Droga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando informazioni sulle sostanze stupefacenti, vedi sostanza stupefacente.
La corteccia di Salix alba costituisce la droga in sé; il principio attivo in essa contenuto è l'acido salicilico (o salicina), le cui proprietà anti-infiammatorie erano note anche a Ippocrate.

In farmacologia, le droghe sono prodotti di origine naturale che contengono delle sostanze farmacologicamente attive. Il termine deriva dall'olandese droog, a significare "cosa secca"[1]

Nel linguaggio comune sono altresì dette "droghe":

  • le sostanze stupefacenti, sostanze che, in virtù dei loro effetti farmacologici sul sistema nervoso centrale, e in particolare sullo stato di coscienza, sono fatte oggetto di uso non terapeutico, principalmente voluttuario. L'uso di alcune di queste sostanze può determinare l'insorgenza di fenomeni di dipendenza fisica e/o psichica (cfr. tossicodipendenza), oltre che di effetti collaterali, ed è in alcuni casi regolato dalla legge;
  • le spezie, aromi vegetali, in genere secchi, utilizzati nella preparazione dei cibi

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ droga in Treccani.it - Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]