Sky Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da SKY Italia)
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'azienda omonima, vedi Sky Italia (azienda).
Sky Italia
Sky International - Logo 2018.svg
Stato Italia Italia
Tipologia Piattaforma satellitare
Piattaforma terrestre
Trasmissione Pay TV
Editore Sky Italia S.r.l.
Gruppo Sky
Data di lancio 31 luglio 2003
Sede principale Rogoredo (Milano)
N° abbonati 5,2 milioni (31 dicembre 2018[1])
Slogan Mai più senza.
Sito https://www.sky.it/
Dati tecnici
Lingua Italia Italiano
N° canali +500
N° canali HD +80
Satelliti Eutelsat Hot Bird 13B
Eutelsat Hot Bird 13C
Eutelsat Hot Bird 13D
Posizione 13° Est
Standard DVB-S/DVB-S2
DVB-T
Codifica NDS VideoGuard
Nagravision

Sky Italia, commercialmente conosciuta come Sky, è una piattaforma televisiva italiana a pagamento edita da Sky Italia S.r.l. È nata il 31 luglio 2003 dalla fusione di Stream TV e TELE+ Digitale e fornisce servizi fruibili previa installazione di una antenna parabolica, mediante un decoder e una smart card abilitata. Da aprile 2015 trasmette i propri canali anche attraverso il sistema di connessione ADSL2+, nonché tramite la fibra ottica, e da giugno 2018 tramite digitale terrestre, con un decoder che non necessita dell'installazione di una antenna parabolica satellitare.

I programmi ricevibili con antenna parabolica vengono diffusi da tre satelliti del gruppo Eutelsat Communications orientati a 13 gradi est: Eutelsat Hot Bird 13B, Eutelsat Hot Bird 13C e Eutelsat Hot Bird 13D.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel marzo del 2003 la Commissione europea autorizza la fusione tra TELE+ Digitale e Stream TV, da cui nasce Sky Italia[2], le cui trasmissioni ufficiali inizieranno il 31 luglio.

Nella primavera del 2004 Sky abbandona il sistema di codifica SECA per passare all'NDS, gestito da News Corporation. Nel novembre dello stesso anno il numero di abbonati raggiunge i 3 milioni.

Nel 2006 Sky lancia i primi quattro canali in Italia in alta definizione e a fine anno raggiunge i quattro milioni di abbonati. L'anno successivo verrà creata la prima fiction per pay-tv e nel novembre la società lancia il servizio di IPTV. Nel 2008 Sky acquista i diritti per trasmettere gli eventi olimpici fino al 2016.

Nel 2009 nascono nuovi canali: Sky Uno, Sky Primafila HD e altri 12 canali in HD, oltre al canale Cielo sul digitale terrestre; a fine anno parte il servizio di video on demand Sky On Demand.

Nel 2010 i loghi dell'emittente vengono uniformati a quelli di Sky UK; a luglio l'UE autorizza Sky a gareggiare per l'assegnazione delle frequenze del digitale terrestre a patto che trasmetta solo canali in chiaro.

A gennaio 2011 il film Avatar raggiunge il record di visione per una pellicola trasmessa da un canale di televisione a pagamento italiana, toccando un'audience di 1,3 milioni di spettatori; a ottobre Sky raggiunge i 5 milioni di abbonati.[3]

Nel febbraio 2012 Sky HD comincia a trasmettere altri 12 canali (Fox Life HD, Real Time HD, Extreme Sports Channel HD, ESPN America HD, Discovery Science HD, Discovery Travel & Living HD, History HD, Nat Geo Wild HD, Nat Geo Adventure HD, Gambero Rosso Channel HD, Disney Channel HD, MTV Live HD)[4], arrivando a quota 52, superando l'offerta tedesca di Sky Deutschland (43 canali) arrivando al secondo posto come azienda di News Corp in Europa su canali in alta definizione (la prima è Sky plc con 58 canali). A novembre 2012 il numero di abbonati alla piattaforma cala a 4,86 milioni, gli utili scendono a 23 milioni di dollari; in questo caso pesa soprattutto la forte spesa Olimpiadi (70 milioni di dollari).[5] Sempre nel 2012 vengono acquisiti i diritti per trasmettere in diretta le stagioni di Formula 1 per l'anno successivo, fino al 2018.[6]

Nel 2014 sbarca su Sky Sport il Motomondiale, i cui diritti per le trasmissioni vengono prolungati fino al 2019.[7] Sempre nel 2014 vengono acquisiti i diritti della UEFA Europa League in esclusiva assoluta per le stagioni 2015-2016, 2016-2017 e 2017-2018. Perde però completamente i diritti della UEFA Champions League[8][9]. Il 14 giugno 2017 riacquista i diritti per trasmettere la Champions League per il triennio 2018-2021, oltre a quelli per l'Europa League della quale già deteneva i diritti.[10][11] Il 25 luglio 2014, 21st Century Fox vende il 100% di Sky Italia alla sua controllata britannica BSKYB (oggi Sky Limited) per circa 3 miliardi di euro.[12]

