Trentinara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trentinara
comune
Trentinara – Stemma
Trentinara – Veduta
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Campania-Stemma.svg Campania
Provincia Provincia di Salerno-Stemma.png Salerno
Sindaco Rosario Carione (lista civica) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate 40°24′00″N 15°07′00″E / 40.4°N 15.116667°E40.4; 15.116667 (Trentinara)Coordinate: 40°24′00″N 15°07′00″E / 40.4°N 15.116667°E40.4; 15.116667 (Trentinara)
Altitudine 606 m s.l.m.
Superficie 23 km²
Abitanti 1 724[1] (31-12-2010)
Densità 74,96 ab./km²
Comuni confinanti Capaccio, Cicerale, Giungano, Monteforte Cilento, Roccadaspide
Altre informazioni
Cod. postale 84070
Prefisso 0828
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 065152
Cod. catastale L377
Targa SA
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti trentinaresi
Patrono santa Irene di Tessalonica
Giorno festivo 16 ottobre
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Trentinara
Posizione del comune di Trentinara all'interno della provincia di Salerno
Posizione del comune di Trentinara all'interno della provincia di Salerno
Sito istituzionale

Trentinara è un comune italiano di 1.716 abitanti della provincia di Salerno in Campania.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Territorio[modifica | modifica sorgente]

Il paese si sviluppa su di un costone roccioso a picco sulla sottostante Piana del Sele.

Situato a pochi km da Paestum rientra nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

Clima[modifica | modifica sorgente]

La stazione meteorologica più vicina è quella di Capaccio. In base alla media trentennale di riferimento 1961-1990, la temperatura media del mese più freddo, gennaio, si attesta a +6,8 °C; quella del mese più caldo, agosto, è di +24,4 °C[2].

CAPACCIO Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Inv Pri Est Aut
T. max. mediaC) 9,9 9,9 12,6 16,0 19,8 24,3 28,7 29,2 25,4 20,9 15,8 12,0 10,6 16,1 27,4 20,7 18,7
T. min. mediaC) 3,7 4,0 5,7 8,6 11,7 15,6 19,1 19,6 16,5 13,0 9,1 5,9 4,5 8,7 18,1 12,9 11,0

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'origine del nome Trentinara deriva probabilmente dalla paga di "3 denari" con la quale venivano retribuiti i soldati romani di guardia ad un importantissimo acquedotto ancora oggi situato sul Monte Vesole (1.210 m s.l.m.). Da fonti storiche si viene a sapere che Trentinara era anche un importante punto strategico utilizzato da guarnigioni romane per controllare dall'attuale piazzetta panoramica l'intera costa pestana.

Nel 76 d.C., proprio a Trentinara, ha trovato la morte Spartaco, "lo schiavo che sfidò l'Impero".

Dal 1811 al 1860 ha fatto parte del circondario di Capaccio, appartenente al Distretto di Campagna del Regno delle Due Sicilie.

Dal 1860 al 1927, durante il Regno d'Italia ha fatto parte del mandamento di Capaccio, appartenente al Circondario di Campagna.

Nel settembre 1943, durante gli sbarchi delle truppe alleate dell'operazione Avalanche, il paese ha rischiato di essere raso al suolo poiché i tedeschi avevano installato una postazione militare sulla piazzetta panoramica.

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

La Terrazza del Cilento[modifica | modifica sorgente]

Tra le attrazioni turistiche del paese va ricordata sicuramente la piazzetta panoramica, denominata la "Terrazza del Cilento", poiché è possibile godere di un favoloso panorama che abbraccia tutta la Piana del Sele, gli scavi archeologici di Paestum, tutto il Golfo di Salerno, dalla baia di Agropoli alla costiera amalfitana, fino a vedere l'isola di Capri.

La preta 'ncatenata[modifica | modifica sorgente]

Da visitare anche la preta 'ncatenata così chiamata perché si tratta di due macigni incastonati tra di loro.

Le cascate del fiume Solofrone[modifica | modifica sorgente]

Poco distante dal centro abitato vi sono poi le attrattive cascate del Solofrone, nei pressi del monte Tremonti.

Chiesa di San Nicola[modifica | modifica sorgente]

Tra i vari luoghi caratteristici una menzione particolare spetta alla chiesa sconsacrata di San Nicola, risalente all'XI secolo ed ancora straordinariamente intatta. Oggi è adibita a museo dell'artigianato.

Festa del pane[modifica | modifica sorgente]

Tra le altre manifestazioni, negli ultimi anni ha preso importanza la "Festa del Pane" che si svolge ogni anno ad agosto nella zona antica del paese. La Festa del Pane e della Civiltà Contadina è senz’altro uno degli aspetti positivi che sta contribuendo alla ripresa del comune di Trentinara. Tale Manifestazione va ad inserirsi in un contesto di offerta turistica quale è quella rurale che per sua definizione abbraccia una serie tematiche oggi divenute fattori di attrazione per il contesto territoriale in cui si concentra l’iniziativa: La Natura, la Cultura del luogo, la Storia e le Tradizioni, l’Enogastronomia.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Al 31 dicembre 2007 i residenti sono 1.719, dei quali 843 maschi e 876 femmine.

Abitanti censiti[3]

Economia[modifica | modifica sorgente]

L'economia si basa principalmente sull'agricoltura, in particolar modo ulivi e vigneti, e sul turismo nel periodo estivo.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Strade[modifica | modifica sorgente]

  • Strada Provinciale 13 Italia.svg Strada Provinciale 13/a Innesto SS 166-Capaccio-Trentinara;
  • Strada Provinciale 13 Italia.svg Strada Provinciale 13/b Trentinara-Monteforte Cilento.
  • Strada Provinciale 83 Italia.svg Strada Provinciale 83 Innesto SS 18(Ogliastro Cilento)-Cicerale-bivio SP 13(Trentinara).

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica sorgente]

Le competenze in materia di difesa del suolo sono delegate dalla Campania all'Autorità di bacino regionale Sinistra Sele.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ erg7118.casaccia.enea.it/profili/tabelle/517%20%5BCapaccio%5D%20capoluogo.Txt Tabella climatica
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

trentinara.net: il sito ufficiale di Trentinara