Matt Kalil

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Matt Kalil
Matt Kalil USC.jpg
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 201 cm
Peso 139 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Offensive tackle
Squadra Stemma Minnesota Vikings Minnesota Vikings
Carriera
Giovanili
2008-2011 Stemma USC Trojans USC Trojans
Squadre di club
2012- Stemma Minnesota Vikings Minnesota Vikings
Palmarès
Selezioni al Pro Bowl 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 26 maggio 2014

Matt Kalil (Corona, 6 luglio 1989) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di offensive tackle per i Minnesota Vikings della National Football League. Scelto dai Vikings come quarto assoluto nel Draft NFL 2012, del quale era considerato dagli analisti il miglior prospetto tra gli offensive tackle[1], in precedenza aveva giocato a football per i Trojans della University of Southern California.

Carriera universitaria[modifica | modifica wikitesto]

Kalil schierato nella offensive line di USC durante l'incontro vinto 28-14 contro UCLA nel 2010.

Dopo aver giocato a football presso la Servite High School di Anaheim, ai tempi della quale fu sia da sophomore che da junior un all-state offensive lineman oltre che convocato per giocare nell'U.S. Army All-American Bowl[2], Kalil fu inserito al 3º posto, tra i migliori offensive tackle della nazione nella sua classe di reclutamento, da entrambi i popolari siti di scouting collegiale Rivals.com e Scout.com, che lo classificarono inoltre rispettivamente all'11º e 12º posto tra i migliori prospetti in assoluto della classe 2008[3][4]. Egli ricevette l'interesse di diverse università, come Arizona, Colorado, Nebraska ed USC, optando infine per quest'ultima nel 2008[5].

Dopo essere stato redshirt il primo anno (poteva allenarsi con la squadra ma non disputare incontri ufficiali), nel 2009 fu principalmente riserva del tackle destro Tyron Smith, dando tuttavia nel contempo un importante apporto negli special team. Egli giocò un numero limitato di snap in 11 dei 13 incontri della stagione, debuttando (a seguito dell'ineleggibilità per la partita per quanto riguardava Smith[6]) come titolare nell'ultimo incontro della stagione, quello vinto da USC contro Boston College che permise ai Trojans di far loro l'edizione 2009 dell'Emerald Bowl[7]. In questa partita diede un'ottima prova di sé, favorendo in particolar modo il touchdown su corsa realizzato dal quarterback Matt Barkley al quale aveva aperto la strada bloccando il tentativo di tackle del linebacker Luke Kuechly[8]. L'unico match in cui non scese in campo quell'anno, fu quello contro Arizona State.

Kalil (75) immortalato nell'atto di bloccare la trasformazione del punto addizionale da parte del kicker di Notre Dame nell'incontro del 2010. Nella foto sopra col martello donatogli a seguito delle ottime prestazioni con gli special team nella stagione 2011.
Kalil (75) immortalato nell'atto di bloccare la trasformazione del punto addizionale da parte del kicker di Notre Dame nell'incontro del 2010. Nella foto sopra col martello donatogli a seguito delle ottime prestazioni con gli special team nella stagione 2011.
Kalil (75) immortalato nell'atto di bloccare la trasformazione del punto addizionale da parte del kicker di Notre Dame nell'incontro del 2010. Nella foto sopra col martello donatogli a seguito delle ottime prestazioni con gli special team nella stagione 2011.

Nel 2010 Kalil divenne titolare fisso dei Trojans, disputando tutti e 13 gli incontri stagionali come tackle sinistro, ruolo nel quale subentrò a Charles Brown approdato nel 2010 in NFL. Egli, disputando un'ottima sessione autunnale, riuscì a battere la concorrenza di Tyron Smith (tornato ad essere schierato ne ruolo di tackle destro dopo l'ultimo match saltato nella stagione 2009) con cui andò a formare quella che fu probabilmente la miglior coppia di tackle in quella stagione[8]. In tale stagione USC subì 18 sack da parte delle difese avversarie, ma neanche uno arrivò su errore di Kalil che giocò inoltre un ruolo di primaria importanza nel far sì che l'attacco di USC si classificasse al 4º posto nella Pac-10 sia in scoring offense che in total offense con una media rispettivamente di 31 punti e 431,5 yard totali messi a referto a partita[9].

Kalil durante il match del 2011 vinto da USC 40-17 contro Washington.

Continuando a giocare anche negli special team, si tolse inoltre anche la soddisfazione di bloccare un calcio valevole per la trasformazione del punto addizionale nell'incontro perso contro Notre Dame[7].

Nel 2011 continuò a giocare sugli alti livelli della stagione precedente, rivelandosi uno degli offensive tackle migliori del panorama nazionale. Ancora una volta non concesse alcun sack alle difese avversarie, aiutando USC a terminare al secondo posto a livello nazionale (ed al primo della Pac-12) con solo 8 sack concessi durante tutto l'arco della stagione. Grazie ai suoi blocchi, USC realizzò 14 touchdown e chiuse al secondo posto nella Pac-12 ed al sesto a livello nazionale in efficienza sui passaggi con un rating di 161,1[8][9][10]. Di pari passo migliorò anche il proprio rendimento negli special team stabilendo il nuovo record di calci bloccati in una stagione, 4, equamente divisi tra punti addizionali (uno contro Arizona ed uno contro California) e field goal bloccati (uno contro Minnesota ed un altro contro Utah)[8], abilità questa che gli valse il soprannome di "The Hammer" (it. Il Martello)[11]. Al termine della stagione fu inserito in numerosi First-team All-American (tra cui quello dell'Associated Press e della Walter Camp Football Foundation) e fu unanimous First-team All-Pac-12[7]. Egli, semifinalista quell'anno anche per il Lombardi Award, fu inoltre il 16º giocatore (12º offensive lineman) di USC a vincere il Morris Trophy, premio che individua il miglior offensive lineman ed il miglior defensive lineman della Pac-12, ed assieme al fratello Ryan formò la prima coppia di fratelli capaci di aggiudicarsi tale premio, oltre che la terza coppia di fratelli reclutata da USC ad essere eletta All-American, assieme a Marlin e Mike McKeever ed a Clay e Bruce Matthews[12].

Vittorie e premi[modifica | modifica wikitesto]

Università[modifica | modifica wikitesto]

  • Emerald Bowl: 1
USC Trojans: 2009

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2011
  • First-team All-Pac-12: 1
2011


  • Morris Trophy: 1
2011
  • John Dye Memorial Award: 1
2011

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Draft NFL 2012[modifica | modifica wikitesto]

Kalil in Minnesota Vikings-Detroit Lions del 2012.

Considerato già dopo il suo anno da sophomore come uno dei migliori prospetti tra gli offensive tackle in vista del Draft NFL 2012[13][14], Kalil si dichiarò eleggibile per il Draft il 16 dicembre 2011, decisione che lo portò quindi a rinunciare alla quarta ed ultima stagione con la maglia dei Trojans[15]. Dopo un'ottima prestazione all'NFL Combine, Kalil fu pronosticato come terzo assoluto nel Draft, scelta appartenente ai Minnesota Vikings[16][17] che lo avrebbe reso l'uomo della linea offensiva proveniente da USC scelto più in alto dal 1995, anno in cui i Jacksonville Jaguars scelsero Tony Boselli come 2º assoluto. Kalil alla fine fu scelto effettivamente dai Vikings, ma come quarto assoluto, dal momento che la sua nuova squadra aveva ceduto la sua terza scelta assoluta ai Cleveland Browns in cambio della quarta del primo giro e delle scelte del quarto, quinto e settimo giro dei Browns[18][19].

Minnesota Vikings[modifica | modifica wikitesto]

Kalil (75) nell'ultimo incontro della stagione 2012, impegnato a bloccare Clay Matthews, outside linebacker dei Green Bay Packers.

Il 26 luglio 2012, Kalil acconsentì all'offerta contrattuale propostagli dai Vikings[20], un quadriennale da 19,77 milioni di dollari, tutti garantiti, di cui 12,81 accordati alla firma[21].

Kalil debuttò come professionista partendo come titolare nella prima gara della stagione vinta contro i Jacksonville Jaguars ai supplementari[22]. Nel complesso, nella sua stagione da rookie, Kalil giocò come tackle sinistro titolare tutte le 16 gare della stagione regolare (oltre alla gara di playoff contro i Green Bay Packers), aiutando Adrian Peterson a correre per ben 2.097 yard (nella sola stagione regolare) che valsero al running back dei Vikings il titolo di MVP della NFL. Nello specifico, secondo Pro Football Focus, Kalil concesse alle difese avversarie solo 18 pressioni sul proprio quarterback, in 411 blocchi effettuati su passaggio per una percentuale di 96,7 di poco inferiore a quella di uno dei migliori offensive tackle della lega come Joe Thomas (97,8%).

Kalil (75) con i compagni di squadra prima dell'ingresso in campo nell'ultimo incontro del 2013.

Egli inoltre non collezionò alcuna penalità sino alla settimana 14, quando fu sanzionata una sua trattenuta contro il defensive end dei Chicago Bears Julius Peppers, e concesse nell'arco di tutta la stagione solo 5,5 sack alle difese avversarie, aiutando così l'offensive line di Minnesota, a passare dai 49 sack subiti nel 2011 ai 32 subiti nel 2012. Ciò bastò a Kalil per essere posizionato all'8º posto tra i migliori offensive tackle della NFL nella stagione 2012[23]. Il 25 gennaio 2013, Kalil fu convocato per la prima volta in carriera al Pro Bowl, al posto del tackle dei Washington Redskins Trent Williams, infortunatosi durante una rissa in un night club[24]. Dieci giorni prima era stato inserito nell'All-Rookie Team stilato congiuntamente dalla rivista Pro Football Weekly e dalla Pro Football Writers of America[25].

Nel 2013 invece, a dispetto dell'ottimo 2012 disputato come rookie che faceva presagire un'altra stagione da top della lega per il tackle sinistro dei Vikings, Kalil fu una delle "vittime" più illustri di quello che negli Stati Uniti in gergo viene chiamato sophomore slump, ovvero il crollo delle prestazioni di un giocatore al secondo anno in una qualsivoglia competizione agonistica. Egli scivolò nelle classifiche di Pro Football Focus al 48º posto su 76 tackle qualificabili[26], per aver concesso ai difensori avversari nell'arco della stagione 4 sack, 12 colpi e 33 pressioni ai danni dei propri quarterback, nelle 16 partite disputate[27].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2012
  • PFW/PFWA All-Rookie Team (2012)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Partite totali 32
Partite totali da titolare 32

Statistiche aggiornate alla stagione 2013

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Kalil è figlio e fratello d'arte, in quanto il padre Frank ha giocato come centro per le squadre di football delle università Arkansas e dell'Arizona, per i Buffalo Bills della NFL e per gli Arizona Wranglers e gli Houston Gamblers della United States Football League[28], ed il fratello maggiore Ryan gioca anch'egli nel ruolo di centro per i Carolina Panthers della NFL dopo aver ricoperto lo stesso ruolo a sua volta ad USC[29]. La madre Cheryl è stata Miss California nel 1981, mentre la sorella Danielle è una cantante di musica country ed ha cantato in diverse partite l'inno americano, in particolar modo anche nell'incontro del 2013 che vedeva opposti i Panthers di Ryan ed i Vikings di Matt[30][31].

All'inizio del 2014, Kalil si è inoltre assicurato i diritti per aprire nuovi punti di ristoro della catena Pieology Pizzerias nell'intero stato del Minnesota[32].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Glenn, Kalil lead impressive group of offensive linemen at combine, Sports Illustrated. URL consultato il 24 maggio 2014.
  2. ^ (EN) US Army All American Bowl - Players, GoArmy.com. URL consultato il 24 maggio 2014.
  3. ^ (EN) Matt Kalil, Rivals.com. URL consultato il 24 maggio 2014.
  4. ^ (EN) Matt Kalil, Scout.com. URL consultato il 24 maggio 2014.
  5. ^ (EN) Now 308 pounds, Vikings rookie Matt Kalil was "tall and skinny" in high school, USA Today. URL consultato il 24 maggio 2014.
  6. ^ (EN) USC rules three academically ineligible, ESPN, 21 dicembre 2009. URL consultato il 24 maggio 2014.
  7. ^ a b c (EN) Matt Kalil - USC Trojans, USCTrojans.com. URL consultato il 24 maggio 2014.
  8. ^ a b c d (EN) Draft in-depth: Matt Kalil, VikingUpdate.com, 16 maggio 2012. URL consultato il 24 maggio 2014.
  9. ^ a b (EN) Football Statistics - Pac-12, Pac-12.com. URL consultato il 24 maggio 2014.
  10. ^ (EN) Bowl Subdivision (FBS) National Team Report - Passing Efficiency, NCAA.com. URL consultato il 24 maggio 2014.
  11. ^ (EN) 6-Points: USC 23, Utah 14, USCTrojans.com, 10 settembre 2011. URL consultato il 25 maggio 2014.
  12. ^ (EN) Matt Kalil Wins Pac-12 Morris Trophy, USCTrojans.com, 12 dicembre 2011. URL consultato il 25 maggio 2014.
  13. ^ (EN) "Flash forward: Top 32 picks for the 2012 NFL Draft", CBS, 1º maggio 2011. URL consultato il 25 maggio 2014.
  14. ^ (EN) "Stanford's Luck headlines early look at top 2012 draft prospects", Sports Illustrated, 3 maggio 2011. URL consultato il 25 maggio 2014.
  15. ^ (EN) ESPN: Matt Kalil to enter 2012 draft, ESPN, 16 dicembre 2011. URL consultato il 25 maggio 2014.
  16. ^ (EN) TwinCities.com, 25 febbraio 2012, titolo= As Matt Kalil's stock rises, so do Vikings' trade options http://www.twincities.com/vikings/ci_20045627 titolo= As Matt Kalil's stock rises, so do Vikings' trade options. URL consultato il 25 maggio 2014.
  17. ^ (EN) NFL Draft coming into focus, Fox, 6 marzo 2012. URL consultato il 25 maggio 2014.
  18. ^ (EN) NFL draft's first round features flurry of trade activity, NFL.com, 26 aprile 2012. URL consultato il 25 maggio 2014.
  19. ^ (EN) Kalil’s draft journey ends in Twin Cities, NFL.com, 3 maggio 2012. URL consultato il 25 maggio 2014.
  20. ^ (EN) Matt Kalil signs Minnesota Vikings contract, NFL.com, 26 luglio 2012. URL consultato il 25 maggio 2014.
  21. ^ (EN) Matt Kalil’s deal gets done, NBCSports.com, 26 luglio 2012. URL consultato il 25 maggio 2014.
  22. ^ (EN) Game center: Jacksonville 23 Minnesota 26, NFL.com, 9 settembre. URL consultato il 10 settembre 2012.
  23. ^ (EN) Shepkowski: Matt Kalil – The NFL Rookie Star Everyone’s Forgetting, CBS, 3 gennaio 2013. URL consultato il 25 maggio 2014.
  24. ^ (EN) Kalil Selected To His First Pro Bowl, vikings.com, 25 gennaio 2013. URL consultato il 3 aprile 2013.
  25. ^ (EN) PFW/PFWA 2012 All-Rookie team, ProFootballWeekly.com, 10 gennaio 2013. URL consultato il 25 maggio 2014.
  26. ^ (EN) Vikings position outlook: Offensive tackles, ESPN, 23 gennaio 2014. URL consultato il 25 maggio 2014.
  27. ^ (EN) Vikings 2013 Season Grades: Offense, DailyNorseman.com, 4 gennaio 2014. URL consultato il 25 maggio 2014.
  28. ^ (EN) A father’s solid technique produces NFL’s Kalil Bowl, CharlotteObserver.com, 12 ottobre 2013. URL consultato il 26 maggio 2014.
  29. ^ (EN) No. 4 Minnesota Vikings: OT Matt Kalil, USC, Los Angeles Times. URL consultato il 24 maggio 2014.
  30. ^ (EN) The Kalil Family, USCTrojans.com, 14 ottobre 2013. URL consultato il 26 maggio 2014.
  31. ^ (EN) Minnesota Vikings: Special day for the Kalils - Matt, Ryan and Danielle, TwinCities.com, 13 ottobre 2013. URL consultato il 26 maggio 2014.
  32. ^ (EN) Minnesota Vikings star plans to open pizzerias, BizJournals.com, 27 gennaio 2013. URL consultato il 26 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]