A giugno 2018 gli abbonati erano oltre quattro milioni[13] e nell'anno fiscale 2015-2016 ha raggiunto ricavi per 2,790 milioni € con un utile operativo di 67 milioni e ARPU a 42 € per abbonato.[14] Nei primi nove mesi dell'anno fiscale 2016-2017 ha visto l’utile operativo crescere del 237% a 106 milioni di euro, registrando una crescita dei ricavi del 7% a 2,145 miliardi di euro[15]. Nei primi 6 mesi del 2017 Sky Italia ha aumentato del 14% la raccolta pubblicitaria rispetto all'anno precedente.[16]

Nella sera del 30 marzo 2018, viene reso nota la notizia della creazione di un patto tra la società satellitare e la pay-tv del digitale terrestre Mediaset Premium, dove i nove canali di cinema e serie tv attualmente disponibili solo su Premium saranno visibili agli abbonati Sky via satellite senza costi aggiuntivi, mentre quest'ultima cederà una buona parte delle sue esclusive sportive alla piattaforma del digitale terrestre.

Il 9 aprile 2018 Sky annuncia che gli abbonati Sky Cinema con l'opzione Sky HD a partire da maggio 2018 avranno a disposizione la visione di 5 canali del pacchetto cinema di Mediaset Premium, in particolare Premium Cinema HD, Premium Cinema +24 HD, Premium Cinema Energy HD, Premium Cinema Emotion HD e Premium Cinema Comedy HD con programmazione cinematografica identica di quella del digitale terrestre.

Il 19 aprile 2018 i canali Sky Uno e Sky Sport arrivano sul digitale terrestre nella piattaforma Mediaset Premium seppur con una programmazione differente rispetto alle versioni satellitari.

Il 27 aprile 2018 sono arrivati i canali Premium Cinema nel pacchetto Sky Cinema[17].

Il 4 giugno 2018 sono arrivati i canali Premium Action, Premium Joi e Premium Stories nel pacchetto Sky Famiglia e Premium Crime nel pacchetto Sky TV.

Dal 2 luglio 2018, tutti i loghi dei canali si uniformano a quelli britannici e inoltre il logo di Sky diventa bidimensionale, ma mantiene i soliti colori.

Dal 5 settembre 2018, torna visibile alla posizione 105 Canale 5, stavolta disponibile solo in HD.

Dal 13 settembre 2018, a causa di un mancato rinnovo del contratto triennale, Rai 4 abbandona la pay tv e resta disponibile solo sul digitale terrestre e tivùsat. Lo stesso giorno viene sostituito da una copia di Sky Uno nella posizione 104.

Dal 6 novembre 2018 il canale Alpha viene inserito alla numerazione 415.

Dal 2 gennaio 2019, Rete 4 e Italia 1 tornano disponibili sulla piattaforma rispettivamente alle posizioni 104 e 106. Vengono inseriti anche i canali 20, Mediaset Extra, La 5, Italia 2, Top Crime, Iris e Focus[18]; alcuni canali, inoltre, cambiano numerazione[19].

Dal 1º aprile 2019, i canali Giallo e Motor Trend trasmettono esclusivamente in HD, sostituendo le versioni SD. Sempre lo stesso giorno, arriva Food Network HD al canale 416.

Il 1º luglio 2019 Premium Joi chiude definitivamente.

Il 1º ottobre 2019, in seguito ad un mancato rinnovo contrattuale, sono stati chiusi: Fox Animation, Fox Comedy e Nat Geo People editi da Fox Network Group Italy e Disney XD e Disney In English editi da The Walt Disney Company Italia.[20][21]

Loghi[modifica | modifica wikitesto]

Vecchio logo Sky 2003.png Sky old logo.png Logo sky.png Sky Italia - Logo 2013.png Sky International - Logo 2018.svg
31 luglio 2003 - 3 settembre 2006 4 settembre 2006 - 27 giugno 2010 28 giugno 2010 - 25 settembre 2013 26 settembre 2013 - 1º luglio 2018 in uso dal 2 luglio 2018

Offerta televisiva[modifica | modifica wikitesto]

L'offerta televisiva di Sky è composta da circa 180 canali tematici, divisi in pacchetti. Oltre a questi, sono presenti 25 canali pay-per-view di cinema, spettacolo, sport e altro (di cui 15 in HD), 5 canali opzionali a sottoscrizione separata e, per gli abbonati ai pacchetti TV, Famiglia e Cinema, i canali Mediaset Premium senza costi aggiuntivi.

Pacchetti[modifica | modifica wikitesto]

  • Sky TV: è il pacchetto base, contenente 67 canali di cui 34 in HD. Il pacchetto offre la visione di Serie TV, programmi di viaggi, cucina, arte, design, canali di informazione, internazionali e sportivi.
  • Sky Famiglia: nel pacchetto sono presenti 48 canali di cui 12 in HD. Ha una programmazione varia che spazia tra natura, scienza, storia, reportage dal mondo, tecnologia, motori, avventura, cartoni animati e musica.[22][23][24]
  • Sky Cinema: il pacchetto comprende 17 canali di film, di cui 16 in HD.
  • Sky Sport: il pacchetto comprende 10 canali, tutti anche in HD.
  • Sky Calcio: il pacchetto comprende 16 canali di cui 12 in HD.

