Flashdance

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flashdance
Flashdance.jpg
Una scena del film
Titolo originale Flashdance
Paese di produzione USA
Anno 1983
Durata 91 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere musicale, drammatico
Regia Adrian Lyne
Soggetto Thomas Hedley, Jr
Sceneggiatura Thomas Hedley, Jr, Joe Eszterhas
Produttore Don Simpson, Jerry Bruckheimer
Fotografia Don Peterman
Montaggio Bud S. Smith, Walt Mulconery
Effetti speciali Michael Lantieri
Musiche Giorgio Moroder
Scenografia Charles Rosen
Costumi Michael Kaplan
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Flashdance è un film musicale del 1983 diretto da Adrian Lyne e scritto da Tom Hedley e Joe Eszterhas. Contribuì molto al lancio della protagonista Jennifer Beals, all'epoca ventenne.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Alex Owens, una diciottenne che vive in un magazzino dismesso con il suo American Pit Bull Terrier Grunt (Grugno), lavora come operaia di giorno e come ballerina in un locale di notte, decisa a realizzare il suo sogno: danzare all'accademia di ballo di Pittsburgh; ella prova e riprova i passi, esercitandosi anche nelle sue esibizioni notturne, e la sua insegnante è una ballerina ormai fuori dalle scene da anni, Hanna Long, che da sempre la incoraggia a realizzare il suo grande sogno. Alex si allena, e prova su prova, trova la coreografia giusta che esprime se stessa.

Un giorno si reca al Conservatorio per cercare di ottenere un'audizione per iscriversi ma immediatamente si accorge di non avere nessuna preparazione di base, poiché non ha mai frequentato una vera scuola e quindi, scoraggiata, rinuncia. Durante una delle sue esibizioni nel Mawby's, il locale in cui lavora, viene notata dal suo capo Nick Hurley, che in quel momento viene a conoscenza che ella è una sua dipendente; il giorno dopo la invita ad uscire ma Alex rifiuta perché non ritiene giusto "uscire col padrone"; contemporaneamente continua a lavorare al Mawby's insieme ai suoi migliori amici, Jeanie e Richie; i tre sono legati dalla voglia di sognare e di sfondare: Jeanie Szabo è una cameriera che sogna di diventare una professionista del pattinaggio su ghiaccio, ed il suo ragazzo, Richie Blazik, fa il cuoco ed aspira al ruolo di attore comico.

Le due amiche ricevono allora una proposta da Johnny C, equivoco frequentatore del Mawby's, che le invita a lavorare nel suo strip bar Zanzibar ma il loro rifiuto suscita le sue ire e da quel momento comincerà a prenderle di mira, con particolare attenzione verso Alex, che si dimostra più determinata nel rifiutare i compromessi da lui proposti; una sera Johnny segue Alex all'uscita del lavoro tentando di infastidirla e Richie accorre in aiuto dell'amica ma viene steso da un pugno del suo guardia spalle che gli frattura il naso e l'intervento di Nick risolve la situazione. I due cominciano a conoscersi: grata per l'aiuto Alex inizia a parlare con Nick che la segue fino a casa, nonostante lei si dimostri ancora schiva, e riesce finalmente ad ottenere un appuntamento per la sera successiva.

I due cominciano ad intrecciare una tenera storia d'amore, che viene inutilmente osteggiata dall'ex moglie di Nick, Katie, donna ricca e viziata, tanto che, durante una sera in cui si incontrano in un ristorante, lei tenta di mettere in ridicolo Alex ma si rende conto che il legame tra i due è forte e che la ragazza è determinata. Nel frattempo Jeanie, durante un'esibizione di pattinaggio, cade malamente infortunandosi seriamente ad un ginocchio, avvenimento che probabilmente le chiude la speranza di carriera e Richie parte per tentare la fortuna a Los Angeles; a seguito di queste due delusioni ella si convince ad accettare l'offerta di Johnny C per lavorare allo strip bar come spogliarellista ma Alex riuscirà a farle cambiare idea.

Anche Alex tuttavia è attanagliata dai dubbi e dalle paure poiché Nick, a sua insaputa, ha approfittato delle sue conoscenze per garantire ad Alex un'audizione al Conservatorio e quando Alex lo scopre vorrebbe rinunciare ma lui si rende conto che la sua rabbia è solo il frutto della sua paura e purtroppo manca anche il consiglio di Hanna, morta il giorno prima dell'audizione; Alex allora cerca conforto negli amici di sempre e si presenta all'audizione: i primi momenti sono difficili e, sopraffatta dall'emozione, sbaglia il primo passo, si ferma e torna tremante a far ripartire il disco da capo e subito dopo si riprende, superando brillantemente il provino, coinvolgendo tutta la giuria, anche i più ingessati e formali, nel suo sfrenato ritmo di danza, una fusione di classico, moderno e breakdance vista per strada; Nick la attende fuori insieme a Grugno e, appreso del successo della sua prova la abbraccia, ricevendo una delle rose del suo mazzo da Alex, pronta a ricominciare la vita insieme a lui.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La protagonista Jennifer Beals aveva ben quattro controfigure che la sostituivano durante le scene di ballo; una di queste controfigure era in realtà un uomo, il ballerino di origine portoricana Richard Colòn, più noto col nome d'arte Crazy Legs. La notizia è stata confermata da Michael Sembello durante una puntata di Matricole & Meteore. La sua controfigura principale per le scene di ballo è stata l'attrice francese Marine Jahan. L'inquadratura in cui Alex si slancia al rallentatore attraverso l'aria, durante la sequenza dell'audizione, è stata interpretata da Sharon Shapiro, una ginnasta.

