Adrian Peterson (giocatore di football americano 1985)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Adrian Lewis Peterson)
Adrian Peterson
Peterson 2013 crop.jpg
Peterson nel 2013.
Dati biografici
Nome Adrian Lewis Peterson
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 185 cm
Peso 98 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Running back
Squadra Stemma Minnesota Vikings Minnesota Vikings
Carriera
Giovanili
2004-2006 Stemma Oklahoma Sooners Oklahoma Sooners
Squadre di club
2007- Stemma Minnesota Vikings Minnesota Vikings
Palmarès
MVP della NFL 1
Giocatore offensivo dell'anno 1
Selezioni al Pro Bowl 6
All-Pro 6
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 28 dicembre 2013
(EN)
« He has the size, he has the speed, he has the quickness, he has the balance, the intelligence. He has the determination, the will, and so he has a combination of those skills that are fantastic to watch. »
(IT)
« Ha il fisico, la velocità, la rapidità, l'equilibrio e l'intelligenza. Ha la determinazione, la volontà ed ha una tale combinazione di quei talenti che sono fantastici da osservare. »
(Jim Brown[1])

Adrian Lewis Peterson (Palestine, 21 marzo 1985) è un giocatore di football americano statunitense, soprannominato A.D. (da All Day) e Purple Jesus[2], che gioca nel ruolo di running back per i Minnesota Vikings della National Football League. Peterson fu scelto dai Vikings come settimo assoluto nel Draft NFL 2007.

Peterson al college giocò a football all'Università dell'Oklahoma dove stabilì il record NCAA per un freshman correndo 1.925 yard nella stagione 2004. Nominato unanimemente All-American, fu il primo freshman ad arrivare in finale nelle votazioni dell'Heisman Trophy, finendo secondo dietro il quarterback di USC Matt Leinart. Peterson terminò la sua carriera universitaria al terzo nella classifica di tutti i tempi dei Sooners per yard corse[3].

Dopo la prima stagione in cui stabilì il record NFL per il maggior numero di yard corse in una partita (296), Peterson fu nominato miglior rookie offensivo dell'anno. Fu anche premiato come miglior giocatore del Pro Bowl, diventando solamente il quinto giocatore della storia a correre oltre 3.000 yard nelle sue prime due stagioni. Nel 2010, Adrian divenne il quinto giocatore più veloce della storia a correre 5.000 yard, alla sua cinquantunesima partita. Nel 2012, Peterson divenne il sesto giocatore più veloce a raggiungere le 8.000 yard e terminò la stagione con 2.097 yard corse, a sole 9 dal record di tutti i tempi in una stagione di Eric Dickerson. Le 2.314 yard totali guadagnate dalla linea di scrimmage da Peterson quell'anno furono l'ottavo risultato di tutti i tempi alla pari con Marcus Allen. Come risultato di quella grandissima stagione, Peterson fu premiato come MVP della NFL.

Carriera universitaria[modifica | modifica sorgente]

Peterson con la maglia degli Oklahoma Sooners.

Vagliate le offerte di ben 7 università, Peterson decise di optare per gli Oklahoma Sooners, in cui si inserì già nell'anno da matricola correndo per 1.925 yard ed arrivando in finale nella graduatoria dell'ambitissimo Heisman Trophy, premio riservato al miglior giocatore universitario dell'anno.

Sempre nella stagione 2004, Peterson si aggiudicò il premio come miglior running back della nazione vincendo il Jim Brown Trophy e guidando Oklahoma con 15 touchdown ad una stagione imbattuta, culminata nella sconfitta nel BCS National Championship ad opera degli USC Trojans.

Peterson contro i Boise State Broncos nel Fiesta Bowl 2007.

Nel 2005, un infortunio alla caviglia lo limitò per tutta la stagione, terminando tuttavia con 1.120 yards e 14 touchdown, in cui mise a segno la marcatura più lunga della sua carriera universitaria, 84 yard, realizzata contro i "cugini" di Oklahoma State.

Nel 2006, ancora un infortunio, questa volta alla clavicola, lo tenne fermo per buona parte della stagione, impedendogli di gareggiare per la conquista dei trofei più importanti e di prepararsi in vista del futuro Draft NFL. Peterson si infortunò proprio nel corso della prima partita a cui suo padre Nelson, appena uscito di prigione, assistette con la maglia dei Sooners. La frattura non gli impedì comunque di presenziare al Fiesta Bowl, che Oklahoma perse contro Boise State, nonostante le 77 yards corse e il touchdown realizzato da Adrian, in quella che sarà la sua ultima partita universitaria.

In tre stagioni Peterson totalizzò 4.045 yard, 1.012 delle quali nell'ultimo anno, giungendo ad appena 73 yard dal record di Billy Sims, che ad Oklahoma ne aveva accumulate 4.118 tra il 1975 e il 1979.

Riconoscimenti vinti

  • Hall Trophy (2004)
  • First-team AP All-Freshman (2004)
  • Unanimous first-team All-American (2004)
  • Jim Brown Trophy (2004)
  • Sports Illustrated - Formazione ideale della NCAA degli anni 2000 (2009).

Carriera professionistica[modifica | modifica sorgente]

Pre-Draft[modifica | modifica sorgente]

Il 15 gennaio 2007, Peterson dichiarò che avrebbe saltato l'ultimo anno di college per rendersi eleggibile nel Draft NFL 2007[4]. La sua rara combinazione di elusività e potenza attirò paragoni con le leggende del passato, tra cui Eric Dickerson, Walter Payton, Gale Sayers, O.J. Simpson, Franco Harris e Jim Brown[5]. Fu tuttavia notata dai media e dalle sue potenziali destinazioni nella NFL la propensione agli infortuni nei suoi anni college[6][7]. Egli era partito come titolare in 22 gare su 31 con i Sooners, slogandosi una spalla nel primo (anche se non perse alcuna partita), soffrendo un serio infortunio alla caviglia nel suo secondo anno e rompendosi una vertebra nell'ultimo anno ad Oklahoma. Il famoso analista di Mel Kiper Jr. di ESPN disse di Peterson "Si può discutere se [Peterson] sia il miglior giocatore del draft, ma non che sia tra i migliori tre"[8].

Minnesota Vikings[modifica | modifica sorgente]

Al Draft, Peterson fu selezionato come 7a scelta assoluta dai Minnesota Vikings[9]. Nella conferenza stampa del draft affermò che la sua vertebra era guarita al 90% e che non gli avrebbe impedito di affrontare la preparazione. Il 29 luglio 2007 firmò un contratto di sei anni per 40,5 milioni di dollari totali, di cui 17 milioni garantiti e scegliendo la maglia numero 28[10].

