Michael Douglas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Michael Kirk Douglas (New Brunswick, 25 settembre 1944) è un attore e produttore cinematografico statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Michael Douglas ne Le strade di San Francisco (1975)

Nato nel New Jersey, figlio del celebre attore statunitense Kirk Douglas e dell'attrice britannica Diana Dill, ha la recitazione nel sangue. I suoi genitori si separarono nel 1951 e Michael andò a vivere con sua madre e suo fratello Joel nel Connecticut, dovendo vedere suo padre solo durante le vacanze e al cinema.

Laureatosi alla University of California in drammaturgia, si trasferì a New York per dedicarsi a tempo pieno alla recitazione. Dopo qualche ruolo da comparsa fece il suo esordio con Hail, Hero! nel 1969, e nello stesso anno nella serie CBS Playhouse, ma si fece conoscere soprattutto grazie al piccolo schermo con la serie Le strade di San Francisco . Nel 1975 sostituisce, in veste di produttore, il padre Kirk nel film Qualcuno volò sul nido del cuculo di Miloš Forman, con il quale vincerà il Premio Oscar ed il Golden Globe per il miglior film.

Come attore acquisisce notorietà con All'inseguimento della pietra verde del 1984 e il sequel Il gioiello del Nilo, entrambi con Kathleen Turner e di cui è anche produttore, e poi con Attrazione fatale del 1987.

Nel 1988 ottenne il Premio Oscar quale migliore attore protagonista per la sua interpretazione in Wall Street.

Nonostante il successo ormai raggiunto, Douglas continua a dedicarsi alla produzione fondando la Big Strick Productions e ottenendo risultati importanti. Gli anni novanta sono caratterizzati dal punto di vista recitativo da film come La guerra dei Roses, Basic Instinct, Un giorno di ordinaria follia.

Intanto è continuato il suo lavoro di produttore con L'uomo della pioggia di Coppola e Face/Off - Due facce di un assassino di John Woo.

Nel 2000 recita in Traffic e nel 2004 riceve il Golden Globe alla carriera.

Nel 2010 interpreta e produce il sequel di Wall Street, intitolato Wall Street - Il denaro non dorme mai diretto da Oliver Stone. Nel 2013 torna in televisione con il film Dietro i candelabri diretto da Steven Soderbergh, dove interpreta il famoso pianista Liberace.

Impegno umanitario[modifica | modifica wikitesto]

Michael Douglas insieme a Marty Natalegawa, Ban Ki-moon, Taïeb Fassi-Fihri e Sergio de Queiroz Duarte all'evento Putting an End to Nuclear Explosions (2010)

Michael Douglas si è fatto notare non soltanto come attore ma anche per i suoi interventi a scopo umanitario: nel 1998 infatti il Segretario generale delle Nazioni Unite Kofi Annan l'ha nominato "messaggero di pace", un grandissimo attestato per l'attore che attraverso la Michael Douglas Foundation, organizzazione no-profit che si pone lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica sul disarmo nucleare, la pace fra i popoli, la tutela dei diritti umani e la salvaguardia dell'ecosistema.

Nel 2009 aderisce al progetto per la realizzazione del film Soldiers of Peace[1][2] che coinvolge 14 paesi nel mondo nella realizzazione di una pace globale.

Malattia[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 agosto 2010 comunica di doversi sottoporre alle cure per un tumore alla gola[3] Il 1º settembre 2010, durante il David Letterman Show, annuncia di aver cominciato il ciclo di terapie contro il tumore che lo ha colpito alla gola. L'attore americano lo ha annunciato - trasformando lo storico slogan di Martin Luther King "I have a dream" in un "I have a cancer" - durante lo show, spiegando che ha quasi concluso la sua prima settimana di radioterapia e chemioterapia. I medici avevano diagnosticato a Douglas, 65 anni, un cancro alla gola appena tre settimane prima. L'attore si è dimostrato fiducioso affermando, tra uno scroscio di applausi e una battuta scherzosa: «I'll beat this!, Il tumore sembra circoscritto e ho almeno l'ottanta per cento di possibilità di guarire».[4] Il 10 gennaio 2011 durante un'intervista la cui trascrizione è stata diffusa dalla Nbc ha detto «Il tumore è andato via. Ora devo sottopormi a controlli mensili. Suppongo che non sia il caso di abbandonarsi all'euforia, ci metterò probabilmente un paio di mesi a venirne fuori». La terapia è durata oltre sei mesi e gli ha fatto perdere 16 chili[5].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Douglas sposò la produttrice Diandra Luker il 20 marzo 1977, la coppia ha avuto un figlio, Cameron, nato il 13 dicembre 1978. Nel 2000 Douglas e Luker divorziano. Il 18 novembre 2000 ha sposato l'attrice Catherine Zeta-Jones (di 25 anni più giovane), con la quale ha due figli: Dylan Michael e Carys Zeta.

È un sostenitore del Partito Democratico statunitense.[6]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Michael Douglas al Taormina Film Festival 2004

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premio Oscar[modifica | modifica wikitesto]

Premio Golden Globe[modifica | modifica wikitesto]

Altri premi[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Michael Douglas è stato doppiato da:

  • Oreste Rizzini in All'inseguimento della pietra verde, Il gioiello del Nilo, Chorus line, La guerra dei Roses, Vite sospese, Basic Instinct, Spiriti nelle tenebre, The Game - Nessuna regola, Traffic, Don't Say a Word, Un corpo da reato, Will & Grace, Matrimonio impossibile, Vizio di famiglia, The Sentinel - Il traditore al tuo fianco, Tu, io e Dupree, Basic Instinct (ridoppiaggio)
  • Pino Colizzi in Sindrome cinese, Attrazione fatale, Black Rain - Pioggia sporca, Un giorno di ordinaria follia, Rivelazioni, Delitto perfetto, Wonder Boys
  • Giancarlo Giannini in Wall Street, Il presidente - Una storia d'amore, Wall Street: il denaro non dorme mai
  • Gianni Giuliano in Coma profondo e Running - Il vincitore
  • Dario Penne in Amarti a New York, Alla scoperta di Charlie, Last Vegas
  • Massimo Giuliani in Le strade di San Francisco (st. 1-3)
  • Massimo Rossi in Le strade di San Francisco (st. 4)
  • Claudio Capone in Condannato a morte per mancanza di indizi
  • Teo Bellia in Due ragazzi e... un leone
  • Rodolfo Bianchi ne La rivolta delle ex, Mai così vicini
  • Adalberto Maria Merli in Un alibi perfetto
  • Mario Cordova in Solitary Man
  • Luigi La Monica in Knockout - Resa dei conti
  • Francesco Vairano in Dietro i candelabri

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sir Bob Geldof - The Cast - Soldiers of Peace
  2. ^ Soldati di Pace (Soldiers of Peace)
  3. ^ Michael Douglas ha un tumore alla gola. URL consultato il 17 agosto 2010.
  4. ^ http://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2010-09-02/michael-douglas-trasforma-cancro-124628.shtml?uuid=AYFXMzLC. URL consultato il 1º settembre 2010.
  5. ^ Douglas: «Ho sconfitto il cancro»
  6. ^ (EN) NEWSMEAT - Michael Douglas's Federal Campaign Contribution Report. URL consultato il 22 agosto 2007.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Oscar al miglior attore Successore
Paul Newman
per Il colore dei soldi
1988
per Wall Street
Dustin Hoffman
per Rain Man - L'uomo della pioggia

Controllo di autorità VIAF: 84033248 LCCN: n85376869 SBN: IT\ICCU\SBLV\082887