Adrian Lyne non fu il primo regista contattato per il film. Prima di lui la direzione di Flashdance fu offerta addirittura a David Cronenberg, che rifiutò, e a Brian De Palma, che però era già impegnato nelle riprese di Scarface.

Nella scena della gara di pattinaggio sul ghiaccio dell'amica di Alex, Jeanie, il brano che accompagna questa sequenza è Gloria, successo di Umberto Tozzi, interpretata da Laura Branigan.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Flashdance (colonna sonora).

Il brano portante della pellicola, Flashdance... What A Feeling, vinse l'Oscar come miglior canzone del 1983. Composta da Giorgio Moroder (musiche) e Keith Forsey (parole) e interpretata da Irene Cara, non tardò nemmeno a diventare una hit rastrellando anche altri premi tra i quali il Golden Globe.

Un altro successo tratto dal film, Maniac di Michael Sembello, ispirata al film horror omonimo, fu pure candidata all'Oscar.

Fra le altre canzoni incluse nella colonna sonora, anche Lady, Lady, Lady di Joe Esposito, I'll Be Here Where The Heart Is di Kim Carnes e Love Theme from Flashdance di Helen St. John.

Ecco la track list completa:

  • 1 - Flashdance... What a Feeling - Irene Cara
  • 2 - He's a Dream - Shandi
  • 3 - Love Theme from Flashdance - Helen St. John
  • 4 - Manhunt - Karen Kamon
  • 5 - Lady, Lady, Lady - Joe Esposito
  • 6 - Imagination - Laura Branigan
  • 7 - Romeo - Donna Summer
  • 8 - Seduce Me Tonight - Cycle V
  • 9 - I'll Be Here Where The Heart Is - Kim Carnes
  • 10 - Maniac - Michael Sembello

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

All'uscita nelle sale Flashdance fu stroncato da molti critici. Roger Ebert lo mise nella lista dei Film peggiori della storia, mentre la Haliwell's Film Guide gli assegnò una sola stella su quattro. Il settimanale The New Yorker criticò il film come «Una serie di videoclip rock», mentre The Guardian lo liquidò come «Un successo ridicolo». La sceneggiatura del film fu candidata al Razzie Award. Si criticò anche il fatto che Michael Nouri, avendo 36 anni, fosse troppo grande per avere una relazione sentimentale con Jennifer Beals, di sedici anni più giovane. In Italia, Morando Morandini e Pino Farinotti hanno assegnato nei loro dizionari di cinema rispettivamente due e tre stelle (su cinque) al film.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Citazioni e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Il videoclip di It's Raining Men della cantante Geri Halliwell, uscito nel 2001, inizia con una scena ispirata all'esame che la protagonista svolge alla fine del film.
  • Nel 2003 il videoclip per la canzone di Jennifer Lopez I'm Glad, diretto dal noto fotografo e regista statunitense David LaChapelle, ha generato dei problemi di diritti d'autore fra la Sony Music (etichetta della Lopez) e la Paramount Pictures (detentrice dei diritti del film). Il video rappresenta infatti la cantante che riproduce con filologica precisione alcune scene del film: stessi costumi, stesse coreografie, stesse inquadrature. Nonostante nelle intenzioni si trattasse, come dichiarato dalla Lopez, di un tributo al film, la Sony perse la causa e dovette pagare una penale alla Paramount per l'uso di quelle coreografie ed immagini all'interno del videoclip[1].
  • Nel film Full Monty - Squattrinati organizzati i protagonisti rubano la videocassetta del film per imparare a ballare.

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

A lungo si pensò ad un possibile sequel del film e nel 2001 ne venne annunciata la rappresentazione teatrale con nuove canzoni di Giorgio Moroder, ma il progetto venne presto abbandonato.

Musical[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione teatrale 2010 - 2011 la Stage Entertainment ha prodotto la versione italiana teatrale del musical Flashdance in tour in Italia. Il ruolo di Alex Owens è stato interpretato da Simona Samarelli, poi sostituita da Marta Belloni a causa di un infortunio, e il ruolo di Nick Hurley è stato affidato a Filippo Strocchi. Tra gli altri attori presenti nel musical Giada D'auria (Gloria), Massimiliano Pironti (Jimmy), Barbara Corradini (Hanna), Chiara Vecchi (Jazmin), Daniela Pobega (Keisha), Mirko Ranù (CC La Drue)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.davidlachapelle.com/press/nytimes2.shtml [collegamento interrotto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]