Don Simpson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Donald Clarence Simpson (Seattle, 29 ottobre 1943Bel Air, 19 gennaio 1996) è stato un produttore cinematografico statunitense, meglio conosciuto per aver prodotto, in coppia con Jerry Bruckheimer, blockbuster come Flashdance, Beverly Hills Cop, Top Gun e The Rock.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Simpson crebbe ad Anchorage, dove frequentò l'Università come membro della confraternita Phi Delta Theta.

L'insolita vita privata del produttore è stata documentata da molte fonti. In un capitolo del libro americano Never Make Love in This Town Again (che descrive gli incontri fra quattro prostitute e le celebrità di Hollywood) si dice che Simpson avesse dei particolari gusti sessuali sadici e masochistici e che filmasse i loro congressi carnali. Il produttore si sottopose persino a numerosi interventi di chirurgia plastica, tra cui anche un'iniezione di collagene al pene. La rivista People Magazine, dopo la sua morte, affermò che Simpson era un appassionato di film snuff.

Simpson fu trovato morto sul gabinetto della sua casa di Los Angeles. La causa della morte fu un arresto cardiaco causato da un'overdose di droga. Diverse fonti riportano che, al momento del decesso, Simpson portava nel corpo i residui di venti droghe diverse.[1] Secondo quanto riportato dalla biografia scritta dal reporter Charles Fleming, il produttore avrebbe speso 60.000 dollari per acquistare la droga che causò la sua morte. The Rock, diretto nel 1996 da Michael Bay, è dedicato alla memoria di Simpson, accreditato come co-produttore insieme a Jerry Bruckheimer.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ The Death of Don Simpson

Controllo di autorità VIAF: 248400424 LCCN: n97097891

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema