Standard aperto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Uno standard aperto (dall'inglese: open standard) è uno standard disponibile al pubblico con diversi diritti ad esso associati e con diverse proprietà con cui è stato progettato (es. processo aperto).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

I termini "aperto" e "standard" assumono una serie di diversi significati a seconda del loro uso. C'è un certo numero di definizioni di standard aperti che enfatizza diversi aspetti dell'essere aperto ("openness"), includendo anche i risultati di specifiche, l'apertura ai processi di bozze, e la proprietà dei diritti nello standard. Il termine standard invece è talvolta ristretto a tecnologie approvate da commissioni formalizzate che sono aperte alla partecipazione di tutte le parti interessate e opera con un consenso di base.

La definizione usata dal mondo accademico, dall'Unione europea e da membri dei governo o dei parlamenti di stati come Danimarca, Francia e Spagna preclude che gli standard aperti richiedano tasse sull'uso, come per i governi della Nuova Zelanda, del Sudafrica e del Venezuela.

Da parte dell'organizzazione dello standard, il W3C assicura che le sue specifiche siano implementate libere da royalty.

Le molteplici definizioni del termine standard permettono ai detentori di brevetti di imporre "in modo ragionevole e non discriminatorio" delle royalty e altri termini di licenza a chi implementa tali standard.

Per esempio, le regole per gli standard pubblicati dai più grandi enti di standardizzazione come IETF, ISO, IEC, e ITU-T concedono il permesso che i loro standard contengano specifiche la cui implementazione richiederà un pagamento di una tassa per il brevetto. Tra queste organizzazioni solo IETF e ITU-T si riferiscono esplicitamente ai loro standard come standard aperti mentre gli altri si riferiscono solamente a standard.

Il termine standard aperto è anche a volte associato all'open source (sorgente aperto/risorsa aperta) con l'idea che uno standard non è veramente aperto se non sono disponibili pubblicamente le specifiche con cui è stato progettato e successivamente implementato.

Ci si riferisce a formati aperti per gli standard aperti che specificano tali formati.

Molte specifiche a cui si fa talvolta riferimento come standard sono proprietarie e disponibili solamente sotto termini di contratto restrittivi da organizzazioni che possiedono il diritto di proprietà (Copyright) sulle specifiche. Questa tipologia di specifiche non è considerata pienamente aperta.

Esempi di standard aperti[modifica | modifica wikitesto]

Sistema[modifica | modifica wikitesto]

Hardware[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Open source hardware.

Formati di file[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: formato aperto.

Protocolli[modifica | modifica wikitesto]

Linguaggi di programmazione[modifica | modifica wikitesto]

Altro[modifica | modifica wikitesto]


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ WWW architecture
  2. ^ ISO/IEC 8632
  3. ^ Portable Document File (PDF) format specification

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Software libero