Adrian Lyne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Adrian Lyne (Peterborough, 4 marzo 1941) è un regista e produttore cinematografico britannico.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Maggiormente conosciuto per i suoi film ad alto contenuto di erotismo, con i quali negli anni ottanta batté ogni record d'incasso, inizia a muovere i primi passi in televisione. Esordisce dietro la macchina da presa nel 1980 con A donne con gli amici in cui dirige la giovane Jodie Foster, ma il film che lo fa conoscere al grande pubblico è il successivo Flashdance, che vince un Oscar e apre le porte di Hollywood alla protagonista Jennifer Beals.

Nel 1986 il suo 9 settimane e 1/2, con la focosa coppia di amanti formata da Mickey Rourke e Kim Basinger, tratto da un romanzo semi-autobiografico di Elizabeth McNeill, fa scandalo e conquista il box-office di molti paesi. Con Attrazione fatale (1987), thriller erotico interpretato da Michael Douglas e Glenn Close, Lyne ottiene una candidatura all'Oscar come miglior regista.

Dopo Allucinazione perversa (1990) e Proposta indecente (1993), che non riscuotono grande successo al botteghino, torna alla ribalta con il remake di Lolita, capolavoro di Stanley Kubrick tratto dall'omonimo romanzo di Vladimir Nabokov. Dopo una pausa durata anni, è tornato nel 2002 con un altro rifacimento: Unfaithful - L'amore infedele, stavolta di un classico di Claude Chabrol, Stéphane, una moglie infedele.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 39567539 LCCN: n97842479 SBN: IT\ICCU\UBOV\041111

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema