Aquara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aquara
comune
Aquara – Stemma
Aquara – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Campania-Stemma.svg Campania
Provincia Provincia di Salerno-Stemma.png Salerno
Amministrazione
Sindaco Pasquale Brenca (lista civica è il Popolo che Vince! - Centrodestra) dal 27.05.2013
Territorio
Coordinate 40°26′00″N 15°15′00″E / 40.433333°N 15.25°E40.433333; 15.25 (Aquara)Coordinate: 40°26′00″N 15°15′00″E / 40.433333°N 15.25°E40.433333; 15.25 (Aquara)
Altitudine 500 m s.l.m.
Superficie 32 km²
Abitanti 1 550[1] (31.12.2011)
Densità 48,44 ab./km²
Frazioni Mainardi
Comuni confinanti Bellosguardo, Castel San Lorenzo, Castelcivita, Felitto, Ottati, Roccadaspide
Altre informazioni
Cod. postale 84020
Prefisso 0828
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 065008
Cod. catastale A343
Targa SA
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Cl. climatica zona D, 1 762 GG[2]
Nome abitanti aquaresi
Patrono san Lucido di Aquara
Giorno festivo 28 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Aquara
Posizione del comune di Aquara all'interno della provincia di Salerno
Posizione del comune di Aquara all'interno della provincia di Salerno
Sito istituzionale

Aquara (Acuàra in cilentano[3]) è un comune italiano di 1.550 abitanti della provincia di Salerno in Campania. È la città di Lucido di Aquara (San Lucido). È rinomato come "il paese dell'olio e del vino".

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Territorio[modifica | modifica sorgente]

Aquara si trova a circa 500 m s.l.m. su di una collina, che raggiunge un'altezza massima di 770 metri (tempa di Aquara), circondata dai Monti Alburni. Il suo territorio rientra nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano ed è attraversato dal fiume Calore lucano, un affluente del Sele.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Aquara ha origini che risalgono all'epoca romana, infatti nella località Madonna del Piano è stato ritrovato un complesso abitativo di epoca romana.

Il borgo è citato per la prima volta in un documento dell'XI secolo, fra i suoi feudatari vi furono Guglielmo Sanseverino, che partecipò alla congiura di Capaccio, ed Ettore Fieramosca.[4]

Dal 1811 al 1860 ha fatto parte del circondario di Sant'Angelo a Fasanella, appartenente al Distretto di Campagna del Regno delle Due Sicilie.

Dal 1860 al 1927, durante il Regno d'Italia ha fatto parte del mandamento di Sant'Angelo a Fasanella, appartenente al Circondario di Campagna.

Le origini del nome

Il nome deriverebbe dalla ricchezza di acque sorgive[4].

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

  • Castello (XII secolo)
  • Chiesa di San Nicola (XI secolo)
  • Chiesa della Madonna del Carmine[5]
  • Cappella di San Rocco (XVII secolo)
  • Cappella della Madonna del Piano
  • Ruderi del Casale San Pietro
  • Ruderi della badia di San Pietro
  • Ruderi del convento della SS. Annunziata (1512)
  • Fontana della "Mercantella"
  • Riserva naturale Foce Sele - Tanagro, sito di Interesse Comunitario IT 8050010 comprendente le fasce litoranee a destra e sinistra del fiume Sele e parte del litorale tirrenico.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

A causa del fenomeno migratorio degli anni '60 e '70 la popolazione Aquarese è via via diminuita. Al 31 dicembre 2010 i residenti erano 1.606, dei quali 787 maschi e 819 femmine[6].

Abitanti censiti[7]


Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica sorgente]

Al 31 dicembre 2009 ad Aquara risultano residenti 25 cittadini stranieri. Le nazionalità principali sono:[8]

Paese di nascita Popolazione (2009)
Romania Romania 13
Polonia Polonia 3
Ucraina Ucraina 3
Russia Russia 2
Regno Unito Regno Unito 2
Grecia Grecia 1
Stati Uniti Stati Uniti 1

Religione[modifica | modifica sorgente]

La maggioranza della popolazione è di religione cristiana appartenenti principalmente alla Chiesa cattolica[9]; il comune appartiene alla forania di Sant'Angelo a Fasanella, della Diocesi di Teggiano-Policastro ed è composto dalla parrocchia di San Nicola di Bari.

Persone legate ad Aquara[modifica | modifica sorgente]

Economia[modifica | modifica sorgente]

Il territorio è prevalentemente destinato alla produzione agricola e rientra nell'area di produzione dell'olio di oliva DOP Colline Salernitane.

Servizi[modifica | modifica sorgente]

Il principale istituto bancario del comune è la Banca di Credito Cooperativo di Aquara.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Principali arterie stradali[modifica | modifica sorgente]

  • Strada Statale 166 Italia.svg Strada statale 166 degli Alburni;
  • Strada Provinciale 12 Italia.svg Strada Provinciale 12/a Controne-Castelcivita-Bivio S.Vito.
  • Strada Provinciale 44 Italia.svg Strada Provinciale 44/a Innesto SP 12(Bivio S.Vito)-Aquara.
  • Strada Provinciale 44 Italia.svg Strada Provinciale 44/b Aquara-Innesto ex SS 166(Ponte Calore).

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica sorgente]

Il comune fa parte della Comunità montana Alburni.

La gestione del ciclo dell'acqua è affidato all'ATO 2 Sele.

Le competenze in materia di difesa del suolo sono delegate dalla Campania all'Autorità di bacino interregionale del fiume Sele.

Sport[modifica | modifica sorgente]

Impianti sportivi[modifica | modifica sorgente]

  • Campo di calcio "Raffaele Capozzoli" in Madonna del Piano
  • Campo di calcio a 5 Giannunzio Luongo

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ ISTAT data warehouse
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 33/34.
  4. ^ a b La Campania paese per paese, Firenze, Bonechi, 1997.
  5. ^ Aquara in ... FOTO
  6. ^ Statistiche demografiche ISTAT
  7. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.
  8. ^ Dati Istat
  9. ^ http://www.webdiocesi.chiesacattolica.it/cci_new/vis_diocesi.jsp?idDiocesi=197

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Cilento Portale Cilento: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cilento