Ryan Tannehill

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ryan Tannehill
Ryan Tannehill - Miami.jpg
Tannehill nel 2012 coi Dolphins
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 193 cm
Peso 100 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Quarterback
Squadra Stemma Miami Dolphins Miami Dolphins
Carriera
Giovanili
Stemma Texas A&M Aggies Texas A&M Aggies
Squadre di club
2012- Stemma Miami Dolphins Miami Dolphins
Statistiche aggiornate al 10 febbraio 20014

Ryan Timothy Tannehill (Big Spring, 27 luglio 1988) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di quarterback per i Miami Dolphins della National Football League. Fu scelto dai Dolphins come ottavo assoluto del Draft NFL 2012. Al college ha giocato a football all'Università di Texas A&M. Reclutato come quarterback all'uscita dalle scuole superiori, Tannehill fu convertito a wide receiver nel corso del suo secondo anno a Texas A&M. Giocò come wide receiver durante la sua seconda e terza stagione. A metà della sua stagione tornò al ruolo di quarterback. La mossa si rivelò definitiva. Ryan era considerato uno dei migliori prospetti tra i quarterback nel Draft NFL 2012[1].

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Miami Dolphins[modifica | modifica wikitesto]

Tannehill corse le 40 yard in 4,62 secondi alla NFL Combine. Nel draft 2012, Ryan era considerato il quarterback numero 3 della classe 2012, dietro Andrew Luck e Robert Griffin III[2][3][4]. Il 26 aprile 2012, giorno del draft, Tannehill fu chiamato come ottava scelta assoluta dai Miami Dolphins[5][6].

2012[modifica | modifica wikitesto]

Tannehill ai Dolphins entrò in competizione con Matt Moore per il posto di quarterback titolare. Il 21 maggio 2012, il proprietario della franchigia Stephen Ross annunciò che Moore sarebbe stato il titolare nella prima gara della nuova stagione[7][8]. Il 28 luglio 2012, Ryan firmò con la franchigia un contratto quadriennale del valore di 12,688 milioni di dollari con l'opzione per il 5º anno[9]. Malgrado quanto annunciato in precedenza, il 20 agosto dopo le prime due gare di pre-stagione, l'allenatore Joe Philbin affermò che Ryan sarebbe stato il titolare dei Dolphins per la stagione 2012[10], rendendolo il diciassettesimo quarterback a partire titolare a Miami dopo il ritiro di Dan Marino[11].

Tannehill e Jake Long.

Il 9 settembre, Tannehill debuttò contro gli Houston Texans completando 20 passaggi su 36 tentativi per 236 yard e subendo ben tre intercetti nella sconfitta casalinga per 30-10[12]. Nel turno successivo i Dolphins ottennero la prima vittoria stagionale contro gli Oakland Raiders: Ryan giocò bene passando 200 yard, lanciando il suo primo touchdown a Anthony Fasano e segnandone un altro su corsa[13][14][15]. Per questa prestazione fu uno dei candidati al premio di rookie della settimana vinto poi da Trent Richardson[16][17].

Nella settimana 3, i Dolphins persero ai supplementari contro i New York Jets: Tannehill passò per 196 yard subendo un intercetto nell'ultimo quarto ritornato in touchdown dai Jets che costò la partita ai Dolphins[18][19].

Nella settimana 4 i Dolphins persero nuovamente ai supplementari contro gli imbattuti Arizona Cardinals: Ryan giocò una grande partita passando 431 yard e un touchdown ma subendo due intercetti nel finale di partita che pregiudicarono la vittoria a Miami[20].

Dopo due sconfitte dell'ultimo minuto, i Dolphins nella quinta settimana vinsero la seconda gara della stagione contro i Cincinnati Bengals. Tannehill passò per 223 yard senza touchdown e intercetti[21]. Nella settimana 6, Miami vinse la seconda gara consecutiva con il quarterback che passò per 185 yard e 2 touchdown, senza nessun intercetto subito[22][23].

Nella settimana 8, il quarterback si infortunò nelle prime azioni di gioco, venendo sostituito da Matt Moore che guidò la squadra alla vittoria sui Jets[24][25]. Tornato titolare la settimana seguente nella sfida contro Andrew Luck e i suoi Indianapolis Colts, i Dolphins persero 23-20 ma Ryan giocò bene passando 290 yard con un touchdown[26].

Miami perse anche le due gare successive: contro i Tennessee Titans il quarterback lanciò ben tre intercetti mentre contro i Buffalo Bills altri due insieme a un touchdown[27][28].

I Dolphins tornarono alla vittoria nella settimana 12 contro i Seattle Seahawks dell'altro quarterback rookie Russell Wilson. Ryan completò 18 passaggi su 26 tentativi per 253 yard con un touchdown e un intercetto. Nel corso della gara, Tannehill superò una leggenda come Dan Marino per il record di franchigia di yard passate da un rookie[29].

Nella sconfitta della domenica successiva contro i Patriots, il quarterback passò 186 yard e segnò un touchdown su corsa[30]. Un'altra sconfitta giunse coi San Francisco 49ers in cui Ryan passò 150 yard e un touchdown per Anthony Fasano [31]

Nella settimana 15, Ryan terminò la gara vinta contro i Jacksonville Jaguars col miglior passer rating stagionale, 123,2, completando 22 passaggi su 28 tentativi per 228 yard e due touchdown, portando la squadra alla sesta vittoria[32].

Nell'ultimo turno di campionato i Dolphins persero nettamente contro i New England Patriots con Ryan che passò 235 e subì un intercetto[33]. La sua stagione da rookie si concluse così con 3.294 yard passate, 12 touchdown e 13 intercetti, coi Dolphins che terminarono con un record di 7 vittorie e 9 sconfitte.

2013[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima gara della sua seconda stagione, Tannehill guidò la sua squadra alla vittoria sui Cleveland Browns passando 272 yard e un touchdown[34]. Anche nella settimana successiva guidò i Dolphins alla vittoria in casa dei Colts passando 319 yard e un touchdown[35]. Con la vittoria sugli Atlanta Falcons nella settimana 3, i Dolphins partirono per la prima volta con un record di 3-0 dalla stagione 2002. Tannehill guidò il drive della vittoria per 13 giocate e 75 yard, culminato nel passaggio da touchdown per il rookie Dion Sims a 38 secondi dal termine della gara, conclusasi con 236 yard passate, 2 TD e un intercetto[36]. La prima sconfitta giunse nel Monday Night Football della settimana 4 contro i New Orleans Saints in cui Tannehill non giocò ai livelli dei turni precedenti, passando un touchdown a fronte di tre intercetti subiti[37][38]. La seconda sconfitta consecutiva giunse contro i Baltimore Ravens malgrado 307 yard e un TD passato dal quarterback[39]. Nella settimana 7 contro i Bills la squadra perse la terza gara consecutiva con il quarterback che giocò una gara sotto la media passando 197 yard e 3 touchdown e subendo 2 intercetti[40]. La settimana seguente la squadra sprecò un vantaggio di 14 punti contro i Patriots perdendo la quarta sfida consecutiva. Tannehill terminò con 192 yard, 2 TD e 2 intercetti subiti[41].

La serie negativa dei Dolphins si concluse nella settimana 9 contro i Cincinnati Bengals vincendo nei supplementari grazie a una safety di Cameron Wake[42]. Tannehill concluse la gara con 208 yard passate e un touchdown segnato su corsa[43]. Nel Monday Night Football successivo passò 229 yard e 2 touchdown per Rishard Matthews (con un intercetto subito) ma a causa di un pessimo gioco sulle corse della sua squadra che guadagnò 2 misere yard in tutto l'incontro, i Dolphins tornarono ad essere sconfitti[44][45]. La domenica seguente i Dolphins riuscirono a superare i Chargers grazie a un'ottima prova della difesa, mentre Ryan terminò la gara con 268 yard passate, 1 TD e un intercetto subito[46]. Nella settimana 12 Miami concluse in vantaggio per 16-6 il primo tempo contro una squadra in un grande momento di forma come i Panthers ma nel resto della partita non riuscì più a segnare, venendo sconfitta all'ultimo minuto. Tannehill concluse con 310 yard passate, un touchdown per Mike Wallace e un intercetto subito[47].

Nella settimana 13, Tannehill tenne vive le speranze di playoff dei Dolphins giocando una grande gara nella netta vittoria contro i Jets in cui passò 331 yard e 2 touchdown, con un intercetto[48][49]. La domenica successiva, contro gli Steelers in un Heinz Field innevato, Miami vinse ancora col quarterback che passò 200 yard, tre touchdown e un intercetto, salendo a un record di 7-6[50]. La terza vittoria consecutiva giunse in casa coi Patriots. Tannehill giocò ancora bene passando 312 yard e 3 touchdown[51][52].

Il periodo positivo di Miami si interruppe bruscamente nella settimana 16 perdendo per 19-0 contro i Buffalo Bills in cui Tannehill passò solamente 82 yard, limitato anche da una linea offensiva che offrì scarsa protezione nei suoi confronti[53]. La domenica successiva, complice la sconfitta dei Baltimore Ravens contro i Cincinnati Bengals, ai Dolphins sarebbe bastata una vittoria casalinga contro i Jets per raggiungere l'ultimo posto disponibile nei playoff ma la squadra perse per 20-7 e il quarterback subì tre intercetti[54]. La sua stagione terminò con 3.913 yard passate, 24 touchdown e 17 intercetti, oltre a un touchdown segnato su corsa.

Stagione 2014[modifica | modifica wikitesto]

La stagione di Tannehill e dei Dolphins partì battendo a sorpresa i Patriots in casa col quarterback che passò 178 yard e 2 touchdown[55]. Dopo due brutte sconfitte contro Bills e Chiefs, l'allenatore Joe Philbin rifiutò di confermarlo come titolare prima della gara della settimana 4 contro i Raiders a Londra. Sceso in campo comunque come partente, Ryan rispose guidando i suoi alla seconda vittoria passando 278 yard e 2 touchdown nel netto 38-14 sui californiani[56]. Dopo la settimana di pausa e una sconfitta coi Packers, il quarterback contro i Bears giocò una delle migliori gare della stagione completando 25 passaggi su 32 (inclusi tutti i primi 14) per 277 yard e 2 touchdown nella vittoria.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

3ª del 2013

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra G PT Passaggi Corse Sack Fumble
Ten Comp  % Yard Media TD Int Rat Ten Yard Media TD Sack YP Fum Persi
2012 MIA 16 16 484 282 58,3 3294 6,8 12 13 76,1 49 211 4.3 2 35 234 9 4
2013 MIA 16 16 588 355 60.4 3913 6,7 24 17 81.7 40 238 6,0 1 58 399 9 5
Totale 32 32 1072 637 59,4 7207 6.7 36 30 79,1 89 449 5.0 3 93 633 18 9

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) NFL Draft Scout.
  2. ^ (EN) Tannehill puts on a show at Texas A&M pro day.
  3. ^ (EN) Would Dolphins be reaching to grab Tannehill at No. 8?.
  4. ^ (EN) Irsay: QB Ryan Tannehill the draft's 'quiet secret'.
  5. ^ (EN) 'Fins take Tannehill, hope for franchise QB.
  6. ^ Riflessioni post-Draft.
  7. ^ (EN) Matt Moore expected to be Dolphins' starting QB.
  8. ^ (EN) Wait your turn, young man.
  9. ^ (EN) Ryan Tannehill, Miami Dolphins agree on rookie contract.
  10. ^ (EN) Ryan Tannehill named Dolphins' starting quarterback.
  11. ^ (EN) Tannehill chosen Dolphins' starting QB.
  12. ^ (EN) Game center: Houston 30 Miami 10, NFL.com, 9 settembre 2012. URL consultato il 10 settembre 2012.
  13. ^ (EN) Game Center: Oakland 13 Miami 35, NFL.com, 16 settembre 2012. URL consultato il 17 settembre 2012.
  14. ^ (EN) Rookie quarterbacks rebound in Week 2, NFL.com, 17 settembre 2012. URL consultato il 17 settembre 2012.
  15. ^ NFL 2012 Week 2 - Risultati e Commenti, NFL Italia Blog, 17 settembre 2012. URL consultato il 17 settembre 2012.
  16. ^ (EN) Week 2: Pepsi Rookie of the Week nominees, NFL.com, 17 settembre 2012. URL consultato il 21 settembre 2012.
  17. ^ (EN) Pepsi NFL Rookie Week 2: Trent Richardson, NFL.com, 21 settembre. URL consultato il 22 settembre 2012.
  18. ^ (EN) Game Center: New York 23 Miami 20, NFL.com, 23 settembre 2012. URL consultato il 25 settembre 2012.
  19. ^ NFL 2012 Week 3 - Risultati e Commenti, NFL Italia Blog, 24 settembre 2012. URL consultato il 24 settembre 2012.
  20. ^ (EN) Game Center: Miami 21 Arizona 24, NFL.com, 30 settembre 2012. URL consultato il 3 ottobre 2012.
  21. ^ (EN) Game Center: Miami 17 Cincinnati 13, NFL.com, 7 ottobre 2012. URL consultato l'8 ottobre 2012.
  22. ^ (EN) Game Center: St. Louis 14 Miami 17, NFL.com, 14 ottobre 2012. URL consultato il 15 ottobre 2012.
  23. ^ NFL: Rodgers costringe alla resa i Texans, Falcons ancora imbattuti, Eat Sport, 15 ottobre 2012. URL consultato il 16 ottobre 2012.
  24. ^ (EN) Game Center: Miami 30 New York 9, NFL.com, 28 ottobre 2012. URL consultato il 29 ottobre 2012.
  25. ^ NFL – Giants in volata sui Cowboys, dominio di Patriots e Broncos, Eat Sport, 29 ottobre 2012. URL consultato il 29 ottobre 2012.
  26. ^ (EN) Game Center: Miami 20 Indianapolis 23, NFL.com, 4 novembre 2012. URL consultato il 5 novembre 2012.
  27. ^ (EN) Game Center: Miami 14 Buffalo 19, NFL.com, 15 novembre 2012. URL consultato il 16 novembre 2012.
  28. ^ NFL – Buffalo batte Miami nell’anticipo, Eat Sport, 16 novembre 2012. URL consultato il 16 novembre 2012.
  29. ^ (EN) Game Center: Seattle 21 Miami 24, NFL.com, 25 novembre 2012. URL consultato il 27 novembre 2012.
  30. ^ (EN) Game Center: New England 23 Miami 16, NFL.com, 2 dicembre 2012. URL consultato il 4 dicembre 2012.
  31. ^ (EN) Game Center: Miami 13 San Francisco 27, NFL.com, 9 dicembre 2012. URL consultato il 10 dicembre 2012.
  32. ^ (EN) Game Center: Jacksonville 3 Miami 24, NFL.com, 16 dicembre 2012. URL consultato il 18 dicembre 2012.
  33. ^ (EN) Game Center: Miami 0 New England 28, NFL.com, 31 dicembre 2012. URL consultato il 31 dicembre 2012.
  34. ^ (EN) Game Center: Miami 23 Cleveland 10, NFL.com, 8 settembre 2013. URL consultato il 9 settembre 2013.
  35. ^ (EN) Game Center: Miami 24 Indianapolis 20, NFL.com, 15 settembre 2013. URL consultato il 17 settembre 2013.
  36. ^ (EN) Game Center: Atlanta 23 Miami 27, NFL.com, 22 settembre 2013. URL consultato il 23 settembre 2013.
  37. ^ (EN) Game Center: Miami 17 New Orleans 38, NFL.com, 30 settembre 2013. URL consultato il 1º ottobre 2013.
  38. ^ I Saints mettono k.o. i Dolphins. Super Brees punisce Miami 38-17, La Gazzetta dello Sport, 1º ottobre 2013. URL consultato il 3 ottobre 2013.
  39. ^ (EN) Game Center: Baltimore 26 Miami 23, NFL.com, 6 ottobre 2013. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  40. ^ (EN) Game Center: Buffalo 23 Miami 21, NFL.com, 20 ottobre 2013. URL consultato il 20 ottobre 2013.
  41. ^ (EN) Game Center: Miami 17 New England 27, NFL.com, 27 ottobre 2013. URL consultato il 28 ottobre 2013.
  42. ^ Nfl, Miami ferma Cincinnati: Wake risolve nell'overtime, La Gazzetta dello Sport, 1º novembre 2013. URL consultato il 1º novembre 2013.
  43. ^ (EN) Game Center: Cincinnati 20 Miami 22, NFL.com, 31 ottobre 2013. URL consultato il 1º novembre 2013.
  44. ^ (EN) Game Center: Miami 19 Tampa Bay 21, NFL.com, 11 novembre 2013. URL consultato il 12 novembre 2013.
  45. ^ (EN) Nfl, Tampa Bay ferma Miami: è il suo primo successo, La Gazzetta dello Sport, 12 novembre 2013. URL consultato il 12 novembre 2013.
  46. ^ (EN) Game Center: San Diego 16 Miami 20, NFL.com, 17 novembre 2013. URL consultato il 18 novembre 2013.
  47. ^ (EN) Game Center: Carolina 20 Miami 16, NFL.com, 24 novembre 2013. URL consultato il 24 novembre 2013.
  48. ^ (EN) Game Center: Miami 23 New York 3, NFL.com, 1º dicembre 2013. URL consultato il 2 dicembre 2013.
  49. ^ Nfl, Manning show: i Broncos mettono in crisi i Chiefs, La Gazzetta dello Sport, 2 dicembre 2013. URL consultato il 2 dicembre 2013.
  50. ^ (EN) Game Center: Miami 34 Pittsburgh 28, NFL.com, 8 dicembre 2013. URL consultato il 9 dicembre 2013.
  51. ^ (EN) Game Center: New England 20 Miami 24, NFL.com, 15 dicembre 2013. URL consultato il 16 dicembre 2013.
  52. ^ Nfl, New England inciampa a Miami; Green Bay, che rimonta a Dallas, La Gazzetta dello Sport, 16 dicembre 2013. URL consultato il 16 dicembre 2013.
  53. ^ (EN) Game Center: Miami 0 Buffalo 19, NFL.com, 22 dicembre 2013. URL consultato il 23 dicembre 2013.
  54. ^ (EN) Game Center: New York 20 Miami 7, NFL.com, 29 dicembre 2013. URL consultato il 30 dicembre 2013.
  55. ^ (EN) Game Center: New England 20 Miami 33, NFL.com, 7 settembre 2014. URL consultato l'8 settembre 2014.
  56. ^ (EN) Game Center: Miami 38 Oakland 14, NFL.com, 28 settembre 2014. URL consultato il 28 settembre 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]