Psilocibina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero generare situazioni di pericolo o danni. Le informazioni hanno solo fine illustrativo, non esortativo né didattico. L'uso di Wikipedia è a proprio rischio: leggi le avvertenze.
Psilocibina
Psilocybin chemical structure.png
Psilocybin3d.png
Nome IUPAC
[3-(2-dimetilaminoetil)-1H-indol-4-il] diidrogenofosfato
Nomi alternativi
4-fosforilossi-
N,N-dimetil-triptamina
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C12H17N2O4P
Massa molecolare (u) 284,25
Numero CAS [520-52-5]
PubChem 10624

La psilocibina (O-fosforil-4-idrossi-N.N dimetiltriptamina) è una triptamina allucinogena presente in alcuni funghi allucinogeni del genere Psilocybe e Stropharia.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Ha struttura chimica simile ai neurotrasmettitori serotonina e dimetiltriptamina essendo una triptamina. Quando ingerita, viene rapidamente defosforilata in psilocina.

Uso terapeutico[modifica | modifica sorgente]

È usata, a livello sperimentale, nel trattamento dei disturbi della personalità e delle cefalee a grappolo resistenti alle terapie tradizionali.

Uno studio del 2012 della National Academy of Sciences inglese, pubblicato sul British Journal of Psychiatry ha dimostrato che l'uso di psilocibina migliora le facoltà mnemoniche.[1]

Può modificare in modo duraturo la personalità:[2] uno studio effettuato nel 2011 dagli scienziati della Johns Hopkins University di Baltimora ha dimostrato che l'uso di psilocibina induce "positivi cambiamenti" nella personalità degli assuntori. Più della metà dei partecipanti allo studio (60%) avrebbe mostrato una decisa trasformazione in termini di "apertura mentale e creativa": i tratti che si sono rafforzati sono quelli dell'immaginazione, delle idee astratte, dei sentimenti, del senso estetico, e tali cambiamenti sono durati almeno per i 14 mesi in cui i soggetti sono stati sottoposti a controlli.[3]

Uno studio del 2013 dell'University of South Florida[4] ha dimostrato che la psilocibina facilita la neurogenesi e il superamento dei traumi.

Nel 2014 è partito uno studio della New York University sull'uso della psilocibina contro l'ansia nelle persone affette da tumore[5]

Nel 2014 è partito uno studio della Università del Nuovo Messico che, riprendendo studi degli anni '50 e '60 che avevano mostrato buoni risultati nell'uso di psichedelici (in quel caso LSD) contro le dipendenze, sta studiando l'efficacia della psilocibina nel trattamento dell'alcolismo.[6]

Lista di funghi contenenti psilocibina[modifica | modifica sorgente]

Contenuto di psilocibina in alcuni funghi:[7]

Una menzione a parte merita lo Psylocibe baeocystis, che oltre alle ordinarie psilocina e psilocibina contiene anche in dosi apprezzabili baeocistina e norbaeocistina, altri due alcaloidi con una struttura chimica quasi identica alle prime due triptamine.

Note[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]