Alcuni canali prevedono un canone mensile in aggiunta a quello dell'abbonamento.
Essi sono: Milan TV, Inter TV (HD), Lazio Style Channel, Torino Channel e Caccia e Pesca.

Il canale Doctor's Life Channel, a differenza degli altri canali opzionali, non richiede un canone mensile, ma è visibile esclusivamente ai medici ed ai farmacisti iscritti ai rispettivi ordini professionali che abbiano un abbonamento a Sky Italia.

Sky HD[modifica | modifica wikitesto]

Sky HD è il servizio HDTV lanciato da Sky il 20 aprile 2006. Include anche numerosi titoli on demand in alta definizione e per i clienti Sky Q anche il 4K HDR.

A marzo 2012 gli abbonati con tale funzionalità rappresentavano il 73% del totale.[25]

Sky Italia offre più di 80 canali in alta definizione; nel dettaglio, quelli interessati, sono suddivisi in pacchetti.

Sky TV 34 canali Sky TG 24 HD[nota 1], Rete 4 HD[nota 2], Canale 5 HD[nota 2], Italia 1 HD[nota 2], Sky Uno HD, Sky Uno +1 HD, Sky Atlantic HD, Sky Atlantic +1 HD, Fox HD, Fox Life HD, Fox Crime HD, Premium Crime HD, Crime+Investigation HD, Sky Arte HD[nota 3], TV8 HD[nota 2], Premium Stories HD, Blaze HD, Premium Action HD, MTV HD, Classica HD, Nove HD[nota 2], 20 HD[nota 2], Cielo HD[nota 2], Real Time HD[nota 2], Giallo HD[nota 2], DMAX HD[nota 2], Eurosport 1 HD, Eurosport 2 HD, Bike Channel HD, HorseTV HD, Gambero Rosso Channel HD, Food Network HD[nota 2], Motor Trend HD[nota 2], QVC HD[nota 2]
Sky Famiglia 12 canali Discovery Channel HD, National Geographic HD, Discovery Science HD, History HD, National Geographic Wild HD, Cartoon Network HD, Disney Channel HD, RDS Social TV, Radio Italia TV HD, Radio Italia Trend TV HD, RTL 102.5 HD, Radiofreccia HD
Sky Cinema 16 canali Sky Cinema Uno HD, Sky Cinema Due HD, Sky Cinema Collection HD, Sky Cinema Family HD, Sky Cinema Action HD, Sky Cinema Suspense HD, Sky Cinema Romance HD, Sky Cinema Drama HD, Sky Cinema Comedy HD, Premium Cinema HD, Premium Cinema +24 HD, Premium Cinema Energy HD, Premium Cinema Emotion HD, Premium Cinema Comedy HD, Sky Cinema Uno +24 HD, Sky Cinema Due +24 HD
Sky Sport 10 canali Sky Sport 24 HD[nota 4], Sky Sport Uno HD, Sky Sport Football HD, Sky Sport Arena HD, Sky Sport Golf HD, Sky Sport NBA HD, Sky Sport F1 HD, Sky Sport MotoGP HD, Roma TV[nota 4], SuperTennis HD[nota 5]
Sky Calcio 12 canali Sky Sport 24 HD[nota 4], Sky Sport Serie A HD, Sky Sport Football HD, Roma TV[nota 4], Sky Sport HD (canali dal 251 al 258)
Sky Primafila 7 canali Sky Primafila 1 HD, Sky Primafila 2 HD, Sky Primafila 4 HD, Sky Primafila 6 HD, Sky Primafila 8 HD, Sky Primafila 10 HD, Sky Primafila 12 HD
Canali opzionali 1 canale Inter TV

Note:

  1. ^ Il canale Sky TG24 HD è visibile con qualsiasi combinazione dei pacchetti Sky.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m I canali Rete 4 HD, Canale 5 HD, Italia 1 HD, TV8 HD, Nove HD, Canale 20 HD, Cielo HD, Real Time HD, Giallo HD, DMAX HD, Food Network HD, Motor Trend HD e QVC HD sono inseriti nella numerazione del pacchetto Sky TV ma in realtà sono canali FTV, cioè visibili dal decoder MySky anche senza abbonamento.
  3. ^ Il canale Sky Arte HD è visibile sulle numerazioni 120 e 400.
  4. ^ a b c d I canali Sky Sport 24 HD e Roma TV HD sono visibili tramite i pacchetti Sky Sport o Sky Calcio; nonostante vengano visualizzati in due pacchetti diversi, nel conto totale dei canali vengono conteggiati solamente una volta.
  5. ^ Il canale SuperTennis HD è inserito nella numerazione del pacchetto Sky Sport ma in realtà è un canale FTA, cioè visibile dal decoder My Sky anche senza abbonamento.

Sky 3D[modifica | modifica wikitesto]

Sky 3D è stato il canale televisivo in 3D[26] di Sky. A partire dal 3 ottobre 2010, Sky ha cominciato a trasmettere le trasmissioni in 3D attraverso il canale Sky Sport 3D, su cui venne trasmessa nella nuova tecnologia la finale della Ryder Cup[27]. Qualche settimana dopo, il 25 dicembre 2010, è stato introdotto anche Sky Cinema 3D[28].

I canali Sky Sport 3D e Sky Cinema 3D sono stati eliminati e dal 2011 Sky 3D è un unico canale. Il 16 gennaio 2018 chiude definitivamente, mentre la sua programmazione diventa disponibile unicamente tramite Sky On Demand.

Tecnologie e servizi[modifica | modifica wikitesto]

Servizi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Sky Box e Sky Box HD
Lo Sky Box è un decoder dotato di lettore integrato per smart card con sistema NDS, nato il 31 luglio 2003 in sostituzione dei precedenti Streambox e Goldbox utilizzati rispettivamente da Stream TV e TELE+ Digitale.
Lo Sky Box HD, oltre alle funzionalità dello Sky Box, supporta i formati 720p e 1080i e possiede un'uscita HDMI per la visione di canali in alta definizione.
  • My Sky, My Sky HD e My Sky HD Wi-Fi
Il My Sky, introdotto il 22 novembre 2005, è un decoder satellitare con funzione personal video recorder (PVR) che consente di registrare i programmi in quanto dotato di memoria interna.
Il My Sky HD, introdotto il 26 maggio 2008, ha le stesse funzionalità del My Sky originale con l'aggiunta di un hard disk più capiente e la possibilità di guardare e registrare programmi in alta definizione.
Il My Sky HD Wi-Fi, introdotto il 3 novembre 2014, ha le stesse funzionalità del My Sky HD con l'aggiunta di un ricevitore digitale terrestre e un modulo Wi-Fi per collegare il decoder a Internet senza fili. Dal 2 luglio 2018 è stato dismesso per la piattaforma satellitare, sostituito da Sky Q Platinum e Sky Q Black. Dal 24 settembre 2019 è stato dismesso per la piattaforma Fibra, e sostituito da Sky Q Via Fibra.
  • Sky Q
Sky Q, introdotto il 29 novembre 2017, è un set box di ultima generazione con un box principale, chiamato Sky Q Platinum, e un box secondario, chiamato Sky Q Mini.[29]
Le caratteristiche principali di Sky Q sono la possibilità di fruire di programmi in 4K HDR, collegare il Box principale (Sky Q Platinum) al resto dei televisori mediante il box secondario (Sky Q Mini) senza cavi tramite Wi-Fi, oltre ad un'interfaccia grafica completamente nuova e un hard disk da 2 TB.
Sky Q Black, introdotto il 2 luglio 2018, è il box utilizzabile su un solo tv di casa. A differenza del fratello maggiore, ha 1 TB di Hard Disk, non può sfruttare i box secondari Q Mini ma può sfruttare il 4K HDR, compreso nel pacchetto HD.
Dal 24 settembre 2019 Sky Q Via Fibra ha sostituito My Sky HD Via Fibra.[30]

Altri servizi[modifica | modifica wikitesto]

  • Sky On Demand
Sky On Demand è un servizio video on demand disponibile per i clienti Sky con My Sky HD compatibile o Sky Q connesso alla rete Internet. Il servizio permette di accedere a una videoteca permanente che dispone di contenuti di vario genere.
Il servizio originale (inizialmente chiamato Sky Selection On Demand) è nato nel novembre 2009; la prima versione del servizio, utilizzata fino al 1º luglio 2012, funzionava diversamente rispetto alla versione attuale, in quanto non utilizzava una connessione a Internet: ogni giorno venivano inviati al decoder e salvati sull'Hard Disk nuovi contenuti attraverso due canali dedicati, uno SD e uno HD. I contenuti restavano disponibili mediamente per una settimana; successivamente venivano automaticamente rimossi dal servizio e sostituiti con altri.
Dal 25 dicembre 2016 si possono guardare e scaricare i programmi anche in alta definizione.
Per i possessori di Sky Q Platinum e Black, da aprile 2018, sono stati resi disponibili film in 4K HDR ed eventi sportivi.
  • Sky Primafila
Sky Primafila, precedentemente nota come SKY Prima Fila e in seguito Primafila Sky, è la pay-per-view di Sky Italia.
  • Sky Digital Key
Sky Digital Key è un sintonizzatore DVB-T. Tramite questo strumento è possibile vedere tutti i canali in chiaro della televisione digitale terrestre nazionali e locali. A partire dal My Sky HD Wi-Fi questa non è più in dotazione, poiché viene integrato un modulo per il digitale terrestre all'interno dei decoder.
  • Sky Multiscreen
Sky Multiscreen (ex Multivision) consente di vedere la programmazione Sky su uno o più televisori tramite decoder aggiuntivi. Con l'offerta di Sky Q Plus, questo servizio è integrato.[31]
  • Sky Go
Sky Go è il servizio gratuito, per i clienti abbonati da almeno un anno, che fornisce i contenuti televisivi, del proprio abbonamento, attraverso computer, tablet e smartphone con qualsiasi sistema operativo compatibile.
  • Sky Business
Sky Business si occupa dell'offerta disponibile per gli esercizi commerciali, di ristorazione e alberghieri.[32]
  • Sky Digitale Terrestre
Sky Digitale Terrestre è l'offerta Sky disponibile dal 5 giugno 2018 sul digitale terrestre. Comprende i seguenti canali:
Sky TV 11 canali Sky Uno, Sky Atlantic, Fox, National Geographic, Premium Action, Premium Crime, Premium Stories, Premium Cinema, Premium Cinema Energy, Premium Cinema Emotion, Premium Cinema Comedy
Sky Sport 4 canali Sky Sport Uno, Sky Sport Uno HD, Sky Sport 24, Sky Sport 24 HD
Sky Calcio 7 canali Sky Sport Serie A, Sky Sport Serie A HD, Sky Sport 24, Sky Sport 24 HD, Sky Sport (3 canali)

Dal 23 aprile 2019 l'offerta televisiva cambia numerazione, spostandosi nell'area 400.[33]

Accordi commerciali[modifica | modifica wikitesto]

Con Fastweb[modifica | modifica wikitesto]

  • IPTV: in seguito a un accordo commerciale dell'ottobre 2006 tra Sky e Fastweb, il servizio TV di Fastweb offriva i canali televisivi a definizione standard di Sky; era quindi possibile anche per gli utenti che non possono o non vogliono installare un'antenna parabolica usufruire dei contenuti del bouquet di Sky attraverso la fibra ottica o il normale doppino telefonico con ADSL attiva ad almeno 6 Mbit/s.[34] Il servizio Sky tramite IPTV di Fastweb si è concluso il 5 novembre 2012.
  • Home Pack: il 31 gennaio 2011, Sky e Fastweb hanno siglato un accordo commerciale che ha permesso di combinare l'offerta televisiva via satellite di Sky con i servizi internet a banda larga e telefonia fissa di Fastweb.

Con TIM[modifica | modifica wikitesto]

  • IPTV: da ottobre 2007 anche la piattaforma IPTV di Telecom Italia offriva tutti i canali televisivi della piattaforma Sky in definizione standard. La piattaforma ha ceduto il suo posto a TIMvision; i canali Sky vengono offerti su rete TIM tramite l'offerta TIM-Sky da aprile 2015.
  • TIM-Sky: il 17 aprile 2015, Telecom Italia e Sky annunciano la nascita dell'offerta TIM-Sky che prevede la fruizione della piattaforma Sky tramite la connessione ADSL2+ o fibra ottica di TIM senza l'installazione di una parabola.
  • Il 1º agosto 2019, Sky e TIM annunciano un accordo per la fruizione di alcuni dei suoi contenuti sulla piattaforma TIMVision e la possibilità di acquistare il pacchetto "Now TV – Ticket Sport".[35][36]

Con Wind[modifica | modifica wikitesto]

  • IPTV: con Infostrada TV erano disponibili tutti i canali del bouquet Sky, sia in definizione standard sia in alta definizione. Il servizio è terminato il 22 giugno 2012.

Con Mediaset[modifica | modifica wikitesto]

  • Il 30 marzo 2018, Sky Italia e Mediaset firmano un accordo per consentire la visione dei propri canali anche su un'altra piattaforma[37].

Con Perform Group[modifica | modifica wikitesto]

  • Sky-DAZN: Il 31 agosto 2019, Sky e Perform firmano un accordo, valido fino a giugno 2021, dove sarà possibile vedere dal 20 settembre sul satellite Sky, il canale DAZN1 alla posizione 209. Nell'accordo viene stabilito: le 3 restanti partire di Serie A, 2 partire di Serie B ed altri sport misti.[38]

Con Netflix[modifica | modifica wikitesto]

  • Dal 9 ottobre 2019 diventa disponibile su Sky Q, attraverso l’attivazione di un pacchetto specifico, l'applicazione Netflix, che offre il suo intero catalogo senza dover obbligatoriamente sottoscrivere un abbonamento apposito sul suo servizio web.[39][40]

Numero abbonati[modifica | modifica wikitesto]

Anno fiscale Numero abbonati[41]
30 giugno 2006 4.316.000 Green Arrow Up.svg
30 giugno 2007 4.200.000 Red Arrow Down.svg
30 giugno 2008 4.560.000 Green Arrow Up.svg
30 giugno 2009 4.800.000 Green Arrow Up.svg
30 giugno 2010 4.700.000 Red Arrow Down.svg
30 giugno 2011 4.970.000 Green Arrow Up.svg
30 settembre 2011 5.000.000 Green Arrow Up.svg
31 dicembre 2011 5.030.000 Green Arrow Up.svg
31 marzo 2012 4.940.000 Red Arrow Down.svg
30 giugno 2012 4.900.000 Red Arrow Down.svg
30 settembre 2012 4.860.000 Red Arrow Down.svg
31 dicembre 2012 4.833.000 Red Arrow Down.svg
31 marzo 2013 4.782.000 Red Arrow Down.svg
30 giugno 2013 4.756.000 Red Arrow Down.svg[42]
30 settembre 2013 4.757.000 Green Arrow Up.svg
31 dicembre 2013 4.760.000 Green Arrow Up.svg
30 marzo 2014 4.751.000 Red Arrow Down.svg
30 giugno 2014 4.725.000 Red Arrow Down.svg
30 settembre 2014 4.704.000 Red Arrow Down.svg
31 dicembre 2014 4.734.000 Green Arrow Up.svg
31 marzo 2015 4.746.000 Green Arrow Up.svg
30 giugno 2015 4.725.000 Red Arrow Down.svg
30 settembre 2015 4.688.000 Red Arrow Down.svg
31 dicembre 2015 4.700.000 Green Arrow Up.svg
31 marzo 2016 4.734.000 Green Arrow Up.svg
30 giugno 2016 4.742.000 Green Arrow Up.svg
30 settembre 2016 4.764.000 Green Arrow Up.svg
31 dicembre 2016 4.809.000 Green Arrow Up.svg
31 marzo 2017 4.802.000 Red Arrow Down.svg
30 giugno 2017 4.782.000 Red Arrow Down.svg
30 settembre 2017 4.782.000 Red Arrow Down.svg
31 dicembre 2017 4.768.000 Red Arrow Down.svg
31 marzo 2018 4.766.000 Red Arrow Down.svg
30 giugno 2018 4.823.000 Green Arrow Up.svg
31 dicembre 2018 5.200.000 Green Arrow Up.svg

Critiche e controversie[modifica | modifica wikitesto]

  • Dopo una lunga serie di polemiche tra Sky e Auditel, nell'aprile 2007 Auditel comincia a pubblicare gli ascolti dei canali di Sky.
  • Nell'aprile del 2008 per protestare contro il mancato faccia a faccia tra Veltroni e Berlusconi (per il quale la piattaforma aveva inviato gli inviti ai 2 candidati, con il secondo che ha rifiutato a causa di una certa interpretazione della par condicio), Sky emette un annuncio a pagamento sui maggiori quotidiani mostrando immagini di duelli avvenuti all'estero.
  • Nell'agosto del 2008 contro Sky è stato richiesto l'intervento dell'Antitrust per pubblicità ingannevole. Tra aprile 2006 e agosto 2007 Sky è stata condannata 4 volte dall'Antitrust per lo stesso motivo[43].
  • A dicembre 2008 viene confermato l'adeguamento al rialzo dell'IVA sugli abbonamenti dal 10% al 20%, anche in seguito all'interpretazione delle direttive comunitarie che aveva chiesto un'imposta uguale per tutte le forme di ricezione televisiva a pagamento. Scatta così una durissima polemica tra la tv satellitare e Berlusconi, accusato di favorire le sue tv.
  • Il 20 maggio 2011 Sky annuncia la fine del rapporto con Current TV, penalizzata dai bassi ascolti. La notizia provoca insofferenza in una certa parte dell'opinione pubblica al punto tale che l'entourage di Sky è costretto a rilasciare posizioni ufficiali sulla questione mai chiarita.
  • Il 2 luglio 2011 Sky oscura il canale Mediaset Plus, l'unica emittente Mediaset ospitata sulla sua piattaforma, per inadempienze contrattuali. Lo spegnimento è avvenuto improvvisamente, senza alcuna comunicazione né da parte di Sky né del gruppo Mediaset. La decisione dell'improvvisa cessazione dell'emissione della rete è stata presa unilateralmente da Sky in base a gravi inadempimenti contrattuali da parte di Mediaset, per non aver inserito nel palinsesto dell'emittente alcuni dei programmi di maggior richiamo delle reti generaliste Mediaset.[44] Il gruppo Mediaset ha accusato Sky di averla oscurata dal satellite[45] e, attraverso un comunicato stampa, ha fatto sapere di aver intrapreso un'azione legale contro quest'ultima per la sospensione improvvisa del canale.[46] Il 7 dicembre 2011 Sky torna nuovamente a ospitare un canale di proprietà del gruppo Mediaset: TGcom24.[47]
  • Il 30 novembre 2011 Sky ha deciso di ritirare la propria domanda di partecipazione al beauty contest: le motivazioni principali date dall'azienda sono la lunghezza dei tempi e la presenza di regole discutibili con cattiva produzione degli eventi sportivi che rovinano la reputazione della azienda.[48]

Trasmissione satellitare[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente la piattaforma satellitare Sky, per trasmettere i propri canali, utilizza 26 transponder suddivisi fra tre satelliti di proprietà del gruppo Eutelsat Communications: Eutelsat Hot Bird 13B, Eutelsat Hot Bird 13C e Eutelsat Hot Bird 13D. I suddetti satelliti si trovano alla posizione orbitale di 13° Est.

