gli abitanti di marcellinum, paese situato a valle dell'odierna Montesano, a causa dell'aria malsana dovuta ai luoghi paludosi, ed in seguito ad epidemie di peste, si siano rifugiati in collina (a circa 850 m sul livello del mare) ove fu fondato, intorno all'anno mille, il nuovo paese che proprio per la salubrità dell'aria e delle sue numerose sorgenti fu denominato Montesano. Il toponimo "sulla marcellana" deriva dal luogo di origini Marcellinum e dalla strada Marcellana che lo attraversava.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di sant'Anna, veduta notturna, sullo sfondo il Vallo di Diano
  • Abbazia di Santa Maria di Cadossa, complesso ecclesiastico risalente all'anno 1000, legata alla venerazione di San Cono di Riano anche conosciuto come San Cono da Teggiano.
  • Grancia Basiliana di San Pietro, risalente all'XI Secolo.
  • Chiesa e Convento dei Cappuccini risalente al XV secolo.
  • Cappella di Sant'Antonio Abate, risalente al XIII secolo.
  • Chiesa di Sant'Andrea, costruita nel 1300, crollata a seguito del terremoto del 1857, con successiva ricostruzione terminata nel 1931.
  • Chiesa dell'Assunta, anche conosciuta con il nome di "Chiesa Nuova", fu costruita tra il 1718 e il 1731 per volere dei fratelli Pietro e Antonio Gerbasio, baroni del posto.
  • Chiesa di Sant'Anna, imponente edificio in stile gotico che domina la piazza principale del paese, costruita tra il 1954 e il 1959 per volere del magnate Filippo Gagliardi.
  • Chiesa Evangelica Pentecostale ADI, luogo di culto della confessione cristiana Protestante.
  • Chiesa di San Gerardo Maiella, costruita negli anni '70 alla Frazione Tardiano.

Aree naturali[modifica | modifica wikitesto]

Il vasto territorio comunale, si articola su valli, monti ed altopiani. Sul territorio a valle che delimita la fine del Vallo di Diano in direzione sud, sorge il secondo centro abitato del Comune, Montesano Scalo. In questa parte del territorio, al confine con i limitrofi comuni di Buonabitacolo, Casalbuono e Sanza, esiste da diversi anni ormai, il parco regionale "Cerreta - Cognola", un'oasi di verde costituita da un vastissimo bosco di alberi secolari, al cui interno vengono allevati allo stato brado, diverse specie di animali, ormai quasi scomparse allo stato libero. Risalendo il territorio comunale verso l'abitato capoluogo, si incontra la zona "termale", caratterizzata da una consistente presenza di sorgenti di acque oligominerali, e qui, nei pressi dello stabilimento termale, l'amministrazione comunale ha creato "un'oasi di benessere", un percorso pedestre attrezzato, dal quale si può godere anche di una bellissima vista panoramica. Oltrepassato il capoluogo, si incontrano alcuni altopiani, posizionati a diverse altitudini che variano dai 900 ai 1200 metri. Il più vasto è la piana di Magorno - Tardiano, in questa pianura, di inverno se la piovosità lo consente, si forma un piccolo lago alluvionale. Se si decide di imboccare uno dei vari sentieri che si inerpicano su per i monti della Maddalena, tra boschi e prati, non è difficile imbattersi in mandrie di bovini lasciate libere di pascolare, in volpi e cinghiali.

Montesano Pan.jpg
Ingrandisci
Montesano sulla Marcellana, panoramica

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Musei[modifica | modifica wikitesto]

Nel capoluogo, è presente il museo civico, che conserva attrezzi e manufatti della vita contadina del secolo scorso.

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • 16 gennaio: Fuochi di sant'Antonio abate
  • 30 aprile: Fiera in onore di San Vincenzo dalle 7:30 alle 14:00 (loc: Tempa la mandra, Filaro, Capuana)
  • 1º maggio: Festa di san Vincenzo
  • ultima domenica di maggio: Festa di Sant'Antonio in Frazione Tardiano
  • 13 giugno: Festa di sant'Antonio
  • 29 giugno: Festa di san Pietro (Montesano Scalo)
  • 17 luglio: Fiera del Carmine
  • ultimo sabato di luglio: Festa in onore di Papa Giovanni Paolo II, nella località Capuana
  • ultima domenica di luglio: Festa di san Nicola Montesano S|M
  • prima domenica di agosto: Festa di santa Rita in frazione Prato Comune
  • 11-12 agosto: Premio "Filippo Gagliardi"[5]
  • seconda domenica di agosto: Festa di San Gerardo in Frazione Tardiano
  • 7 settembre: Fiera Madonna di Loreto
  • 8 settembre: Festa Madonna di Loreto
  • 23 settembre: festa in Montesano scalo in onore di San Pio da Pietrelcina
  • 24 settembre: festa in Montesano scalo in onore di San Pio da Pietrelcina
  • 6 dicembre: Festa di san Nicola

Persone legate a Montesano sulla Marcellana[modifica | modifica wikitesto]

  • Attilio Mellone, presbitero, religioso francescano e letterato
  • Filippo Gagliardi, benestante del paese e fondatore della chiesa Madre e di piazza Castello

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L’economia si basa prevalentemente su agricoltura e artigianato. L’allevamento zootecnico permette la produzione di salumi e derivati dalla lavorazione del latte. Sul territorio è presente uno stabilimento per l'imbottigliamento dell'acqua minerale.[senza fonte]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

  • Strada statale 19 delle Calabrie.
  • Strada regionale 103/a
  • Strada regionale 103/b
  • Strada regionale 276 dir.
  • Strada provinciale 51/b Innesto SS 19-Certosa di San Lorenzo-Arenabianca-Innesto SR ex SS 103 (km.ca 6+000).
  • Strada provinciale 144 Innesto SR ex SS 103 (Prato Comune)-Montesano sulla Marcellana-Innesto SR ex SS 103.
  • Strada provinciale 144 racc. Innesto sulla SP 103.
  • Strada provinciale 144 racc/a Innesto SP 144-abitato di Montesano sulla Marcellana (P.zza F.Gagliardi).
  • Strada provinciale 192 Innesto SS 19 (Scalo di Montesano)-Innesto SP 51/b (Arenabianca).
  • Strada provinciale 377 Montesano Scalo-Innesto SR 103 (località Ponte).
  • Strada provinciale 378 Innesto SS 19 (Lamicelle)-Innesto SS 517.

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune fa parte della Comunità montana Vallo di Diano.

Le competenze in materia di difesa del suolo sono delegate dalla Campania all'Autorità di bacino interregionale del fiume Sele.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra di calcio della città è F.C. Montesano 2006 che milita nel girone H di Prima Categoria. È nato nel 2006.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Dato Istat al 31/7/2010.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Premio Filippo Gagliardi “Don Felipe: il lavoro, il mito”

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]