Scarlett Johansson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Scarlett Johansson
Scarlett Johansson SDCC 2013 by Gage Skidmore 1.jpg
Scarlett Johansson al San Diego Comic-Con International 2013
Altezza 1,60 cm cm
Misure 92-67-92 [1]
Taglia 36-38 (UE) - 6-8 (US)
Peso 56 kg
Scarpe 37 (UE) - 7 (US)
Occhi Verde/azzurro
Capelli Biondi

Scarlett Ingrid Johansson (New York, 22 novembre 1984) è un'attrice, cantante e modella statunitense. Nel corso della sua carriera ha ottenuto 4 nomination ai Golden Globe, vinto un BAFTA e un Tony Award.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Scarlett Johansson alla première di La verità è che non gli piaci abbastanza (2009)

Primi anni[modifica | modifica sorgente]

Nasce a New York il 22 novembre 1984 da Karsten Johansson, un architetto danese figlio del regista e sceneggiatore Ejner Johansson, e Melanie Sloan, statunitense, nata nel Bronx da famiglia ebraica ashkenazita. All'età di tre anni Scarlett già sogna di diventare attrice, ma soltanto quattro anni dopo inizia a rendersi conto che quello dell'interprete può diventare, più che un gioco, una vera professione, ed infatti inizia a prendere parte ai primi provini per spot televisivi, anche se i pubblicitari le preferiscono suo fratello, provocandole un forte senso di delusione.

In seguito sua madre capisce che la sua bambina è davvero interessata a fare l'attrice nonostante la giovanissima età, e pertanto inizia a portarla anche ai provini per le produzioni cinematografiche e teatrali, e ad otto anni Scarlett calca le scene insieme a Ethan Hawke nella pièce teatrale Sofistry.

Il successo[modifica | modifica sorgente]

Fin dal 1994 inizia ad apparire in piccoli ruoli in film come Genitori cercasi, Appuntamento col ponte e La giusta causa: quindi comincia a farsi conoscere al pubblico con il suo ruolo di Amanda in Manny & Lo, nel 1997 appare in Mamma ho preso il morbillo e infine si impone all'attenzione del pubblico internazionale con la sua interpretazione nel film L'uomo che sussurrava ai cavalli.

Nel 2000 recita in Ghost World, quindi ne L'uomo che non c'era, e nel 2002 - l'anno in cui consegue il diploma - è nel cast di Arac Attack - Mostri a otto zampe, ispirato alla fantascienza-horror degli anni cinquanta. Il 2003 è l'anno della definitiva consacrazione: gira due film Lost in Translation - L'amore tradotto e La ragazza con l'orecchino di perla e ottiene due candidature ai Golden Globe, nelle categorie per la migliore attrice in un film commedia o musicale e per la migliore attrice in un film drammatico.

Nel 2004 è nel cast del film Una canzone per Bobby Long, accanto a John Travolta, pellicola che la giovane Johansson desiderava interpretare da cinque anni. Il film le fa ottenere la terza candidatura ai Golden Globe. Da allora è sulla cresta dell'onda, tra gossip, campagne pubblicitarie (Louis Vuitton, Calvin Klein) e altri progetti cinematografici che la vedono diretta da registi del calibro di Woody Allen e Brian De Palma.

Quattro le nomination ai Golden Globes per la migliore interpretazione femminile: nel 2003 Lost in Translation e La ragazza con l'orecchino di perla, nel 2004 per Una canzone per Bobby Long, nel 2005 per Match Point.

Lavori recenti[modifica | modifica sorgente]

Scarlett Johansson inisieme a Michael Caine al concerto per il Premio Nobel per la Pace 2008

Nel 2005, accanto a Ewan McGregor, interpreta il fantascientifico The Island diretto da Michael Bay. Lavora poi proprio con Allen in Match Point, colpendo in particolar modo il regista che la sceglie anche per i suoi film successivi e le fa ottenere la quarta nomination ai Golden Globe, Scoop (2006), del quale è protagonista accanto allo stesso regista newyorkese e a Hugh Jackman e Vicky Cristina Barcelona, accanto a Penélope Cruz. Woody Allen stesso ha confermato che lavoreranno spesso anche in futuro, portando quindi a pensare alla Johansson come la sua nuova musa. A tal proposito l'attrice stessa ha dichiarato:

« Entrambi pensiamo che il termine musa sia davvero bizzarro. Non è che quando arrivo io porto l'ispirazione e lui perde il "blocco dello scrittore". È solo che ci piace lavorare assieme, lavoriamo facilmente e abbiamo un piacevolissimo rapporto d'amicizia. Nulla di più. »
(la Repubblica, 25 agosto 2007)

Il successo la porta a ritmi di lavoro frenetici e completa nel solo 2006 quattro diversi progetti: oltre alla commedia di Allen, Black Dahlia di Brian De Palma, The Prestige di Christopher Nolan e Il diario di una tata (2007). L'attrice veste anche i panni di Maria Bolena nel film L'altra donna del re per la quale interpretazione ottiene una candidatura ai Teen Choice Awards 2008.

Durante le primarie per le elezioni presidenziali statunitensi del 2008 si è schierata come sostenitrice del candidato democratico Barack Obama[2] partecipando anche alla realizzazione del video musicale di propaganda Yes We Can insieme ad altri artisti internazionali.

Nel 2009 interpreta il ruolo della Vedova Nera nel film Iron Man 2 al fianco di Robert Downey Jr. e Gwyneth Paltrow.

Nel 2010 entra a far parte del cast dell'adattamento cinematografico del romanzo Sotto la pelle diretto da Jonathan Glazer.

Nel 2011 interpreta Kelly, una ragazza che gestisce uno zoo nel film La mia vita è uno zoo che vede nel cast Elle Fanning e Matt Damon.

È del novembre 2011 la notizia secondo cui la Johansson si appresta a dirigere il suo primo film, basato sul libro, edito postumo, di Truman Capote, Incontro d'Estate[3][4].

Nel 2012 torna a vestire i panni della Vedova Nera nel film The Avengers. Il film riceve critiche entusiastiche[5][6] ed è un successo al box office: incassa 1,460,596,809 dollari[7] diventando il terzo film di maggiore incasso della storia del cinema.

Il 2 maggio 2012 riceve la sua stella sulla Hollywood Walk of Fame.

Nel gennaio 2013 interpreta al teatro di Broadway la sensuale Maggi (ruolo che fu di Liz Taylor) ne La gatta sul tetto che scotta. Gira lo spot di Dolce&Gabbana per le fragranze The One e The One for Men accanto a Matthew McConaughey, la clip Street of Dreams è diretta da Martin Scorsese[8].

Carriera musicale[modifica | modifica sorgente]

Dopo essere apparsa nei videoclip When the Deal Goes Down di Bob Dylan e What Goes Around... Comes Around di Justin Timberlake, e dopo essere salita sul palco del Coachella 2007 al fianco dei The Jesus and Mary Chain, l'attrice ha pubblicato un album composto da cover di Tom Waits, totalmente interpretate da lei. L'album, intitolato Anywhere I Lay My Head, è uscito il 20 maggio 2008[9] ed è stato accolto con poco entusiasmo dalla critica, ricevendo un totale di 59 su 100 su Metacritic[10]. L'album vede la partecipazione di David Bowie in due brani.

A proposito della scelta di incidere l'album l'attrice ha dichiarato:

« Amo la musica di Tom e avendo un'occasione d'oro come quella di poter fare un disco mi è sembrato naturale provare a realizzare un sogno. »
(la Repubblica, 25 agosto 2007)

Nel 2009 ha inciso una cover della canzone di Jeff Buckley Last Goodbye per la colonna sonora del film La verità è che non gli piaci abbastanza. L'8 settembre 2009 è uscito un album collaborativo inciso con il cantautore Pete Yorn intitolato Break Up, ispirato dai duetti di Serge Gainsbourg con Brigitte Bardot.

Le sono state dedicate due canzoni: la prima da un gruppo francese, The Teenagers, dal titolo di Starlett Johansson, la seconda dai Jai Alai Savant, dal titolo Scarlett Johansson Why Don't You Love Me?.

Nel 2013 presta la sua voce alla canzone Before My Time di J. Ralph, che ottiene anche una candidatura ai Premi Oscar 2013 come "Miglior canzone", essendo presente nel film Chasing Ice. Nello stesso periodo ha dichiarato di aver formato una band tutta al femminile, chiamata One and Only Singles.[11]

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Sostiene i diritti gay ed è favorevole al matrimonio tra persone dello stesso sesso[12]. Il 27 settembre 2008 sposa l'attore Ryan Reynolds, con una cerimonia avvenuta in gran segreto in Canada. La coppia si è separata nel dicembre 2010, per divorziare ufficialmente il 1º luglio 2011[13][14]. Durante il Festival del Cinema di Venezia 2013, l'attrice annuncia con un comunicato stampa di essere ufficialmente fidanzata con il giornalista francese Romain Dauriac. Nel marzo 2014, E!News rivela che l'attrice è in attesa del primo figlio[15].

Beneficenza e attivismo[modifica | modifica sorgente]

Nel 2005 diventa ambasciatrice globale per Oxfam, una confederazione di organizzazioni non governative che combattono la povertà e l'ingiustizia.[16] Nel marzo 2008, un utente inglese di eBay si aggiudica per 20'000 sterline un'asta benefica a sostegno di Oxfam, vincendo un trattamento estetico, due biglietti per partecipare all'anteprima mondiale de La verità è che non gli piaci abbastanza e un incontro di 20 minuti con Scarlett Johansson.

Nel gennaio del 2014, rassegna le proprie dimissioni in quanto ambasciatrice Oxfam, a causa di divergenze di opinione. L'attrice è infatti diventata testimonial della campagna pubblicitaria della società produttrice di gasatori per bibite Sodastream, la cui principale fabbrica si trova in una colonia occupata in Cisgiordania. La società impiega personale palestinese e israeliano e sostiene che la fabbrica offra un modello esemplare di pacifica cooperazione. Il problema è che gli insediamenti sono considerati illegali dalla comunità internazionale e duramente condannati da molte Ong, tra cui proprio Oxfam[17].

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Attrice[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Scarlett Johansson è stata doppiata da:

Da doppiatrice è sostituita da:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scarlett Johansson, qnm.it. URL consultato il 26 novembre 2013.
  2. ^ Supporters of Democratic presidential hopeful Sen. Barack Obama, D-Ill., wave at the candidate after his speech during a concert fund raiser at the Gi, Yahoo.com, 11 dicembre 2007. URL consultato il 9 gennaio 2008.
  3. ^ Esordio alla regia per Scarlett Johansson, 21 novembre 2011. URL consultato il 21 novembre 2011.
  4. ^ [urlhttp://cinemaz.libero.it/magazine/cinema/4732-scarlett-johansson-diventa-regista.html Scarlett Johansson diventa regista], libero.it. URL consultato il 21 novembre 2011.
  5. ^ http://www.rottentomatoes.com/m/marvels_the_avengers/
  6. ^ The Avengers - MYmovies
  7. ^ Incassi del film The Avengers, Boxofficemojo.com, 29 luglio 2012. URL consultato il 3 agosto 2012.
  8. ^ Il nuovissimo spot di Dolce & Gabbana per le fragranze The One. URL consultato il 20 novembre 2013.
  9. ^ Anywhere I Lay My Head – Scarlett Johanson pubblicherà un album di cover di Tom Waits, MTV.it, 28 gennaio 2008. URL consultato il 15 dicembre 2010.
  10. ^ (EN) Anywhere I Lay My Head - Scarlett Johansson, Metacritic.com, 20 maggio 2008. URL consultato il 15 dicembre 2010.
  11. ^ [1] lastampa.it
  12. ^ Scarlett Johansson and Natalie Portman on Marriage Equality
  13. ^ Scarlett Johansson e Ryan Reynolds si sono lasciati, GossipBlog.it, 14 dicembre 2010. URL consultato il 15 dicembre 2010.
  14. ^ Simona Marchetti, Scarlett, un futuro da single, Corriere della Sera.it, 15 dicembre 2010. URL consultato il 15 dicembre 2010.
  15. ^ http://www.bestmovie.it/news/una-nuova-cicogna-in-arrivo-scarlett-johansson-aspetta-il-suo-primo-figlio/281049/
  16. ^ Sito di Oxfam
  17. ^ Scarlett Johansson star di un'azienda in Israele. Lascia Oxfam in polemica. Roberto Festa, Il fatto quotidiano, 30 gennaio 2014

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 85521623 LCCN: no00017364