Transponder Frequenza (MHz) Polarizzazione Standard Modulazione Symbol rate (baud) FEC (bit) Bitrate (bit) Satellite
1 11 219,25 H DVB-S QPSK 29 900 5/6 45,9 Mbps Eutelsat Hot Bird 13C
8 11 355,00 V DVB-S QPSK 29 900 5/6 45,9 Mbps Eutelsat Hot Bird 13C
53 11 785,00 H DVB-S2 8PSK 29 900 3/4 65,1 Mbps Eutelsat Hot Bird 13B
56 11 842,00 V DVB-S2 8PSK 29 900 3/4 65,1 Mbps Eutelsat Hot Bird 13B
57 11 862,00 H DVB-S QPSK 29 900 5/6 45,9 Mbps Eutelsat Hot Bird 13B
58 11 881,00 V DVB-S QPSK 27 500 3/4 38,0 Mbps Eutelsat Hot Bird 13B
59 11 900,00 H DVB-S2 8PSK 29 900 3/4 65,1 Mbps Eutelsat Hot Bird 13B
62 11 958,00 V DVB-S QPSK 27 500 3/4 38,0 Mbps Eutelsat Hot Bird 13B
63 11 977,00 H DVB-S QPSK 29 900 5/6 45,9 Mbps Eutelsat Hot Bird 13B
64 11 996,00 V DVB-S2 8PSK 29 900 3/4 65,1 Mbps Eutelsat Hot Bird 13B
66 12 034,00 V DVB-S QPSK 29 900 5/6 45,9 Mbps Eutelsat Hot Bird 13B
67 12 054,00 H DVB-S QPSK 29 900 5/6 45,9 Mbps Eutelsat Hot Bird 13B
68 12 073,00 V DVB-S QPSK 29 900 5/6 45,9 Mbps Eutelsat Hot Bird 13B
69 12 092,00 H DVB-S2 8PSK 29 900 3/4 65,1 Mbps Eutelsat Hot Bird 13B
75 12 207,00 H DVB-S2 8PSK 29 900 3/4 65,1 Mbps Eutelsat Hot Bird 13B
82 12 341,00 V DVB-S2 8PSK 29 900 3/4 65,1 Mbps Eutelsat Hot Bird 13B
83 12 360,00 H DVB-S2 8PSK 29 900 3/4 65,1 Mbps Eutelsat Hot Bird 13B
86 12 418,00 V DVB-S2 8PSK 29 900 3/4 65,1 Mbps Eutelsat Hot Bird 13B
88 12 466,00 V DVB-S QPSK 29 900 5/6 45,9 Mbps Eutelsat Hot Bird 13B
95 12 616,00 H DVB-S QPSK 29 900 5/6 45,9 Mbps Eutelsat Hot Bird 13C
96 12 635,00 V DVB-S QPSK 29 900 5/6 45,9 Mbps Eutelsat Hot Bird 13C
98 12 673,00 V DVB-S QPSK 29 900 5/6 45,9 Mbps Eutelsat Hot Bird 13B
100 12 713,00 V DVB-S QPSK 29 900 5/6 45,9 Mbps Eutelsat Hot Bird 13C
101 12 731,00 H DVB-S2 8PSK 29 900 3/4 65,1 Mbps Eutelsat Hot Bird 13C
113 10 775,00 H DVB-S QPSK 29 900 5/6 45,9 Mbps Eutelsat Hot Bird 13C
117 10 853,44 H DVB-S QPSK 29 900 5/6 45,9 Mbps Eutelsat Hot Bird 13D

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ milanofinanza.it, https://www.milanofinanza.it/news/sky-italia-sfonda-la-soglia-dei-5-milioni-di-abbonati-e-trascina-il-gruppo-201901242108026140.
  2. ^ Dalla Ue il via libera alla fusione Stream-Telepiù, Corriere della Sera, 31 marzo 2003.
  3. ^ Gabriele Capasso, Sky raggiunge i 5 milioni di abbonamenti e regala due weekend "free", in TVBlog.it, 7 ottobre 2011.
  4. ^ Simone Rossi, 13 nuovi canali in HD sulla piattaforma Sky dal 1º Febbraio 2012, Digital-Sat.it, 26 gennaio 2012.
  5. ^ Earning release for the quarter ended September 30, 2012 (PDF), in News Corporation, 6 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 19 novembre 2012).
  6. ^ Sky Sport, Un canale dedicato, 1000 ore live: dal 2013 la F1 su Sky. URL consultato il 20 gennaio 2018.
  7. ^ Adnkronos, su www1.adnkronos.com. URL consultato il 20 gennaio 2018.
  8. ^ Champions League: a Mediaset i diritti. Europa League a Sky su Gazzetta dello Sport
  9. ^ Ufficiale! Sky Sport si aggiudica in esclusiva assoluta l'Europa League 2015-2018, Digital-Sat, 10 febbraio 2014. URL consultato il 24 febbraio 2014.
  10. ^ Champions e Europa League, a Sky i diritti tv 2018-2021, in Repubblica.it, 14 giugno 2017. URL consultato il 20 gennaio 2018.
  11. ^ Sky Sport, Champions ed Europa League in esclusiva su Sky. URL consultato il 20 gennaio 2018.
  12. ^ Tonia Mastrobuoni, BSkyB compra in Italia e Germania. Così nasce la “Grande Sky” europea, La Stampa, 26 luglio 2014. URL consultato il 26 luglio 2014.
  13. ^ 4,766 milioni
  14. ^ Sky Italia, in crescita ricavi e abbonati. Traina l'on-demand, in Key4biz, 28 luglio 2016. URL consultato il 20 gennaio 2018.
  15. ^ Sky Italia, ricavi nove mesi +7% a 2,145 milioni e utile triplicato a 106 milioni, in Key4biz, 20 aprile 2017. URL consultato il 20 aprile 2017.
  16. ^ Sky, andamento positivo per il business sul mercato italiano, in Engage | News and views sul marketing pubblicitario, 26 gennaio 2017. URL consultato il 20 gennaio 2018.
  17. ^ 5 canali Premium Cinema su Sky Cinema, su tg24.sky.it, 27 aprile 2018. URL consultato il 26 giugno 2018.
  18. ^ I canali Mediaset tornano su Sky dal 2 gennaio 2019, su TVBlog.it, 14 dicembre 2018. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  19. ^ La lista dei canali di Sky Italia, su tvdigitaldivide.it.
  20. ^ Sky spegnerà 5 canali dal primo ottobre: prima zampata di Disney e Fox, su Tom's Hardware. URL consultato il 27 settembre 2019.
  21. ^ È vero che alcuni canali Fox, National Geographic e Disney non saranno più visibili su Sky dal 01/10/2019?, su www.sky.it. URL consultato il 30 settembre 2019.
  22. ^ Federico Vascotto, Accordo Sky – Mediaset: ecco le serie tv che vedremo, su MangaForever, 27 aprile 2018. URL consultato il 4 giugno 2019.
  23. ^ Sky accoglierà 9 canali Mediaset Premium a partire da maggio - HDblog.it, su altadefinizione.hdblog.it. URL consultato il 4 giugno 2019.
  24. ^ Sky e Mediaset Premium, cosa cambia per gli abbonati: dai kolossal sulla pay di Murdoch a X Factor sulle reti Fininvest, su Il Fatto Quotidiano, 31 marzo 2018. URL consultato il 4 giugno 2019.
  25. ^ Simone Rossi, Sky presenta le novità di Sky Go da oggi su Iphone, Pc, Mac e Tablet, in Digital-Sat, 2 marzo 2012.
  26. ^ Sky 3D: la nuova dimensione in televisione - Alta definizione 3D - Sky.it, in Sky.it. URL consultato il 15 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 28 gennaio 2012).
  27. ^ Simone Rossi, Sky il 3 ottobre apre l'era della tv in 3D, ecco il comunicato ufficiale, in Digital-Sat.it, 24 settembre 2010.
  28. ^ R. Pezzali, Sky Cinema 3D: da Natale i primi film, in Dday.it, 2 dicembre 2010.
  29. ^ Informazioni su Sky Q, su sky.it.
  30. ^ Pianetacellulare.it, Sky Q via fibra confermato: entro il 2019 per chi ha gia' My Sky via fibra aggiornamento gratuito, su www.pianetacellulare.it. URL consultato il 16 agosto 2019.
  31. ^ Cos'è Sky Q Plus?, su sky.it.
  32. ^ Sky Business: offerte per locali pubblici e aziende | Sky, su www.sky.it. URL consultato il 13 giugno 2019.
  33. ^ Dal 23 aprile i canali Sky sul digitale terrestre vanno nella numerazione 400, Dday.it, 19 aprile 2019.
  34. ^ Alleanza Tv e Internet: intesa Sky-Fastweb, in CorriereDellaSera.it, 10 ottobre 2006.
  35. ^ Accordo Sky- TIM: su TIMVISION arrivano SkyUno, SkyTG24, SkySport24 e Sky ARTE | SmartWorld, su www.smartworld.it. URL consultato il 2 agosto 2019.
  36. ^ TIMVision: Kit Sport da oggi anche senza decoder TIM Box, su MondoMobileWeb.it | Telefonia | Offerte | Risparmio, 29 agosto 2019. URL consultato il 29 agosto 2019.
  37. ^ Storico accordo Mediaset-Sky: Premium sul satellite, la tv di Murdoch sul digitale terrestre, su ilsole24ore.com.
  38. ^ Dazn1 su Sky: come vedere il nuovo canale dal 20 settembre | Sky Sport | Sky TG24, su tg24.sky.it. URL consultato il 1º settembre 2019.
  39. ^ Netflix su Sky: Intrattenimento Plus | Sky, su www.sky.it. URL consultato il 7 ottobre 2019.
  40. ^ Dal 9 ottobre Netflix sarà su Sky Q: ecco i prezzi per gli abbonati, su Il Sole 24 ORE. URL consultato il 7 ottobre 2019.
  41. ^ (EN) Earnings Releases, in NewsCorp.com (archiviato dall'url originale il 18 febbraio 2012).
  42. ^ 4,76 milioni gli abbonati Sky Italia (21st Century Fox - 4th Quarter Fiscal 2013) - Digital-Sat Magazine
  43. ^ Sky, pubblicità ingannevole, in Punto Informatico.it, 9 giugno 2005.
  44. ^ Mediaset Plus non è più distribuito dalla piattaforma Sky, in SkyTG24.it, 2 luglio 2011.
  45. ^ Dario Ferri, Mediaset cita Sky: “Ci oscura dal satellite”, in Giornalettismo.it, 2 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 3 luglio 2011).
  46. ^ Sky "spegne" MediasetPlus: "Rti inadempiente" E il Biscione chiederà i danni: "Stop arbitrario", in ilGiornale.it, 2 luglio 2011.
  47. ^ Gabriele Capasso, TgCom 24 in onda anche su Sky in chiaro, in TVBlog.it, 6 dicembre 2011.
  48. ^ Giuliano Balestreri, Sky si ritira dal beauty contest "Troppo lunghi i tempi d'attesa", in Repubblica.it, 30 novembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione