Popoli indigeni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Per popoli indigeni o aborigeni o nativi o autoctoni (dal latino indigena, composto di indu, in, e -geno, nato, corrispondente latineggiante del lemma autoctono) si intendono quelle popolazioni le cui origini in un particolare luogo risalgono alla preistoria, anche se il termine viene utilizzato con uno spettro più ampio prescindendo spesso da tale caratteristica, anche a causa dell'evidente difficoltà nello stabilirne la diretta discendenza.

Esso viene così ad indicare più spesso l'anteriorità di occupazione di un territorio rispetto alla dominazione coloniale e la conseguente condizione di popolo oppresso e tutt'oggi in lotta per l'emancipazione e la conquista di diritti umani e civili. Storicamente i popoli indigeni si sono opposti a qualsiasi tentativo da parte degli estranei di definire la propria identità o influenzare le loro strutture tradizionali di governance.

Sembra imprudente tentare di caratterizzare questi popoli al di là di quanto sopra, poiché le loro storie differiscono drasticamente, così come le loro auto-immagini.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]