2007[modifica | modifica sorgente]

Peterson nel Pro Bowl 2008.
Peterson prima del Pro Bowl 2008.

Peterson debuttò nella NFL il 9 settembre 2007 contro gli Atlanta Falcons, correndo per 9 volte, totalizzando 103 yards a fine partita e realizzando il primo touchdown della carriera su una ricezione da 60 yard. Questa prestazione e le due successive, lo portarono a collezionare 431 yards in tre partite. Sempre ad ottobre stabilìl record di franchigia correndo per 224 yards e 3 touchdown contro i Chicago Bears e di quello NFL per il maggior numero di yard totali guadagnate dalla linea di scrimmage con 361.

Tre settimane dopo Adrian fece ancora meglio, abbattendo il record nelle yard corse in una sola partita, precedentemente detenuto da Jamal Lewis, correndo per 296 yards con 3 touchdown contro i San Diego Chargers, in una partita entrata nella storia della NFL[11].

L'11 di novembre, una settimana esatta dopo il match storico contro i Chargers, si infortunò ai legamenti collaterali del ginocchio contro i Green Bay Packers e tornò in campo solo un mese più tardi, quando corse per 116 yards e 2 touchdown contro i Detroit Lions. Sempre in dicembre, il 17, giocò il primo Monday Night Football della sua carriera totalizzando 95 yard e 2 touchdown.

Peterson concluse la sua prima stagione con 1.341 yard corse, alle spalle del solo LaDainian Tomlinson e 12 touchdown, oltre a 268 yard e 1 touchdown su ricezione che gli valsero la prima convocazione al Pro Bowl del quale, correndo per 129 yard e 2 touchdown (dal 1995 nessuno aveva più corso per oltre 100 yard in un'edizione del Pro Bowl), fu eletto MVP e fu l'unico rookie a riuscire nell'impresa assieme a Marshall Faulk[12].

2008[modifica | modifica sorgente]

Peterson nel Pro Bowl 2009.

Nel 2008 le aspettative intorno a lui crebbero dopo la grande stagione da rookie. Nonostante fu sottoposto a maggiori attenzioni da parte delle difese avversarie riuscì a migliorare le sue statistiche, nonostante qualche battuta a vuoto inattesa nel rush finale della stagione. Già alla seconda partita contro gli Indianapolis Colts offrì una prestazione importante correndo per 160 yard e ricevendone 20, ma la migliore dell'anno la disputò alla decima giornata, contro gli stessi Green Bay Packers con cui dodici mesi prima aveva subito il primo infortunio da professionista: di fronte ai rivali di division corse 30 volte per 192 yard totali, continuando la scalata verso la vetta della classifica dei running back, dominata quell'anno da Clinton Portis dei Washington Redskins.

La rincorsa subì una brusca frenata verso la fine della stagione regolare, quando stanchezza e difensori avversari che gli concedevano sempre meno spazio, fecero calare leggermente le sue statistiche.

2009[modifica | modifica sorgente]

Peterson nel primo turno di playoff della NFC nel 2009.

Prima della stagione 2009, gli analisti di NFL Network ed ESPN nominarono unanimemente Peterson il miglior running back presente nella NFL. Ad ogni modo, l'arrivo di Brett Favre, uno dei migliori quarterbacks della storia della lega, tornato attivo dopo un primo ritiro, portò con sé sia aspettative che speculazioni su quello che sarebbe stato il nuovo ruolo di Peterson nell'attacco. Il capo-allenatore Brad Childress affermò di voler continuare ad appoggiarsi su Peterson, assegnandogli un alto numero di possessi. Favre lavorò bene con l'attacco nella prima metà della stagione, ristabilendo l'abilità di Peterson nell'attacco sui passaggi. Peterson accumulò 917 yard corse nelle prime nove gare, mentre i Vikings avevano un record di 8–1.

Peterson aprì la stagione correndo 180 yard su 25 possessi e segnò 3 touchdown contro i Cleveland Browns, stabilendo il nuovo record dei Vikings per yard corse in una giornata di apertura. Superò ancora le cento yard nella settimana 6 contro i Baltimore Ravens, con 143 yardsu 22 tentativi. Contro i Lions ne corse altre 133, venendo nominato running back della settimana.

Nei playoff, Minnesota vinse contro i Dallas Cowboys 34–3 ma perse contro i New Orleans Saints in un finale al cardiopalma ai tempi supplementari per 31–28. Peterson in quella gara corse 122 yard e segnò 3 touchdown. Peterson terminò la stagione al quinto posto nelle yard corse e perse il premio di Running Back dell'anno Fed-Ex Ground in favore di Chris Johnson che quell'anno superò le 2.000 yard corse in stagiome. Il 29 dicembre, Peterson fu selezionato per il Pro Bowl come running back titolare della NFC.

2010[modifica | modifica sorgente]

Adrian Peterson nel 2010.

Peterson aprì la stagione 2010 con delle solide prestazione, correndo 392 yard e 3 touchdown nel corso delle prime tre settimane. Nella settimana 6 superò le 5.000 yard corse in carriera, contro i Dallas Cowboys. Alla settimana 7, Peterson era al secondo posto nella lega con 684 yard, a una media di 114 yard a partita, ma i Vikings erano scesi a un deludente record di 2–4. Alla settimana 16, Peterson era a 1.267 yard e 12 touchdown, as coi Vikings che erano saliti a 6–9. Peterson, che aveva avuto diversi fumble nella stagione precedente, operò un drastico cambiamento nella stagione 2010, con un solo fumble in tutta la stagione regolare. I Vikings alla fine mancarono i playoff ma Peterson rappresentò la sua squadra nel Pro Bowl. In quella partita, Peterson contribuò con 80 yard corse e un touchdown alla vittoria per 55-41 della NFC. A fine stagione, Adrian Peterson fu il primo running back in classifica e il terzo giocatore in assoluto dietro Tom Brady e Peyton Manning nella classifica dei cento migliori della stagione di NFL Network, una graduatoria stilata sulla base di voti dei voti dei giocatori della lega.

2011[modifica | modifica sorgente]

Adrian Peterson nel 2011.

Il 10 settembre 2011 i Vikings fecero firmare a Peterson un nuovo contratto di sette anni del valore di 96 milioni di dollari, rendendolo il più pagato running back nella storia della NFL[13]. Peterson raggiunse le 6.000 yard corse il 18 settembre 2011 nella sconfitta contro i Tampa Bay Buccaneers. Il 9 ottobre, Peterson segnò tre touchdown nel primo quarto della gara contro gli Arizona Cardinals, stabilendo un nuovo record di franchigia. Per questa prestazione fu nominato miglior giocatore offensivo della NFC della settimana[14]. Nella settimana 10 contro gli Oakland Raiders, Adrian subì un infortunio alla caviglia nel corso del primo quarto, venendo costretto a saltare la gara successiva contro gli Atlanta Falcons.

Il 24 dicembre 2011, Peterson si infortunò gravemente nella vittoria 33-26 sui Washington Redskins dopo un placcaggio subito dalla safety avversaria DeJon Gomes. Il 26 dicembre fu inserito in lista infortunati a causa della rottura del legamento crociato anteriore e del legamento mediale collaterale.

Anche per la prima volta non raggiunse le mille yard corse, avendo disputato solo 12 partite, a fine stagione Peterson venne classificato all'8º posto nella NFL Top 100, il più alto running back in classifica per il secondo anno consecutivo[15].

2012: MVP della NFL[modifica | modifica sorgente]

Peterson nella prima gara della stagione 2012, nella quale stabilì in nuovo record dei Vikings per yard corse in carriera.

Dopo essere stato in dubbio fino all'ultimo momento per i postumi dell'infortunio subito nove mesi prima, Peterson tornò in campo il 9 settembre nella gara di debutto stagionale vinta ai supplementari contro i Jacksonville Jaguars. Adrian disputò una grande prova correndo 87 yard e segnando 2 touchdown[16]. In quella partita, solamente alla sesta stagione da professionista, Adrian divenne il nuovo primatista di tutti i tempi della franchigia per yard corse in carriera. Nel turno successivo, i Vikings furono sconfitti dagli Indianapolis Colts: Adrian corse 60 yard su 16 tentativi[17]

Nella settimana 3 i Vikings vinsero sorpresa contro i San Francisco 49ers che si erano dimostrati la squadra probabilmente più forte della lega nelle prime due giornate: Peterson contribuì alla vittoria correndo 86 yard su 25 tentativi[18]. Il sorprendente inizio di stagione dei Vikings proseguì con la vittoria nella settimana 4 sui Detroit Lions con il running back che corse 102 yard su 21 possessi[19][20][21]. Nel turno successivo Minnesota salì a un record di 4-1 con una vittoria mai in discussione contro i Tennessee Titans: Peterson corse 88 yard su 17 tentativi[22].

Nella settimana 6, la striscia di tre vittorie consecutive dei Vikings si interruppe in casa dei Washington Redskins con AP che corse 79 yard su 17 tentativi[23]. Minnesota tornò alla vittoria nel turno successivo con Peterson che trascinò i Vikings correndo 153 yard e segnando un touchdown[24][25]. Per questa prestazione fu nominato per la sesta volta in carriera giocatore offensivo della NFC della settimana[26].

Nel Thursday Night Football della settimana 8 perso contro i Tampa Bay Buccaneers, Adrian corse 123 yard con un touchdown ma commise un fumble costoso recuperato dai Bucs che terminarono il conseguente drive con un touchdown[27].

Peterson durante il match contro i Packers in cui raggiunse quota 2097 yard corse in una stagione.

I Vikings persero anche nel turno successivo contro i Seattle Seahawks: nella sfida con Marshawn Lynch tra i due migliori corridori della lega, Peterson ebbe una partenza fulminea segnando un touchdown da 74 nel primo drive di gioco. Adrian terminò con 182 yard, il suo massimo dal 2008, con 2 touchdown segnati su corsa[28]

La squadra di Peterson tornò alla vittoria nella settimana 10 contro i Lions col running back che trascinò i suoi con 171 yard corse e un touchdown[29]. Per questa prestazione vinse per la nona volta in carriera il premio di miglior running back della settimana[30]. Ancora in piena corsa per un posto come wild card nei playoff della NFC, i Vikings uscirono sconfitti nettamente nella settimana 12 ad opera dei Bears con Adrian che corse 108 yard[31]

Peterson durante il Pro Bowl 2013: nella foto sopra, mentre riceve la palla da Drew Brees, in quella sotto, mentre firma autografi.
 
Peterson durante il Pro Bowl 2013: nella foto sopra, mentre riceve la palla da Drew Brees, in quella sotto, mentre firma autografi.
Peterson durante il Pro Bowl 2013: nella foto sopra, mentre riceve la palla da Drew Brees, in quella sotto, mentre firma autografi.

Nella settimana 13, un touchdown e 210 yard corse (massimo stagionale fino a quel momento) da Peterson non riuscirono ad evitare a Minnesota la sconfitta contro Green Bay[32]. Adrian vinse per la seconda volta nel 2012 il premio di running back della settimana dopo questa partita[33].

Dopo aver superato le cento yard corse dopo un solo quarto di gioco, Adrian guidò alla vittoria Minnesota sui Bears concludendo con 154 yard corse in totale e con 2 touchdown raggiunse quota 10 in stagione[34]. Ancora una volta Peterson fu insignito del premio di running back della settimana[35]. Con 212 yard corse nella vittoria del turno 15 contro i St. Louis Rams, Peterson arrivò a un totale di 1.812 in stagione, stabilendo il nuovo primato personale e portandosi a 294 yard dallo storico record stabilito da Eric Dickerson di 2.105 yard corse nel 1984, con due gare al termine della stagione[36]. La domenica successiva, contro la forte difesa sulle corse degli Houston Texans, Peterson corse 86 yard ma i Vikings ottennero una vittoria di importanza capitale per il raggiungimento dei playoff[37].

Il 26 dicembre, Peterson fu convocato per il quinto Pro Bowl in carriera come titolare della NFC[38]. Nell'ultima gara di stagione regolare, i Vikings necessitavano di una vittoria per raggiungere i loro primi playoff dal 2009 a causa della vittoria dei Bears poche ore prima. Un immenso Peterson trascinò letteralmente la squadra con 199 yard corse e due touchdown, uno su corsa e uno su ricezione, con Minnesota che vinse con un field goal di Blair Walsh all'ultimo istante di gara. Adrian divenne così il settimo giocatore della storia a superare le 2.000 yard corse in stagione, fermandosi a sole 9 yard dal record NFL di 2.105 stabilito da Eric Dickerson nel 1984[39][40][41]. Lo stesso giorno ricevette i complimenti dello stesso Dickerson che sul suo profilo twitter ufficiale scrisse[42]:Voglio solo dire che Adrian è un grande giocatore e che se il mio record fosse dovuto cadere, mi sarebbe piaciuto fosse stato per mano di AP!. Dopo questa partita, Adrian fu votato per la prima volta miglior giocatore offensivo del mese delle NFC, dopo aver stabilito il record di yard corse in un mese (861)[43]. Peterson concluse la stagione regolare con 2.097 yard corse a una stratosferica media di 6,0 yard a portata, 12 touchdown su corsa e uno su ricezione. Il 12 gennaio 2013 Peterson, insieme a J.J. Watt, fu l'unico giocatore inserito unanimemente nel First-team All-Pro[44].

Nel primo turno di playoff Minnesota ritrovò Green Bay ma questa volta perse nettamente, in virtù anche dell'assenza del quarterback titolare Christian Ponder che costrinse la squadra a giocare una partita prevedibile appoggiata solamente sulle corse di Peterson, che concluse con 99 yard corse su 22 tentativi[45][46].

Il 2 febbraio 2013, la sera prima del Super Bowl XLVII, Adrian Peterson fu premiato come MVP della NFL[47] e come miglior giocatore offensivo dell'anno[48]. A fine anno fu posizionato al numero 1 nella classifica dei migliori cento giocatori della stagione[49].

2013[modifica | modifica sorgente]

Peterson durante il match di settimana 3 di pre-stagione contro San Francisco.

Nel primo possesso della stagione 2013, Peterson segnò uno spettacolare touchdown dopo una corsa da 78 yard contro i Lions. La sua gara terminò con 93 yard corse e 3 touchdown (uno su ricezione), ma i Vikings furono sconfitti 34-24[50]. La settimana seguente, contro i Bears, corse 100 yard oltre a ricevere da Ponder un passaggio da 7 yard, ma non riuscì a segnare alcun touchdown e commise il primo fumble della stagione[51]. Nella settimana 3 arrivò per i Vikings la terza sconfitta in altrettante partite. Peterson dal canto suo, dopo aver chiuso il match contro Chicago senza marcature, tornò al touchdown con una corsa da 2 yard ma nel contempo tornò al di sotto delle 100 yard su corsa (88 in 25 portate) e per la seconda partita consecutiva commise un fumble[52].

Peterson durante il match di settimana 3 contro Cleveland.

Nella settimana 4, che vedeva i Vikings impegnati contro gli Steelers al Wembley Stadium di Londra in una delle due gare delle NFL International Series della stagione 2013, arrivò la prima vittoria stagionale per Minnesota, trascinata dal miglior Peterson di inizio stagione capace mettere a referto 2 touchdown e 140 yard corse[53]. In particolar modo, il primo touchdown (60 yard) fu il 12º in carriera da 60 o più yard, speciale classifica questa in cui Peterson è primo di tutti i tempi in NFL davanti a Jim Brown fermo a quota 9[54]. Per questa prestazione fu premiato per la dodicesima volta in carriera come miglior running back della settimana[55].

Il 10 ottobre Peterson saltò l'allenamento per motivi personali. Più tardi le agenzie di stampa, anche se non vi furono immediate conferme da parte della polizia e dello stesso Peterson, comunicarono che tali motivi erano ascrivibili al fatto che Peterson si sarebbe recato in un ospedale del South Dakota per assistere il suo piccolo figlio di 2 anni, ridotto in fin di vita da Robert Patterson, nuovo compagno della madre del bambino. Tornato ad allenarsi regolarmente il venerdì, assicurò che comunque avrebbe preso parte all'incontro in programma domenica 13 che vedeva i Vikings opposti ai Carolina Panthers[56]. Qualche ora dopo, la polizia di Sioux Falls comunicò che il piccolo era deceduto in seguito alle ferite riportate nell'aggressione[57][58].

Sceso regolarmente in campo nella gara che vide i Vikings tornare alla sconfitta per 35-10 contro i Panthers, Peterson fu autore di una prova opaca e mise a referto sole 62 yard corse in 10 portate e 21 yard ricevute[59]. Ancora peggio andò la settimana seguente, che vide i Vikings uscire sconfitti dal MetLife Stadium contro i New York Giants, quando Peterson (cui sarebbero bastate 103 yard su corsa per stabilire il nuovo record di franchigia in yard corse in carriera nei Monday Night)[60] corse appena 28 yard su 13 tentativi, cui si sommarono altre 28 yard accumulate in due ricezioni[61]. Nella settimana 8, contro i Green Bay Packers, Peterson tornò a scrivere il suo nome sul tabellino dei marcatori, segnando poco prima della chiusura del 2º quarto un touchdown su corsa da 8 yard. AP, che nell'ultimo quarto rimase in panchina, sostituito in campo da Gerhart, chiuse la partita con 60 yard corse ed altre 23 ricevute in quella che fu la 6ª sconfitta della stagione per la franchigia del Minnesota[62].

Peterson durante il match di settimana 10 che vedeva i Vikings opposti ai Redskins e che coincise con il Vikings Military Appreciation Day 2013.

La settimana seguente Peterson disputò quella che assieme alla gara di Londra fu fino a quel momento la sua miglior partita stagionale, correndo in 25 portate per 140 yard ed un touchdown e ricevendo per altre 39 yard, in quella che fu per lui la 40ª partita in carriera con più di 100 yard corse. Particolarmente significativo fu il secondo drive del 4º quarto giocato dai Vikings nel quale il numero 28 prima corse in una portata per ben 52 yard, portando i suoi dalle 28 yard di Minnesota alle 20 di Dallas, e poi trasformò il touchdown del momentaneo 23-20 resistendo al tentativo di placcaggio di ben 3 difensori avversari[63]. Questa sua prestazione non bastò comunque per regalare il secondo successo della stagione ai Vikings, che ancora una volta subirono punti negli ultimi secondi del 4º quarto ed uscirono sconfitti dall'AT&T Stadium per 23-27[64]. Nel Thursday Night Football in programma nella settimana 10, che vide i Vikings tornare al successo contro i Washington Redskins a distanza di più di un mese dalla gara di Wembley, Peterson corse per 75 yard in 20 portate e tornò a segnare due touchdown (miglior marcatore dell'incontro) come non accadeva proprio dalla trasferta Londra[65].

Nella settimana 11, nella quale i Vikings furono sconfitti 20-41 dai Seattle Seahawks padroni di casa, Peterson, relegato in panchina al termine del 3º quarto a risultato oramai già ampiamente acquisito dai Seahawks, mise a referto altre 65 yard in 21 portate fallendo tuttavia l'appuntamento col touchdown[66]. Una settimana dopo contro i Green Bay Packers, Peterson festeggiò la sua 100ª partita in carriera con una grande prestazione che lo vide mettere a referto 32 portate per 146 yard corse ed un touchdown con il quale pareggiò il numero di touchdown su corsa messi a segno in carriera da Priest Holmes, salendo così al 14º posto nella relativa classifica di tutti i tempi della NFL[67]. Peterson chiuse inoltre la partita con una ricezione per 2 yard, ma tutto ciò non fu sufficiente a Minnesota per andare oltre il primo pareggio stagionale (26-26) ai tempi supplementari[68]. Per la seconda volta in stagione, dopo questa prova, fu premiato come miglior running back della settimana[69].

Nella settimana 13, che vide i Vikings uscire dal Metrodome vittoriosi contro i Chicago Bears per 20-23 dopo una gara dagli innumerevoli colpi di scena e protrattasi per la seconda settimana consecutiva ai suppplementari, Peterson corse 211 yard (prima gara della stagione da 200 o più yard) in 35 portate[70] entrando così nel ristretto club delle 10.000 yard corse: le sue 101 partite in carriera impiegate per tagliare tale traguardo rappresentarono il terzo minor quantitativo di gare di tutti i tempi dopo le 91 che furono necessarie ad Eric Dickerson e le 98 di Jim Brown, risultato di poco migliore delle 103 impiegate da Barry Sanders e delle 106 di Emmitt Smith e LaDainian Tomlinson. Peterson fu inoltre il sesto running back più giovane a centrare tale impresa con i suoi 28 anni e 255 giorni, età superiore solo ai 27 anni e 147 giorni di Sanders, ai 27 anni e 197 giorni di Smith, ai 28 anni e 124 giorni di Edgerrin James, ai 28 anni e 154 giorni di Walter Payton ed ai 28 anni e 155 giorni di Tomlinson[71]. La prestazione contro i Bears inoltre permise a Peterson di salire al secondo posto nella classifica di tutti i tempi relativa al numero di gare da 200 o più yard corse (5, pari merito con Tiki Barber), ad una sola lunghezza dal detentore del record O. J. Simpson[72], di centrare la sesta stagione su sette con almeno 1000 yard corse, di conquistare per la prima volta in stagione la provvisoria leadership di lega relativa al numero di yard corse in stagione, staccando LeSean McCoy di 119 yard[73]. Per questa prova fu eletto per la terza volta in stagione (la seconda consecutiva) miglior running back della settimana[74].

Il 5 dicembre, Peterson rilasciò un'intervista ad una trasmissione della ESPN in cui sostenne di aver considerato l'idea di giocare per un'altra squadra, nella fattispecie i Cowboys o anche i Texans, franchigie ambedue site nel medesimo stato (il Texas) della sua città natale Palestine. Peterson in ogni caso ribadì in egual misura anche il suo apprezzamento per l'idea di diventare uno di quei giocatori che trascorrono l'intera carriera agonistica in una sola squadra[75]. Tre giorni dopo, sceso regolarmente in campo nella trasferta di settimana 14 in casa dei Baltimore Ravens in un innevato M&T Bank Stadium, Peterson fu costretto ad abbandonare anzitempo l'incontro prima del termine del 2º quarto a causa di un infortunio alla caviglia destra occorsogli in un contrasto con il linebacker avversario Arthur Brown, anche se già sul finire dell'incontro era presente a bordo campo per supportare i propri compagni di squadra, sintomo che l'infortunio era meno grave del previsto[76]. Peterson aveva sino a quel momento messo a referto solo 13 yard corse in 7 portate ed una ricezione per 4 yard, nella gara poi persa dai Vikings 26-29[77]. Sottopostosi nella giornata di lunedì 9 dicembre ad una risonanza magnetica, Peterson annunciò che l'esame aveva escluso fratture ossee e soprattutto lesioni della Lisfranc (che solitamente tengono gli atleti fuori dal campo per mesi) e, pur se ancora leggermente dolorante, aggiunse anche di aspettarsi di disputare regolarmente l'incontro in programma domenica al Metrodome contro i Philadelphia Eagles[78]. Ciò nonostante poche ore prima dell'inizio della partita, fu ufficialmente escluso a scopo precauzionale dalla lista dei giocatori che sarebbero scesi in campo contro la squadra della Pennsylvania[79].

Osservata la settimana di riposo, Peterson tornò in campo nel penultimo incontro della stagione regolare ma, complici le chiamate di gioco del coordinatore offensivo di Minnesota che privilegiarono il gioco sui passaggi, corse appena 11 portate per 45 yard, non riuscendo così ad incidere sul match perso dai Vikings 14-42 in casa dei Cincinnati Bengals[80]. Cinque giorni dopo, Peterson fu convocato per il 6º Pro Bowl in 7 stagioni da professionista, unico Viking selezionato per l'All-Star game che ha luogo nelle Hawaii nel mese di gennaio[81], anche se a metà gennaio dovette poi dare forfait a causa degli infortuni venendo sostituito dal running back dei Packers Eddie Lacy[82]. Alla vigilia dell'ultimo incontro della stagione, fu reso noto che Peterson avrebbe saltato anche l'ultimo incontro della stagione regolare chiudendo così, con 1266 yard corse per 10 touchdown e 171 ricevute per un touchdown, una stagione difficile, resa tale da diversi problemi fisici e dal grave lutto familiare oltre che dai problemi di natura tattica insiti nella squadra stessa[83]. Il 3 gennaio 2014 Peterson fu assieme a Cordarrelle Patterson uno dei due soli Vikings ad essere inseriti nelle formazioni All-Pro, venendo inserito per la terza volta in carriera dall'Associated Press nel Second-team All-Pro[84]. Il 23 gennaio, Peterson finì per la terza volta al termine di altrettante stagioni consecutive sotto i ferri, sottoponendosi ad un intervento chirurgico per la riparazione del muscolo adduttore che tanti problemi gli aveva dato nel finale di stagione. L'operazione, eseguita con successo al Vincera Institute di Filadelfia, comporterà un recupero totale nell'arco delle 6 settimane successive[85].

Record[modifica | modifica sorgente]

Record NFL[modifica | modifica sorgente]

  • Maggior numero di yard corse in una singola partita (296)
  • Maggior numero di touchdown da 60 o più yard in carriera (12)
  • Maggior numero di yard corse in un arco di 8 gare (1.322)
  • Maggior numero di gare da 200 yard corse nella stagione da rookie (2)
  • Maggior numero di yard corse nelle prime 8 gare in carriera (1.036)
  • Maggior numero di corse da 50 o più yard messe a referto in una singola stagione (7)
  • Maggior numero di partite da 150 o più yard corse in una singola stagione (7 condiviso con Earl Campbell)
  • Maggior numero di yard corse in un singolo mese (861 nel dicembre 2012)

Record di franchigia dei Vikings[modifica | modifica sorgente]

  • Maggior numero di touchdown su corsa in carriera (76)
  • Maggior numero di yard corse in una stagione (2.097 nel 2012)
  • Maggior numero di touchdown su corsa in una stagione (18 nel 2009)
  • Maggior numero di yard corse in carriera (10.057)
  • Maggior numero di possessi in carriera (2.015)
  • Maggior numero di gare da 100 yard corse (39)
  • Maggior numero di gare da 150 yard corse (14)
  • Maggior numero di gare da 200 yard corse (5)
  • Maggior numero di gare consecutive con 100 o più yard corse (8)
  • Maggior numero di stagioni da 1.000 yard corse (6)
  • Maggior numero di yard corse dalla linea di scrimmage in una singola stagione (2.314 nel 2012)

Record del Pro Bowl[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Individuale[modifica | modifica sorgente]

2012
2008
2012
2007, 2008, 2009, 2010, 2012, 2013
2007, 2008, 2009, 2012
2010, 2013
2007
2007
2008, 2012
2008, 2012
  • PFWA MVP della NFL: 1
2012
2012
  • SN Miglior giocatore offensivo dell'anno della NFL: 1
2012
  • SN Comeback Player of the Year Award: 1
2012
  • PFWA Rookie offensivo dell'anno: 1
2007
2012
9ª settimana della stagione 2007, 9ª, 10ª e 15ª settimana della stagione 2008, 1ª e 10ª settimana della stagione 2009, 3ª settimana della stagione 2010, 5ª settimana della stagione 2011, 10ª, 13ª e 14ª settimana della stagione 2012, 4ª, 12ª, 13ª settimana della stagione 2013
  • Giocatore offensivo della NFC del mese: 1
dicembre 2012
  • Giocatore offensivo della NFC della settimana: 7
5ª e 8ª settimana della stagione 2007, 9ª settimana della stagione 2008, 3ª settimana della stagione 2010, 5ª settimana della stagione 2011, 7ª e 13ª settimana della stagione 2012
17ª settimana della stagione 2012, 13ª settimana della stagione 2013
  • Rookie offensivo del mese: 2
settembre 2007, ottobre 2007
2012
2008, 2012

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Fonte: NFL.com

  Corse Ricezioni Fumble
Anno Squadra P Ten Yard Media Y/P Max TD Ric Yard Max TD Fum Persi
2007 Stemma Minnesota Vikings Minnesota Vikings 14 238 1.341 5,6 95,8 73T 12 19 268 60T 1 4 3
2008 Stemma Minnesota Vikings Minnesota Vikings 16 363 1.760 4,8 110,0 67T 10 21 125 16 0 9 4
2009 Stemma Minnesota Vikings Minnesota Vikings 16 314 1.383 4,4 86,4 64T 18 43 436 63 0 7 6
2010 Stemma Minnesota Vikings Minnesota Vikings 15 283 1.298 4,6 86,5 80T 16 36 341 34 1 1 1
2011 Stemma Minnesota Vikings Minnesota Vikings 12 208 970 4,8 80,8 54 12 18 139 22 1 1 0
2012 Stemma Minnesota Vikings Minnesota Vikings 16 348 2.097 6,0 131,1 82T 12 40 217 20 1 4 2
2013 Stemma Minnesota Vikings Minnesota Vikings 14 279 1.266 4,5 90,4 78T 10 29 171 22 1 5 3
Totale 103 2.033 10.115 5,0 98,2 82 86 206 1.697 63 5 31 19
Leader stagionale NFL
Record di franchigia dei Vikings

Statistiche aggiornate alla settimana 14 della stagione 2013

L'impegno sociale[modifica | modifica sorgente]

Peterson parallelamente all'attività di giocatore professionista, cura anche attività filantropiche. Nel 2008 fonda l'organizzazione no-profit che porta il suo nome, o meglio uno dei suoi soprannomi, la All Day Foundation il cui scopo è quello di sensibilizzare l'opinione pubblica sul problema dei bambini a rischio, e nel contempo raccogliere fondi per dar loro la speranza di un futuro migliore. L'organizzazione collabora quindi con altre organizzazioni a loro volta no-profit, lavorando soprattutto su tre aspetti: lo sport, la fame e la formazione dei giovani.[87] Football For Good è invece il tramite con cui AP si occupa in prima persona della raccolta fondi: per ogni touchdown infatti egli devolve la somma di $5.000 alla propria fondazione. In ciò tra l'altro è affiancato da altri professionisti della NFL come Michael Huff, Roy Williams, Jermaine Gresham, Dallas Clark e DeSean Jackson[87][88]. Inoltre anche i tifosi possono fare la propria parte in maniera del tutto gratuita scaricando un'app apposita tramite la quale, dopo aver fatto acquisti su siti collegati all'iniziativa, questi negozi online devolveranno parte della somma spesa per gli acquisti[87].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Jim Brown on Vikings' Adrian Peterson: 'It's a miracle', 19 dicembre 2012
  2. ^ (EN) Adrian Peterson: Big Business As "Purple Jesus, CNBC.com, 7 novembre 2007. URL consultato il 19 dicembre 2012.
  3. ^ (EN) Is Peterson a home run hitter for Vikings?, USA Today, 7 agosto 2007. URL consultato il 19 dicembre 2012.
  4. ^ (EN) Peterson to Enter 2007 NFL Draft, University of Oklahoma, 15 gennaio 2007. URL consultato il 19 dicembre 2012.
  5. ^ (EN) Peterson rewriting the rookie record book 'All Day' long, CBS, 7 novembre 2007. URL consultato il 19 dicembre 2012.
  6. ^ (EN) Teams wary of Peterson's health, Sports Illustrated, 21 maggio 2007. URL consultato il 19 dicembre 2012.
  7. ^ (EN) Adrian Peterson runs through anger to the NFL, USA Today, 18 aprile 2007. URL consultato il 19 dicembre 2012.
  8. ^ (EN) Browns to learn today if they'll draft third or fourth, The Columbus Dispatch, 23 febbraio 2007. URL consultato il 19 dicembre 2012.
  9. ^ (EN) 2007 National Football League Draft, Pro Football Hall of Fame, 2007. URL consultato il 12 settembre 2012.
  10. ^ (EN) Vikings agree to six-year deal with top pick Peterson, ESPN, 29 luglio 2007. URL consultato il 19 dicembre 2012.
  11. ^ (EN) Vikings winning formula: Give the ball to Peterson, Star Tribune, 5 novembre 2007. URL consultato il 19 dicembre 2012.
  12. ^ (EN) Vikings' Adrian Peterson Pro Bowl MVP, Chicago Tribune, 11 febbraio 2008. URL consultato il 26 settembre 2013.
  13. ^ (EN) Schefter: Peterson Contract Extension Worth $96 Million, $32 Million Guaranteed, sbnation.com, 10 settembre 2011. URL consultato il 19 dicembre 2012.
  14. ^ (EN) Adrian Peterson named NFC Offensive Player of the Week, Star Tribune, 11 ottobre 2011. URL consultato il 19 dicembre 2012.
  15. ^ (EN) NFL.com - Top 100 Players of 2012.
  16. ^ (EN) Game center: Jacksonville 23 Minnesota 26, NFL.com, 9 settembre. URL consultato il 10 settembre 2012.
  17. ^ (EN) Gamecenter: Minnesota 20 Indianapolis 23, NFL.com, 16 settembre 2012. URL consultato il 17 settembre 2012.
  18. ^ (EN) Game Center: San Francisco 13 Minnesota 24, NFL.com, 23 settembre 2012. URL consultato il 24 settembre 2012.
  19. ^ (EN) Game Center: Minnesota 20 Detroit 13, NFL.com, 30 settembre 2012. URL consultato il 2 ottobre 2012.
  20. ^ NFL 2012 Week 4 - Risultati e Commenti, NFL Italia Blog, 4 ottobre 20012. URL consultato il 4 ottobre 2012.
  21. ^ Nfl – Tempo di primi verdetti: Deludono i Patriots, sorpresa Vikings, Eat Sport, 4 ottobre 2012. URL consultato il 4 ottobre 2012.
  22. ^ (EN) Game Center: Tennessee 7 Minnesota 30, NFL.com, 7 ottobre. URL consultato il 9 ottobre 2012.
  23. ^ (EN) Game Center: Minnesota 26 Washington 38, NFL.com, 14 ottobre 2012. URL consultato il 15 ottobre 2012.
  24. ^ (EN) Game Center: Arizona 14 Minnesota 21, NFL.com, 21 ottobre 2012. URL consultato il 22 ottobre 2012.
  25. ^ NFL – Rodgers fa il fenomeno e annienta i Rams, Chris Johnson trascina i Titans contro Buffalo, Eat Sport, 22 ottobre 2012. URL consultato il 26 ottobre 2012.
  26. ^ (EN) Adrian Peterson Named NFC Offensive Player Of The Week, Daily Norseman, 24 ottobre 2012. URL consultato il 26 dicembre 2012.
  27. ^ (EN) Game Center: Tampa Bay 36 Minnesota 17, NFL.com, 25 ottobre 2012. URL consultato il 26 ottobre 2012.
  28. ^ (EN) Game Center: Minnesota 20 Seattle 30, NFL.com, 4 novembre 2012. URL consultato il 5 novembre 2012.
  29. ^ (EN) Game Center Detroit 24 Minnesota 34, NFL.com, 11 novembre 2012. URL consultato il 12 novembre 2012.
  30. ^ (EN) Joe Flacco & Adrian Peterson Are Week 10 Air & Ground Players of Week, NFL.com, 16 novembre 2012. URL consultato il 17 novembre 2012.
  31. ^ (EN) Game Center: Minnesota 10 Chicago 28, NFL.com, 25 novembre 2012. URL consultato il 27 novembre 2012.
  32. ^ (EN) Game Center: Minnesota 14 Green Bay 23, NFL.com, 2 dicembre 2012. URL consultato il 3 dicembre 2012.
  33. ^ (EN) Russell Wilson & Adrian Peterson Voted FedEx Air & Ground Players of the Week, NFL.com, 7 dicembre 2012. URL consultato l'8 dicembre 2012.
  34. ^ (EN) Game Center: Chicago 14 Minnesota 21, NFL.com, 9 dicembre 2012. URL consultato l'11 dicembre 2012.
  35. ^ (EN) Tom Brady and Adrian Peterson Voted Week 14 FedEx Air & Ground Player of the Week, NFL.com, 14 dicembre 2012. URL consultato il 14 dicembre 2012.
  36. ^ (EN) Game Center: Minnesota 36 St. Louis 22, NFL.com, 16 dicembre 2012. URL consultato il 17 dicembre 2012.
  37. ^ (EN) Game Center: Minnesota 23 Houston 6, NFL.com, 23 dicembre 2012. URL consultato il 23 dicembre 2012.
  38. ^ (EN) 2013 Pro Bowl rosters, NFL.com, 26 dicembre 2012. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  39. ^ (EN) Game Center: Green Bay 34 Minnesota 37, NFL.com, 31 dicembre 2012. URL consultato il 31 dicembre 2012.
  40. ^ (EN) Vikings' Adrian Peterson breaks the 2,000-yard mark, NFL.com, 31 dicembre 2012. URL consultato il 31 dicembre 2012.
  41. ^ NFL 2012 Week 17 - Risultati e Commenti, NFL Italia Blog, 31 dicembre 2012. URL consultato il 31 dicembre 2012.
  42. ^ (EN) Eric Dickerson - official twitter account, 31 dicembre 2012
  43. ^ (EN) Adrian Peterson Named NFC Offensive Player Of The Month (December), kfan.com, 3 gennaio 2013. URL consultato il 3 gennaio 2013.
  44. ^ (EN) All-Pro Team headlined by Adrian Peterson, J.J. Watt, NFL.com, 12 gennaio 2013. URL consultato il 13 gennaio 2013.
  45. ^ (EN) Game Center: Minnesota 10 Green Bay 24, NFL.com, 5 gennaio 2013. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  46. ^ NFL Playoff 2012 - Wild Card Round - Risultati e Commenti, NFL Italia Blog, 6 gennaio 2013. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  47. ^ (EN) Adrian Peterson MVP after dominant season on Vikings, NFL.com, 3 febbraio 2013. URL consultato il 3 febbraio 2013.
  48. ^ (EN) Adrian Peterson tabbed AP Offensive Player of the Year, NFL.com, 3 febbraio 2013. URL consultato il 3 febbraio 2013.
  49. ^ (EN) Top 100 Players of 2013, NFL.com, 27 giugno 2013. URL consultato il 28 giugno 2013.
  50. ^ (EN) Game Center: Minnesota 24 Detroit 34, NFL.com, 8 settembre 2013. URL consultato il 9 settembre 2013.
  51. ^ (EN) Game Center: Minnesota 30 Chicago 31, NFL.com, 15 settembre 2013. URL consultato il 16 settembre 2013.
  52. ^ (EN) Game Center: Cleveland 31 Minnesota 27, NFL.com, 23 settembre 2013. URL consultato il 23 settembre 2013.
  53. ^ (EN) Game Center: Pittsburgh 27 Minnesota 34, NFL.com, 29 settembre 2013. URL consultato il 29 settembre 2013.
  54. ^ (EN) Peterson, Jennings score long TDs in London, Pro Football Hall of Fame, 30 settembre 2013. URL consultato il 5 ottobre 2013.
  55. ^ (EN) Adrian Peterson is FedEx Ground Player of the Week, NFL.com, 4 ottobre 2013. URL consultato il 4 ottobre 2013.
  56. ^ (EN) Peterson Returns To Practice, "Ready To Roll" For Sunday, vikings.com, 11 ottobre 2013. URL consultato l'11 ottobre 2013.
  57. ^ (EN) Peterson's son dies in Sioux Falls after assault, StarTribune.com, 11 ottobre 2013. URL consultato l'11 ottobre 2013.
  58. ^ Nfl, il dramma di Peterson: il figlio di 2 anni ucciso dal compagno dell'ex partner, Gazzetta dello Sport, 12 ottobre 2013. URL consultato il 12 ottobre 2013.
  59. ^ (EN) Game Center: Carolina 35 Minnesota 10, NFL.com, 13 ottobre 2013. URL consultato il 13 ottobre 2013.
  60. ^ (EN) Peterson Gunning For Another Record On Monday Night, vikings.com, 20 ottobre 2013. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  61. ^ (EN) Game Center: Minnesota 7 New York 23, NFL.com, 21 ottobre 2013. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  62. ^ (EN) Game Center: Green Bay 44 Minnesota 31, NFL.com, 28 ottobre 2013. URL consultato il 28 ottobre 2013.
  63. ^  Must See: Peterson's Touchdown Run vs. Dallas. vikings.com, 3 novembre 2013. URL consultato in data 3 novembre 2013.
  64. ^ (EN) Game Center: Minnesota 23 Dallas 27, NFL.com, 3 novembre 2013. URL consultato il 3 novembre 2013.
  65. ^ (EN) Game Center: Washington 27 Minnesota 34, NFL.com, 8 novembre 2013. URL consultato l'8 novembre 2013.
  66. ^ (EN) Game Center: Minnesota 20 Seattle 41, NFL.com, 17 novembre 2013. URL consultato il 17 novembre 2013.
  67. ^ (EN) Game Preview: Vikings at Packers, vikings.com, 19 novembre 2013. URL consultato il 24 novembre 2013.
  68. ^ (EN) Game Center: Minnesota 26 Green Bay 26, NFL.com, 24 novembre 2013. URL consultato il 24 novembre 2013.
  69. ^ (EN) Adrian Peterson is FedEx Ground Player of the Week, NFL.com, 29 novembre 2013. URL consultato il 29 novembre 2013.
  70. ^ (EN) Game Center: Chicago 20 Minnesota 23, NFL.com, 1 dicembre 2013. URL consultato il 1 dicembre 2013.
  71. ^ (EN) Vikings' Adrian Peterson has 10,000 yards in his sights, TwinCities.com, 28 novembre 2013. URL consultato il 1 dicembre 2013.
  72. ^ (EN) Adrian Peterson continues to make history, Pro Football Hall of Fame, 2 dicembre 2013. URL consultato il 3 dicembre 2013.
  73. ^ (EN) Pitt in the NFL: Fitzgerald highlights former Panthers' play in Week 13, The Pit News, 2 dicembre 2013. URL consultato il 3 dicembre 2013.
  74. ^ (EN) Adrian Peterson is FedEx Ground Player of the Week, NFL.com, 6 dicembre 2013. URL consultato il 6 dicembre 2013.
  75. ^ (EN) Adrian Peterson has considered finishing career with Cowboys, NFL.com, 5 dicembre 2013. URL consultato il 6 dicembre 2013.
  76. ^ (EN) Adrian Peterson (ankle) out for Minnesota Vikings, NFL.com, 8 dicembre 2013. URL consultato l'8 dicembre 2013.
  77. ^ (EN) Game Center: Minnesota 26 Baltimore 29, NFL.com, 8 dicembre 2013. URL consultato l'8 dicembre 2013.
  78. ^ (EN) Peterson Injury Tops List In Painful Vikings Loss, vikings.com, 10 dicembre 2013. URL consultato il 10 dicembre 2013.
  79. ^ (EN) Vikings' Adrian Peterson, Toby Gerhart out vs. Eagles, NFL.com, 15 dicembre 2013. URL consultato il 15 dicembre 2013.
  80. ^ (EN) Game Center: Minnesota 14 Cincinnati 42, NFL.com, 22 dicembre 2013. URL consultato il 22 dicembre 2013.
  81. ^ (EN) 2014 Pro Bowl: Complete rosters, NFL.com, 27 dicembre 2013. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  82. ^ (EN) Peterson replaced by Lacy for Pro Bowl, Startribune.com, 15 gennaio 2014. URL consultato il 15 gennaio 2014.
  83. ^ (EN) Adrian Peterson downgraded to out in Vikings' finale, NFL.com, 28 dicembre 2013. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  84. ^ (EN) Patterson, Peterson Named Associated Press All-Pros, vikings.com, 3 gennaio 2014. URL consultato il 4 gennaio 2014.
  85. ^ (EN) Statement from the Minnesota Vikings Regarding Adrian Peterson, vikings.com, 23 gennaio 2014. URL consultato il 24 gennaio 2014.
  86. ^ (EN) Pro Bowl Records, ESPN. URL consultato il 19 dicembre 2012.
  87. ^ a b c (EN) Football For Good, URL consultato in data 20 febbraio 2013
  88. ^ (EN) Football for Good - Found the Marbles, 4 ottobre 2011

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Record NFL: yard corse in una partita Successore
Jamal Lewis 4 novembre 2007 - presente attivo